Franca Sozzani continua a ispirare l'impegno sociale

Lanciato un premio in onore della direttrice di Vogue Italia scomparsa nel dicembre 2016. Naomi Campbell, Iman, Beatrice Borromeo e Afef Jnifen, a New York per ricordarla nella settimana Onu unendo moda e solidarietà
Franca Sozzani

Impegno sociale e bellezza. Nella settimana che vede i leader mondiali riuniti alle Nazioni Unite per l'Assemblea Generale, al Pierre Hotel di Manhattan si è svolto il settimo First Ladies Luncheon di Fashion4Development, l'organizzazione fondata da Evie Angelou in seno all'Onu per promuovere e sostenere progetti legati alla moda nei Paesi in via di sviluppo.

Il pranzo è stata l'occasione per presentare il Franca Sozzani Award, premio appena nato in onore della direttrice di Vogue Italia scomparsa nel dicembre 2016, e che dal 2011 fino alla sua morte è stata Ambasciatrice di Buona Volontà per F4D. Da quest'anno, ogni anno, una personalità legata alla moda e all'impegno umanitario verrà premiata per i suoi sforzi nel portare avanti, idealmente, il lavoro iniziato da Sozzani.

La prima a riceverlo nella sua edizione 2017 è stata Precious Moloi-Motsepe, ex medico che con la Motsepe Foundation segue e sostiene progetti di moda in Sudafrica, come mezzo di emancipazione del lavoro femminile e delle comunità locali.

Afef Jnifen, nominata Ambasciatrice di Buona Volontà per il Medio Oriente, ha poi ritirato, commossa, la medaglia al valore destinata a Sozzani per l'opera svolta negli scorsi anni. Lei e la direttrice di Vogue erano molto amiche. "La nostra amicizia è nata tardi: eravamo due caratteri forti, e per tanto tempo ci siamo studiate da lontano.  Quando ci siamo scoperte, però, è stato come ritrovare una sorella gemella", ha raccontato Jnifen ad America24. "Franca è con me ogni giorno, rimane con me in tutto", ci ha detto con gli occhi lucidi; dopo una pausa in cui si è ripresa e noi ci siamo scusati per averla fatta commuovere con le nostre domande, ha proseguito: "Ho tantissimi ricordi belli insieme a lei, ma è ancora troppo presto per pensarci senza mettermi a piangere. Una cosa di cui sono grata è l'essere riuscita, il giorno in cui è morta, a passare un po' di tempo da sola con lei, e di essere riuscita a farla ridere".

"Le persone che abbiamo amato rimangono con noi anche dopo essersene andate", le ha fatto eco Iman, che porta al collo una catenina con il nome "David" in ricordo del marito David Bowie, scomparso nel gennaio 2016. "Lui è sempre con me. E anche Franca, a modo suo, lo è: avevo grande stima di lei, ha fatto moltissimo per le modelle di colore. Le dicevo sempre: tu sei italiana, ma sei anche una cittadina del mondo".

Beatrice Borromeo, da poco diventata mamma di Stefano, avuto con il marito Pierre Casiraghi, ha spiegato ad America24 di avere "sempre pensato che io e Franca fossimo molto amiche. Quando è morta, invece, mi sono resa conto che nella mia vita ha avuto anche un ruolo materno" . Seduta a un tavolino del Pierre Hotel ha continuato: "Siamo andate insieme a scegliere il mio abito da sposa, e fino all'ultimo ci siamo scritte sms per decidere il nome di mio figlio". Parlandoci di 'Bambini Mai', il suo documentario sulla camorra di Caivano (che andrà in onda su Sky a ottobre e che è stato presentato in anteprima durante il pranzo) ci ha poi detto che Sozzani è stata un'importante voce con cui confrontarsi anche per il lavoro: "La cosa bellissima di Franca era che non ti faceva mai sentire giudicato. Leggeva le mie cose, mi dava consigli, ma aveva la grande dote di non essere mai invadente nel suo ruolo di guida: ti lasciava crescere senza imporsi".

Anche Naomi Campbell, premiata da Diane von Furstenberg per il lavoro che svolge da anni come portavoce dell'organizzazione Fashion For Relief, di lì a poco ha speso sul palco parole simili a quelle di Afef, Iman e Beatrice: "Franca Sozzani era una sorella, una coach insosituibile, un'amica e una pioniera".

Per Sozzani, l'opera svolta in Africa come Ambasciatrice di Buona Volontà era più importante di ogni altra cosa: "Si sentiva utile. Le brillavano gli occhi", ha spiegato suo figlio Francesco Carrozzini, (intervenuto in video perché si trovava in Europa). Da adesso, ogni anno, un nuovo ambasciatore della moda e della solidarietà prenderà il testimone lasciato da Franca Sozzani, portando avanti il lavoro prezioso di una donna che - come ha detto la fondatrice di F4D Evie Angelou - "si è fatta portare dai suoi sogni in posti dove non andava nessuno".

 

Naomi Campbell
Naomi Campbell e Iman
Iman
Beatrice Borromeo
Precious Moloi-Motsepe
Farida Khelfa, Evie Angelou, Afef Jnifen
La sfilata di Elie Saab
Altri Servizi

Fca scommette su Jeep e Ram. Marchionne, "non abbiamo bisogno di nessuno"

Il gruppo tira dritto da stand alone. Target 2017 e 2018 confermati. Dividendo? Meglio un buyback. Un futuro in politica? "Nemmeno di notte"
Fca

Detroit - Per avere più chiarezza sul futuro di Fiat Chrysler Automobiles in Italia bisognerà aspettare il nuovo piano industriale, che verrà presentato il primo giugno prossimo con ogni probabilità a Balocco. Ma la rotta del gruppo, specialmente in Usa, sembra comunque già tracciata e destinata a passare attraverso i veicoli che rendono di più: pickup truck e Suv. "L'azienda ci ha visto lungo spostando la sua attenzione dalle auto ai light truck in Usa", ha detto alla stampa Sergio Marchionne, confermando i target del 2017 e del 2018, anno in cui potrebbe esserci lo spinoff di Magneti Marelli con quotazione solo a Milano.

Con Trump, gli Usa puntano a più pene di morte per punire crimini violenti

Il favore dell'opinione pubblica americana per questo tipo di pena è tuttavia ai minimi di 45 anni fa
Il segretario alla Giustizia, Jeff Sessions Ap

Dagli Stati Uniti sono arrivati i primi segnali di come, per punire crimini violenti, il dipartimento di Giustizia nell'era Trump voglia un uso maggiore della pena di morte rispetto ad amministrazioni precedenti. E questo, nonostante il favore dell'opinione pubblica verso questa misura sia calato: secondo un sondaggio di Gallup risalente a ottobre, l'ultimo disponibile sull'argomento, il 55% degli americani adulti è favorevole a spedire nel braccio della morte gli autori di omicidi; si tratta di minimi di 45 anni fa.

Kodak si unisce alla criptomania: lancia valuta digitale per fotografi

Si chiama KODAKCoin. Al via piattaforma KODAKOne su cui gli artisti potranno registrare il loro lavoro in modo da poterlo offrire in licenza
Kodak

Anche Eastman Kodak si unisce alla mania associata alle valute digitali. E il titolo vola del 45% a 4,49 dollari al New York Stock Exchange.

La nipote di Martin Luther King difende Trump: "Non è razzista e le sue politiche aiutano gli afroamericani"

Nel giorno in cui si festeggia negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, la figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace difende il presidente, che dice: "Il sogno di Martin Luther King è il nostro sogno, è il sogno americano".

Tensioni Usa-Turchia sulla Siria. Erdogan: "Stroncheremo le nuove forze curde appoggiate da Washington"

È in corso di preparazione un nuovo esercito di frontiera nel nord e nel sud-est della Siria, dominato dai curdi, che dovrebbe essere formato da 30.000 soldati

Spotify vuole rivoluzionare le Ipo a Wall Street: per banche commissioni più basse

I tre adviser di Spotify, Goldman Sachs, Morgan Stanley e Allen & Co, si divideranno probabilmente commissioni per 30 milioni di dollari, cifra che potrebbe cambiare in base alle dimensioni della società al momento del debutto e al successo della quotazio
iStock

Per Astaldi contratto da 108 milioni di dollari per costruire una tratta autostradale in Usa

È prevista la costruzione di 8 chilometri di nuova autostrada lungo il tracciato State Road 429–State Road 46 (Wekiva Parkway, Sezione 7A), compresi 12 ponti e tutte le opere connesse.

Trump all'attacco: non sono razzista, su immigrazione democratici mi ostacolano

Il presidente ha spiegato di voler concludere un accordo sull'immigrazione, ma di essere ostacolato dagli avversari democratici: "Noi siamo pronti, desiderosi e capaci di ottenere un accordo sui Daca", ha detto.
AP