Fitch: per Di Maio e Salvini, scontro con Ue su conti pubblici è "un'opportunità politica"

La coalizione di governo guarda alle elezioni europee di maggio. Rischio infrazione regole fiscali non porterà a cambiamenti notevoli dei target. Solo la volatilità dei mercati potrebbe fare frenare l'espansione fiscale. Incongruenze nella manovra
AP

I nuovi target sul deficit italiano "confermano l'approccio fiscale più espansivo della coalizione di governo", cosa alla base della decisione di fine agosto di Fitch di portare a "negativo" da "stabile" l'outlook del nostro Paese confermando il rating BBB.

In una nuova nota, arrivata dopo che l'Fmi ha chiesto un consolidamento fiscale "credibile e notevole", l'agenzia ha spiegato di "vedere rischi per quei target, specialmente oltre il 2019" dal momento che hanno sollevato tensioni all'interno del governo. Facendo notare che la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza è il primo documento importante di politica fiscale della coalizione di governo formata a maggio tra la Lega e il Movimento 5 stelle, Fitch ricorda che il target di un deficit del 2,4% del Pil atteso nel 2019 è superiore a quello del 2,2% stimato dall'agenzia stessa ad agosto. Si tratta di una cifra che "potrebbe portare l'Italia" a essere oggetto di una procedura Ue per deficit eccessivo. "In ogni caso", aggiunge Fitch, "non ci aspettiamo che questo scenario porti il governo a cambiare in modo notevole il target del deficit 2019".

Per l'agenzia di rating, il recente scontro tra Lega e M5S da un lato e la commissione Ue dall'altro "indica che il governo vede opportunità politiche nell'attaccare le regole fiscali Ue, specialmente in vista delle elezioni parlamentari europee del prossimo maggio". Per Fitch, "il rischio di un aumento della volatilità sui mercati finanziari agirà come il principale freno al grado di espansione fiscale" in Italia.

Stando alla Nota di aggiornamento al Def (Nadef), ci sarà una "moderata" riduzione del deficit al 2,1% del Pil nel 2020. Tuttavia, Fitch si aspetta un dato più vicino al 2,6% come aveva previsto d'estate, cosa che contribuirà a fare salire il debito in rapporto al Pil (Fitch prevede che il ratio arrivi al 129,8% entro fine 2021 contro il 126,7% anticipato nella Nadef). A spiegare una tale differenza, viene preciato dagli esperti dell'agenzia di rating ribadendo i numeri di agosto, sono le previsioni per una crescita del Pil più bassa (+1,2% nel 2019 - come stimato per il 2018 - e +0,9% nel 2020 contro, rispettivamente, un +1,5% e un +1,6% della Nadef). Fitch si aspetta un'adozione graduale di misure addizionali a reddito di cittadinanzia, riforma delle pensione e "flat tax" per le aziende piccole, "controbilanciate solo in parte da altre misure".

Fitch sottolinea che la Nadef "contiene pochi dettagli su misure individuali, a cominciare dal costo potenziale di una 'dual flax tax'". L'idea è che la scarsità di dettagli "sta a significare che è ancora incerto come verranno risolte le differenti priorità di politica ficale nella coalizione e l'incongruenza generale tra costi alti per l'adozione delle promesse chiave e l'obiettivo di riduzione del debito pubblico". L'agenzia di rating conclude dicendo che quei dettagli "restano un elemento chiave" del suo giudizio sulla tenuta creditizia del nostro Paese. La prossima revisione del rating sarà nel primo trimestre del 2019.

Altri Servizi

Bruce Springsteen e Taylor Swift arrivano su Netflix

I concerti di The Boss al teatro Walter Kerr di New York e il tour Usa "Reputation" disponibili sul sito di video in streaming
iStock

Il mercato immobiliare a New York scricchiola ma tiene (per ora)

Effetto Trump e l'arrivo di Amazon con il secondo quartier generale. Intervista ad Andrea Pedicini, 36enne di Pordenone e agente immobiliare in Usa dal 2010

La riforma fiscale di Trump: le opportunità entro il 2018

Strategie di pianificazione per massimizzare il risparmio con il Tax Cuts and Jobs Act
AP

La leadership rosa di Deloitte in Usa verso la fine

Cathy Engelbert è stata la prima donna alla guida di una delle Big Four della revisione contabile in America. Il cda del gruppo ha nominato il numero uno delle attività contabili come prossimo Ceo.

L'esodo dalla Casa Bianca di Trump

Dopo un numero di addii record nel primo anno di presidenza, l'ultimo ad andarsene è Ryan Zinke, ministro degli Interni

Wall Street torna sui livelli di aprile, si teme frenata dell'economia mondiale

Tutti e tre gli indici principali in correzione. Dati deludenti dalla Cina e dall'Europa. Sale l'attesa per la riunione della Fed
AP

Lamborghini: nel 2019 raddoppierà le vendite in Usa grazie al super Suv Urus

Il 2018 sarà l'ottavo anno da record. Il Ceo Domenicali: nuove possibilità per il marchio e i clienti. Il responsabile delle Americhe: il 70% dei clienti è nuovo per il gruppo
Lamborghini

Cohen, ecco perché il silenzio comprato è una donazione illegale a Trump

L' ex avvocato del presidente ha violato una legge federale sui finanziamenti elettorali. E lo ha fatto per proteggere la candidatura del suo capo
AP

Wall Street messa a tappeto da timori sulla crescita economica mondiale

I dati cinesi sotto le attese preoccupano gli investitori. Male anche quelli dell'Europa. Sale l'attesa per la riunione della Fed
AP
Starbucks