Frieze Art Fair, a New York apre la prima edizione della fiera made in England

Dal 3 al 7 maggio, più di 180 gallerie internazionali approdano a Randall’s Island

Questa settimana i newyorkesi avranno una buona ragione in più per raggiungere Randall’s island, la piccola isola dell’East River, incastrata tra Manhattan, Queens e il Bronx. Dal 3 maggio ospiterà infatti la prima edizione di Frieze Art Fair, la fiera d’arte contemporanea lanciata nel 2003 a Londra e divenuta tra gli appuntamenti artistici più importanti d’Europa.”Quando abbiamo trovato Randall’s Island, abbiamo capito che avevamo una location entusiasmante, flessibile e facile da raggiungere”, ha commentato ad ArtInfo Amanda Sharp, direttrice e co-fondatrice della fiera, “una piccola avventura per i residenti di New York, che forse la visiteranno per la prima volta”

Sponsorizzata da Deutsche Bank, come a Londra, la fiera ospita fino al 7 maggio più di 180 gallerie provenienti da 30 Paesi, una decina le italiane, in una struttura di circa 23 mila metri quadri progettata ad hoc dallo studio di architetti di Brooklyn SO-IL. Oltre agli stand delle gallerie internazionali, collezionisti e visitatori potranno anche scoprire le installazioni del programma “Projects”, situate all’aperto in diverse aree della piccola isola verde. Affidato alla curatrice italiana Cecilia Alemani, compagna del direttore artistico della prossima Biennale di Venezia Massimo Gioni, il programma coinvolge otto artisti tra cui lo scultore del Bronx John Ahearn, che, come riporta Bloomberg, propone la ricostruzione della sua installazione “South Bronx Hall of Fame” (1979), una sorta di “campionario” di calchi in gesso dei residenti del suo borough, tra cui bambini, senzatetto e tossicodipendenti. Alemani cura anche un’originale sezione dedicata alla soundart che, sponsorizzata da BMW, coinvolge gli artisti Martin Creed, Rick Moody e Frances Stark nella realizzazione di opere sonore che dal 4 maggio saranno scaricabili dal sito della fiera.

Come da copione, anche in questo caso insieme alla fiera inaugurano decine di altri eventi artistici per tutta la città. Il 3 maggio al MoMA PS1 apre al pubblico la mostra personale dell’artista trevigiana Lara Favaretto, con una dozzina di lavori, tra opere inedite e realizzate negli ultimi 15 anni. Anche nell’impero di Larry Gagosian aprono due importanti mostre: la sede dell’Upper East Side di Manhattan il 2 maggio dedica un'esibizione a Pablo Picasso, mentre il giorno seguente in una delle due sedi di Chelsea inaugura “Lucio Fontana, Ambienti Spaziali”, curata da Germano Celant, in collaborazione con la direttrice della galleria Valentina Castellani. Con la mostra di Michelangelo Pistoletto appena chiusa alla galleria Luhring Augustine, in questi giorni l’Arte Povera raddoppia tra le gallerie di Chelsea con l’esibizione del bolognese Pierpaolo Calzolari, organizzata in collaborazione tra le gallerie Marianne Boesky Gallery e la vicina Pace, in uno spazio ad hoc.

Altri Servizi

Wall Street, attenzione rivolta agli Spring Meetings dell'Fmi

Tra i dati in programma oggi, le richieste dei sussidi di disoccupazione
iStock

L'alt nucleare della Nordcorea

Kim vuole lanciare la versione nordcoreana della glasnost sovietica di Mikhail Gorbachev?

E' certamente un "notevole progresso", come ha detto Donald Trump. Ma per esserlo, l'annuncio arrivato ieri dalla Corea del Nord di un alt ai suoi test missilistici e nucleari deve essere genuino. Per scoprirle se lo sia, serve tempo e dunque un cauto ottimismo - quello consigliato dagli osservatori - sembra necessario.

