Fmi: nove banche faticheranno con redditività, anche Unicredit

Adrian: il rischio è che "non siano in grado di generare abbastanza capitali in futuro nel caso siano colpiti da shock"
Unicredit

Il Fondo monetario internazionale calcola che "le banche che rappresentano asset per 17.000 miliardi di dollari, o circa un terzo di quelle importanti a livello di sistema, potrebbero continuare a generare rendimenti non sostenibili, anche nel 2019".

Da una sua analisi di 30 istituti di credito che hanno oltre 47.000 miliardi di dollari di asset e oltre un terzo degli asset e dei prestiti globali, l'istituto di Washington individua per quell'anno nove banche che rischiano di registrare profitti non soddisfacenti. Da una tabella del Global Financial Stability Report (Gfsr) si vede che si tratta dell'americana Citigroup, dell'italiana Unicredit, della francese Société Générale, della tedesca Deutsche Bank, delle britanniche Barclays e Standard Chartered e delle giapponesi Mitsubishi UFJ Financial Group, Mizuho Financial Group e Sumitomo Mitsui Financial Group.

Il Fondo cita stime secondo cui il return on equity sarà inferiore all'8% per ognuna di queste aziende nel 2019. In ricerche passate l'Fmi aveva detto che il cost of equity - il rendimento minimo che gli azionisti si aspettano dalla loro partecipazione - è di almeno l'8%. L'idea è che gli istituti di credito devono registrare un dato superiore a quel valore percentuale per restare redditizi nel tempo.

Tobias Adrian - direttore del dipartimento Monetario e dei mercati dei capitali del Fondo - ha spiegato in conferenza e senza fare nomi che per le istituzioni la cui redditività rappresenta una sfida, "le autorità di supervisione devono aiutare affinché i loro modelli di business siano ristrutturati e possano essere redditizie" nel lungo termine. Il rischio è che gli istituti di credito non redditizi "non siano in grado di generare abbastanza capitali in futuro nel caso siano colpiti da shock". Secondo lui "non essere redditizi potrebbe diventare un rischio alla stabilità finanziaria".

In generale, Adrian ha detto che le banche importanti a livello di sistema sono "forti" e che il sistema finanziario mondiale si sta rafforzando anche se cinque vulnerabilità lo preoccupano. Nel Gfsr tuttavia si spiega che quelle Usa "hanno raggiunto livelli in linea con o superiori a un conservativo cost of equity dell'8% e vanno verso il raggiungimento dei target stabiliti dal management" in termini di rendimenti. Il quadro europeo è invece "misto". Stando al Fondo "Senza uno sforzo coordinato nel ridurre i Npl e nel migliorare i modelli di business, le preoccupazioni per la stabilità finanziaria potrebbero riaccendersi nell'Eurozona".

Altri Servizi

NY Times: Basilicata, Emilia Romagna e Sudtirol da visitare nel 2018

Sulle 52 destinazioni consigliate, si collocano rispettivamente al terzo, 40esimo e 50esimo posto. L'anno scorso nella classifica c'era solo la Calabria (al 37esimo gradino)
Matera Wikimedia Commons

Tra i 52 luoghi da visitare nel 2018, il New York Times ne consiglia tre in Italia. Nell'annuale classifica del quotidiano americano, il nostro Paese vince tra quelli stranieri con tre raccomandazioni contro l'unica fatta nell'edizione del 2017.

Manning si candida al Senato, sfida all'establishment democratico

L'ex analista militare, graziata da Obama dopo 7 anni di carcere per aver rivelato informazioni riservate, ha presentato domanda per correre in Maryland. Alle primarie, dovrà battere il senatore Cardin. Per ora, da parte sua, nessun annuncio ufficiale
Ap

Chelsea Manning, l'ex analista militare graziata da Barack Obama dopo sette anni di carcere, si è registrata per candidarsi come democratica al Senato federale statunitense. Manning, che trasmise a Wikileaks centinaia di migliaia di documenti riservati - compresi quelli sulle operazioni statunitensi in Iraq e Afghanistan - ha presentato la domanda per candidarsi nello Stato del Maryland, dove vive da quando è uscita dal carcere, e sfidare alle primarie il senatore Ben Cardin, che cercherà di ottenere il suo terzo mandato.

Facebook annuncia cambiamenti al News Feed. Titolo giù del 5%

Più storie di amici e meno aziende e notizie. E si teme per la macchina pubblicitaria del colosso

Le azioni di Facebook perdono il 5% a Wall Street, dopo che il gruppo ha annunciato grandi cambiamenti al suo News Feed. Descrivendo le trasformazioni, l'amministratore delegato, Mark Zuckerberg, ha detto che il nuovo News Feed darà la precedenza a "interazioni sociali sensate" piuttosto che a "contenuti rilevanti".

Nuovi permessi ai Dreamers, Trump si arrende (per ora) alla decisione di un giudice

L'amministrazione statunitense ricomincia ad accettare le richieste dei rinnovi, interrotti a ottobre, seguendo l'ordine di un tribunale della California. Non è, però, una marcia indietro del presidente
iStock

Tutto come prima, almeno per ora. Il governo federale degli Stati Uniti ha annunciato che ricomincerà ad accettare le richieste di rinnovo per il Daca, il Deferred Action for Childhood Arrivals (Daca), il programma voluto nel 2012 da Barack Obama per permettere agli immigrati irregolari, entrati da bambini nel Paese, di evitare l'espulsione e ricevere un permesso di lavoro o di studio biennale e rinnovabile.

Un tempo combatteva i diritti degli afroamericani, ora il profondo Sud li promuove per turismo

In occasione del Martin Luther King Day, è stato presentato ufficialmente lo U.S. Civil Rights Trail, un percorso tra 130 luoghi in 14 Stati (più il District of Columbia) che raccontano la lotta per l'affermazione dei diritti civili
Ap

Siria, gli Usa aiutano i curdi a costruire una forza per controllare i confini. Furia della Turchia

Nuovo esercito con 30.000 soldati per controllare le frontiere con Turchia e Iraq. Ankara convoca il chargé d'affaires statunitense
iStock

"Hawaii sotto attacco missilistico. Cercate riparo". Il falso allarme scatena il caos nelle isole

Le "Hawaii sono sotto attacco missilistico. Cercate riparo immediato. Questa non è un'esercitazione". Questo messaggio è comparso sui cellulari degli americani, facendo immediatamente scattare l'allarme. Era un falso allarme

Banca centrale indonesiana contro bitcoin: rischio per la stabilità del sistema

L'istituto centrale già in passato non aveva riconosciuto le valute digitali come strumento legale di scambio, impedendo di fatto che potessero essere usate come forma di pagamento nel Paese asiatico.

Wsj accusa: 130.000 dollari a pornostar per silenzio su rapporti sessuali con Trump

Uno dei legali del presidente avrebbe predisposto il pagamento a Stephanie Clifford, il cui nome d'arte è Stormy Daniels. Si sarebbero conosciuti nel 2006, quando Trump era già sposato con Melania. La Casa Bianca smentisce.
AP

Trump gode di una salute eccellente (ma fa poco sport)

Lo ha fatto sapere la Casa Bianca, commentando il check up annuale a cui il presidente americano si è sottoposto all'ospedale militare Walter Reed.
AP