Ferguson polizia usa lacrimogeni contro troupe di Al Jazeera

Durante gli scontri i giornalisti dell'emittente stavano documentando quanto avveniva. Ritirate le telecamere. Il canale qatariota: "Non sembra di stare in America, ma in Egitto"
L'attacco alla troupe di Al Jazeera America a Ferguson via Twitter

La notte scorsa durante gli scontri a Ferguson, Missouri, per la morte di un 18enne ucciso dalla polizia, gli agenti in tenuta anti sommossa hanno colpito anche diversi giornalisti che stavano documentando quanto accadeva.

La troupe di AL Jazeera America è stata ripetutamente colpita con questi gas. Oltre a questo gli agenti - come testimoniano le immagini scattate dalla televisione locale KSDK - hanno raggiunto il gruppo di giornalisti della emittente del Qatar ritirando loro le telecamere. La polizia di Ferguson non ha ancora pubblicato alcuna nota sulla vicenda, mentre al Jazeera ha diffuso un comunicato.

"Siamo sbalorditi da questo assalto alla libertà di stampa", chiedendo di aprire una inchiesta. L'emittente ha poi paragonato quanto sta succedendo a Ferguson a gli scontri e all'uso della forza da parte della polizia a piazza Tahrir, in Egitto. "Non sembra una città americana", continua la nota di Al Jazeera.