La conferma di Pompeo a segretario di Stato Usa a rischio in Senato

Al direttore della Cia servirà il voto di almeno un democratico. La sua visita in Corea del Nord un ulteriore ostacolo verso il voto
Ap

La conferma del direttore della Cia, Mike Pompeo, come nuovo segretario di Stato non è scontata, al Senato statunitense. Nessun democratico ha finora dichiarato di sostenerlo e, con il repubblicano Rand Paul contrario e il collega John McCain tornato in Arizona per portare avanti la sua difficile battaglia contro il cancro, al Grand Old Party servirebbe il voto di un democratico, nel caso gli altri 49 repubblicani in Senato si schierassero con l'uomo scelto dal presidente Donald Trump per prendere il posto di Rex Tillerson.

Russiagate: Giuliani, ex sindaco di NY, si unisce al team di legali di Trump

Il presidente: "è fantastico", amici da tanto tempo. Lui: "un onore"
AP

L'ex sindaco di New York City, Rudy Giuliani, entra a fare parte del team di avvocati personali di Donald Trump. Da sempre un sostenitore di colui che è diventato il 45esimo presidente americano, l'ex primo cittadino newyorchese si unirà alla squadra di legali che rappresenta l'inquilino della Casa Bianca nell'inchiesta sul cosiddetto Russiagate.

Lagarde: troppo potere nelle mani dei colossi tech? Spezzatino non è soluzione

Per il d.g. del Fond monetario, serve pensare a un "nuovo paradigma"
Facebook

Non crede che uno spezzatino di colossi tecnologici come Amazon, Facebook o Google sia "la risposta giusta" al loro crescente potere. "In passato poteva essere una soluzione" ma ora i legislatori devono "pensare in modo nuovo, e rapidamente". Christine Lagarde, il direttore generale del Fondo monetario internazionale, è convinta che anche su questo, come nel commercio, serva la cooperazione delle istituzioni.

I democratici fanno causa a Russia, Trump e WikiLeaks

Il Comitato nazionale democratico li accusa di aver cospirato contro Clinton alle elezioni presidenziali dello scorso anno
Hillary Clinton

Il partito democratico statunitense ha deciso di fare causa alla Russia, allo staff elettorale di Donald Trump e a WikiLeaks, che avrebbero cospirato contro Hillary Clinton alle elezioni presidenziali statunitensi del 2016.

Alcoa si aspetta un deficit nel 2018 di alluminio, su cui l'amministrazione Trump ha imposto dazi. Il gruppo ieri ha fornito una indicazione della conseguente domanda attesa in aumento con la pubblicazione della sua trimestrale.

Wall Street, si attenuano le preoccupazioni sulla Siria

Oggi, trimestrali di Bank of America e Netflix
iStock

La procura di NY 'interroga' 13 exchange di criptovalute

Chieste informazioni perché "troppo spesso i consumatori non hanno le notizie di base di cui hanno bisogno per valutare l'integrità e la sicurezza delle piattaforme di trading"

Il procuratore generale di New York, Eric Schneiderman, ha annunciato l'avvio di un'indagine sugli exchange di criptovalute come Bitcoin (che su Coinbase si mantiene sopra gli 8.000 dollari).

Draghi e G20 contro il protezionismo. In Eurozona crescita robusta

Il governatore della Bce promette "pazienza" nella politica monetaria. Fmi "fiducioso" su Italia post elezioni. Padoan: Mattarella guiderà "trattative di successo" per la formazione del nuovo governo

Washington - C'è un tema che sta tenendo banco a Washington, dove i ministri delle finanze e i banchieri centrali da tutto il mondo sono riuniti sotto il tetto del Fondo monetario internazionale: le tensioni commerciali e il rischio che possano ledere lo slancio economico di cui sta godendo tutto il mondo, inclusa l'Eurozona. Lo sguardo è rivolto alla non lontana Casa Bianca, da dove il presidente americano Donald Trump vuole usare i dazi come leva per negoziare accordi commerciali più favorevoli per gli Stati Uniti.