Fontana, Calzolari, Clemente: le gallerie di Chelsea puntano sugli artisti italiani

Nell’arco di una settimana aprono tre grandi mostre

L’arte italiana conquista Chelsea, il regno delle gallerie newyorkesi. Nell’arco di una settimana, nel giro di pochi isolati, aprono al pubblico tre importanti mostre dedicate a Pier Paolo Calzolari, Lucio Fontana e Francesco Clemente.

Conosciuto come uno dei più originali, e quotati, interpreti dell’Arte Povera, Calzolari ha avuto il potere di abbattere il muro tra Marianne Boesky e Pace. In occasione del suo ritorno negli Stati Uniti, dopo 20 anni di assenza, le due gallerie, vicine di casa sulla 25esima strada, hanno creato un passaggio interno tra gli spazi. La mostra, una retrospettiva che comprende molte delle opere più significative della carriera di Calzolari, è un inno all’idea dell’arte come luogo di trasformazione, realizzata attraverso l’utilizzo di materiali effimeri e piccoli dispositivi elettrici, tra cui si innescano poetici processi di deterioramento.

Ad appena una strada di distanza, sulla 24esima, in una delle sedi dell’impero di Gagosian, è il trionfo di Lucio Fontana. Il curatore Germano Celant, in collaborazione con una delle ‘directors’ della galleria, Valentina Castellani, ha ricostruito per la mostra newyorkese sei degli “ambienti spaziali”, dove il visitatore si trova immerso in un delirante incontro tra architettura, pittura e scultura. Palesando tutta la visionarietà che ha animato la ricerca di Fontana, Gagosian presenta un’esposizione dal carattere museale, che racconta in maniera spettacolare e approfondita come il fondatore dello ‘spazialismo’ sia riuscito a superare la dimensione fisica dell’oggetto artistico.

A completare il quadro dei grandi nomi dell’arte italiana a Chelsea, ci pensa Francesco Clemente, che sabato 5 maggio inaugura una mostra di nuovi lavori alla galleria Mary Boone. Pittore di origini napoletane, Clemente è tra i protagonisti del movimento della Transavanguardia, che negli Ottanta ha contribuito al ritorno alla pittura dopo un decennio dominato dall’arte concettuale. A New York l’artista presenterà una serie di dipinti ispirati alle diverse parti del mondo in cui è vissuto, dall’India al Brasile, per i quali ha utilizzato materiali e iconografie caratteristici delle diverse culture.

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap