Fox "resta impegnato" a comprare Sky: chiuso un anno con utili +49%

I conti dell'ultimo trimestre hanno superato le stime.
iStock

Nei tre mesi chiusi il 30 giugno scorso, 21st Century Fox ha registrato profitti e ricavi superiori alle previsioni degli analisti. Il colosso dell'intrattenimento parte della galassia Murdoch ha così archiviato l'intero anno fiscale con utili attribuibili ai soci di 4,48 miliardi, in rialzo del 49%, e ricavi per 30,4 miliardi (+7%).

Nel pubblicare i conti, il colosso dell'intrattenimento ha confermato ancora una volta che "resta impegnato" a onorare la sua offerta in contanti lanciata per aggiudicarsi la quota del 61% che ancora non possiede nella britannica Sky; essa è stata alzata a 14 sterline dalle 10,75 proposte originariamente nel dicembre 2016. L'azienda ha tempo fino al 22 settembre prossimo per rivedere la sua offerta, attualmente inferiore a quella di 14,75 sterline per azione messa sul piatto dalla rivale Comcast.

In quello che per il gruppo è stato il quarto trimestre fiscale, gli utili netti attribuibili ai soci sono stati di 925 milioni di dollari, o 50 centesimi per azione, in rialzo dai 501 milioni, o 27 centesimi per azione, dello stesso periodo del 2017. Al netto di voci straordinarie, i profitti per azione sono aumentati del 58% a 57 centesimi dai 36 centesimi per azione dell'anno precedente, oltre le attese dagli analisti per 54 centisimi ad azione.

Tra aprile e giugno i ricavi sono cresciuti del 18% annuo a 7,94 miliardi di dollari, sopra il consenso di 7,56 miliardi. Nel dettaglio, la divisione di tv via cavo che comprende Fox News ha registrato vendite in rialzo del 12% a 1,6 miliardi; quella delle tv tradizionali ha messo a segno un fatturato in aumento del 14% a 1,14 miliardi grazie alla trasmissione dei Mondiali di calcio. La divisione cinematografica ha registrato vendite per 2,3 miliardi, in crescita del 27% rispetto al periodo aprile-giugno del 2017.

Rupert e Lachlan Murdoch - co-presidenti esecutivi del colosso dell'intrattenimento nato nel 2013 dallo split in due della vecchia News Corp (a quella nuova fanno capo soltanto le attività editoriali con prodotti come il Wall Street Journal) - hanno commentato i conti ponendo l'accento sulla performance del titolo, "salito del 75% nel corso dell'anno fiscale contro il +12% registrato dall'S&P 500 e il -10% subito dai concorrenti nel settore media". Per loro l'incredibile valore generato quest'anno attraverso le transazioni proposte (inclusa la cessione di gran parte dei suoi asset a Walt Disney, ndr), dimostrano il lavoro che abbiamo fatto per posizionare le nostre attività in modo che abbiano successo durante questo periodo di grande cambiamento". I due Murdoch hanno sottolineato che è stato messo a segno "uno dei migliori semestri di sempre" per lo studio cinematografico dell'azienda. "Mentre ci avviciniamo a fondere le nostre attività con Disney creando una nuova Fox, siamo convinti che le strade che stiamo spianado per le nostre attività storiche (quelle televisive, ndr) garantiranno ai nostri soci un valore in aumento".

Il titolo di classe A di 21st Century Fox ha terminato la seduta in calo dello 0,09% a 45,46 dollari. Nel dopo mercato - in reazione ai conti, arrivati a mercati Usa chiusi - è stato poco mosso. Da inizio 2018 ha aggiunto il 31,65% e nell'ultimo anno il 62%.

Altri Servizi

Elon Musk vuole controllare uno smartphone con il pensiero

La sua start-up Neuralink punta a iniziare test sugli esseri umani mettendo sensori nel cranio
AP

Dopo avere cambiato il modo di fare pagamenti con PayPal, dopo avere fatto da apripista nel settore dell'elettrificazione delle auto con Tesla e dopo avere gettato le basi per portare turisti nello spazio con SpaceX, adesso Elon Musk punta sull'interazione uomo-macchina con Neuralink.

