Fontana, Calzolari, Clemente: le gallerie di Chelsea puntano sugli artisti italiani

Nell’arco di una settimana aprono tre grandi mostre

L’arte italiana conquista Chelsea, il regno delle gallerie newyorkesi. Nell’arco di una settimana, nel giro di pochi isolati, aprono al pubblico tre importanti mostre dedicate a Pier Paolo Calzolari, Lucio Fontana e Francesco Clemente.

Conosciuto come uno dei più originali, e quotati, interpreti dell’Arte Povera, Calzolari ha avuto il potere di abbattere il muro tra Marianne Boesky e Pace. In occasione del suo ritorno negli Stati Uniti, dopo 20 anni di assenza, le due gallerie, vicine di casa sulla 25esima strada, hanno creato un passaggio interno tra gli spazi. La mostra, una retrospettiva che comprende molte delle opere più significative della carriera di Calzolari, è un inno all’idea dell’arte come luogo di trasformazione, realizzata attraverso l’utilizzo di materiali effimeri e piccoli dispositivi elettrici, tra cui si innescano poetici processi di deterioramento.

Ad appena una strada di distanza, sulla 24esima, in una delle sedi dell’impero di Gagosian, è il trionfo di Lucio Fontana. Il curatore Germano Celant, in collaborazione con una delle ‘directors’ della galleria, Valentina Castellani, ha ricostruito per la mostra newyorkese sei degli “ambienti spaziali”, dove il visitatore si trova immerso in un delirante incontro tra architettura, pittura e scultura. Palesando tutta la visionarietà che ha animato la ricerca di Fontana, Gagosian presenta un’esposizione dal carattere museale, che racconta in maniera spettacolare e approfondita come il fondatore dello ‘spazialismo’ sia riuscito a superare la dimensione fisica dell’oggetto artistico.

A completare il quadro dei grandi nomi dell’arte italiana a Chelsea, ci pensa Francesco Clemente, che sabato 5 maggio inaugura una mostra di nuovi lavori alla galleria Mary Boone. Pittore di origini napoletane, Clemente è tra i protagonisti del movimento della Transavanguardia, che negli Ottanta ha contribuito al ritorno alla pittura dopo un decennio dominato dall’arte concettuale. A New York l’artista presenterà una serie di dipinti ispirati alle diverse parti del mondo in cui è vissuto, dall’India al Brasile, per i quali ha utilizzato materiali e iconografie caratteristici delle diverse culture.

Altri Servizi

Suicidio in carcere per il finanziere Epstein

Stava aspettando l'inizio del processo. Era accusato di avere reclutato e sfruttato sessualmente una "rete di vittime" giovanissime. Fbi e Giustizia indagano. Focus sulle procedure di sicurezza nel centro di detenzione

Probabilmente suicidio. Il finanziere newyorchese che per anni ha sfruttato sessualmente minori anche solo di 14 anni è stato trovato morto nella cella del carcere dove si trovava in attesa che iniziasse il processo a suo carico. Se fosse stato giudicato colpevole, avrebbe dovuto trascorrere il resto della sua vita in carcere visto che la pena sarebbe stata di 45 anni.

Tsai (Alibaba) compra Brooklyn Nets e Barclays Arena per 3,5 mld $

Finisce l'era del russo Mikhail Prokhorov, artefice dello spostamento dal New Jersey a New York
Ap

I Brooklyn Nets hanno un nuovo proprietario. Il vicepresidente esecutivo di Alibaba Group, Joe Tsai, ha esercitato l'opzione di acquisto per le quote della società non ancora in suo possesso (il 51%), mettendo fine all'era di Mikhail Prokhorov, il magnate russo che aveva spostato la franchigia Nba - il massimo campionato professionistico di pallacanestro di Stati Uniti e Canada - dal New Jersey a New York.

Per il re del "Big Short", proteste Hong Kong una minaccia per economia globale

Steve Eisman teme che possano diventare un "cigno nero"

Le proteste a Hong Kong potrebbero mettere a repentaglio un qualsiasi accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina e potrebbero pesare sull'economia globale. Per questo, quelle proteste sono la principale preoccupazione per Steve Eisman, l'investitore reso celebre anche fuori dagli ambienti di Wall Street grazie al film "The Big short".

GE rimbalza: Ceo compra 2 mln $ di azioni dopo accusa di frode in stile Enron

Ieri il tonfo maggiore da 11 anni dopo la diffusione di un rapporto redatto da colui che aveva avvertito sullo schema Ponzi creato da Bernie Madoff

La Fda rilancia la lotta per mettere immagini choc sui pacchetti di sigarette

L'agenzia federale perse la battaglia legale contro le multinazionali nel 2012

Wall Street, focus sul commercio e sui segnali di recessione

Dati in programma: avvio di nuovi cantieri e fiducia dei consumatori
AP

Huawei ha aiutato i governi di Uganda e Zambia a spiare oppositori politici (Wsj)

Il colosso cinese, che domina i mercati africani, ha respinto ogni accusa
AP

Hong Kong, la Cina accusa gli Usa di fomentare il caos

Pechino biasima soprattutto Pelosi e McConnell

Macy's taglia l'outlook dopo conti deludenti

I grandi magazzini soffrono un calo dei turisti dall'estero. Le previsioni potrebbero peggiorare con nuovi dazi targati Trump
Macy's