Libra pericolosa "più dell'11 settembre": l'attacco di un deputato Usa

Il responsabile del progetto di Facebook, David Marcus, messo sotto torchio al Congresso per il secondo giorno di fila
Ap

La criptovaluta che Facebook vorrebbe lanciare nel 2020 continua ad alimentare dubbi tra i legislatori americani. Nella seconda giornata consecutiva di audizioni al Congresso Usa, un democratico della California ha sostenuto che Libra può fare danni maggiori degli attacchi terroristici che colpirono l'America l'11 settembre del 2001. Brad Sherman, membro della commissione Servizi finanziari della Camera, ha affermato: "Ci viene detto che l'innovazione è sempre positiva. La cosa più innovativa che è successa nel secolo in corso è stata quando [l'ex leader di al-Qaeda] Osama bin Laden ebbe l'idea innovativa di fare schiantare due aerei" contro le Torri Gemelle di New York. "Quella è stata l'innovazione più significativa, anche se questa [Libra] potrebbe mettere in pericolo l'America ancora di più".

Tutti gli occhi su Libra: chi dovrà regolarla?

La Sec sta studiando la criptovaluta di Facebook per capire se debba essere trattata come un Etf. Intanto Trump chiede regole per evitare che le valute virtuali facilitino attività illegali

La Securities and Exchange Commission (Sec), l'ente statunitense che equivale all'italiana Consob, sta valutando la possibilità che Libra, la criptovaluta che Facebook vorrebbe lanciare, debba ricadere sotto la sua supervisione, una possibilità che renderebbe più complicato il progetto di Mark Zuckerberg, già criticato dal presidente Donald Trump e da molti deputati.

Wall Street, altra giornata di trimestrali

Analisti preoccupati dalle nuove accuse di Trump alla Cina
AP

Incidenti 737 Max: per Boing ogni vittima vale meno di 150mila dollari

Il gruppo destina la metà dei 100 milioni di dollari promessi a famiglie e comunitià di chi ha perso la vita in due incidenti. A gestire i risarcimenti, reclutato lo stesso avvocato degli attacchi terroristici dell'11 settembre
iStock

Il 3 luglio scorso Boeing aveva sorpreso annunciando la creazione di un fondo da 100 milioni di dollari per le famiglie e per le comunità delle vittime dei due incidenti aerei che hanno messo a repentaglio la reputazione del gruppo e che da marzo hanno costretto gli esemplari del suo 737 Max a restare a terra.

Trump attacca le deputate progressiste: "Tornino nei Paesi corrotti da dove sono venute"

Nel mirino Ocasio-Cortez, le musulmane Ilhan Omar e Rashida Tlaib e l'afroamericana Ayanna Pressley

In un weekend particolarmente teso negli Stati Uniti, dopo il via libera di Donald Trump ai raid contro i migranti irregolari, il presidente americano si è scagliato contro un gruppo di parlamentari progressiste appartenenti ad alcune minoranze etniche sempre più influenti all'interno del Partito Democratico.

Fmi: la relazione economica della Cina con il mondo è diventata equilibrata

Quasi azzerato l'avando delle partite correnti: nel 2019 allo 0,4% del Pil. Era oltre il 10% nel 2007. L'istituto avverte: dispute commerciali con Usa colpiscono tutti. Si rischia "notevoli" perdite di posti di lavoro

Il Fondo monetario internazionale crede che la relazione economica della Cina con il resto del mondo sia abbastanza equilibrata, cosa che fa venire meno uno dei rischi per l'economia globale. E' la dimostrazione di come negli ultimi anni la nazione asiatica sia diventata più dipendente dalla domanda interna e meno dalle esportazioni e dagli investimenti stranieri.

Fmi: scelta per la Bce, Lagarde dà dimissioni, al via ricerca successore

Il d.g. ad interim resta per il momento David Lipton
World Bank

Wall Street, attesa per le trimestrali

Trimestrali di JP Morgan, Goldman Sachs e Wells Fargo
AP

Trump ancora contro 4 deputate Usa, dopo il precedente attacco razzista

Ieri, il presidente aveva invitato le quattro parlamentari a tornare "da dove vengono"
Ap