Gaffe di Trump: nessuna nave da guerra minaccia la Corea del Nord

Invece di navigare verso la penisola coreana come detto dal presidente, la portaerei Carl Vilson era diretta verso l'Oceano indiano per un'esercitazione con la Marina australiana. Una immagine lo dimostra

La notizia era cominciata a circolare, forse sulla base di un fraintendimento dentro l'amministrazione Usa, prendendo le vesti dell'ufficialità e della minaccia. E nessuno dalla Casa Bianca in questi giorni si è preoccupato di rettificarla, spiegando quale tipo di operazioni vedesse realmente impegnate la portarerei Carl Vinson e altre quattro navi da guerra americane che la scorsa settimana si credeva fossero dirette verso la Corea del Nord. Ora si scopre infatti che la flotta era salpata nella direzione opposta da quella annunciata da Washington: verso l'Oceano indiano, dove doveva partecipare a un'esercitazione congiunta con la Marina australiana, a ben 3.500 miglia dalla penisola coreana. Solo adesso le navi si stanno muovendo verso le acque della Corea del Nord, dove potrebbero arrivare non prima della prossima settimana, secondo il Pentagono.

Dopo le prime indiscrezioni emerse il 17 aprile, sollevate da Defense News, è stato il New York Times a eliminare ogni dubbio, facendo affidamento su una fotografia pubblicata dalla stessa Marina statunitense che mostra la portaerei Vilson in navigazione attraverso lo Stretto della Sonda, che separa le isole indonesiane di Giava e Sumatra tra il Mar di Giava e l'Oceano Indiano. Lo scatto è stato realizzato sabato 15 aprile, quattro giorni dopo che il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, aveva annunciato la missione nel mar del Giappone. Peccato che lì la flotta ancora non sia arrivata.

"Stiamo inviando una 'Armada' molto potente, verso la Corea del Nord", aveva detto il presidente statunitense, Donald Trump, durante un'intervista a Fox Business. E la mossa così annunciata aveva immediatamente preso i contorni di un chiaro segnale rivolto a Pyongyang in risposta ai test missilistici che si ci aspettava il regime avrebbe fatto scattare in occasione del 105esimo anniversario, il 15 aprile, della nascita del fondatore della Stato Kim Il-sung, nonno dell'attuale leader Kim Jong-un (un test c'è stato ma è fallito).

Dalla Casa Bianca hanno spiegato che la notizia della partenza delle navi da guerra verso la Corea del Nord era stata data facendo riferimento a indicazioni del dipartimento della Difesa. Il tutto sarebbe montato a partire da un errore iniziale sulla descrizione della tempistica dell'operazione, dovuto a un annuncio prematuro da parte del Pacific Command dell'esercito americano, che ha poi determinato una spiegazione sbagliata da parte del segretario alla Difesa Jim Mattis.

L'arrivo della flotta verso la Corea del Nord sembrava imminente l'11 aprile, al punto che da quel momento era cominicia a circolare la voce che il presidente Trump stesse prendendo in considerazione l'ipotesi di un attacco preventivo contro Pyongyang (poi smentito). La Casa Bianca non ha voluto fornire spiegazioni della vicenda, rinviando tutte le domande al Pentagono. Fonti interne all'amministarzione hanno espresso al New York Times la loro perplessità e lo stupore per il fatto che il Pentagono non abbia definito in maniera chiara la tempistica, alla luce dell'alto livello di tensione nella Regione e delle dichiarazioni pubbliche di Spicer e del consigliere per la sicurezza nazionale H.R. McMaster.

Altri Servizi

Trump, con un video attacca Obama, Clinton e Bush su Gerusalemme

Con un tweet il presidente americano critica i suoi predecessori: avevano annunciato lo spostamento dell'ambasciata Usa in Israele da Tel Aviv nella città contesa ma non lo hanno fatto
AP

Due giorni dopo avere riconosciuto Gerusalemme come capitale d'Israele, Donald Trump ha pubblicato su Twitter un video che mostra tre suoi predecessori - Bill Clinton, George W. Bush e Barack Obama - fare la stessa promessa, poi non mantenute. "Io ho mantenuto le promesse della mia campagna elettorale - altri non lo hanno fatto", ha tuonato il45esimo presidente americano.

Scandali sessuali, tre parlamentari Usa costretti alle dimissioni in tre giorni. Qualcosa di simile accadde solo per la schiavitù

Per il Washington Post, situazione senza precedenti. Quelle dimissioni, prima della Guerra civile, furono un atto politico. Oggi, sono le donne comuni a costringere senatori e deputati a farsi da parte

È stata una settimana straordinaria, quella appena terminata al Congresso statunitense: dopo essere stati accusati di molestie sessuali, tre membri del parlamento si sono dimessi. Per trovare un momento simile, nella storia degli Stati Uniti, bisogna tornare alla Guerra civile e alla schiavitù.

La Nba vuole una squadra della sua lega minore a Città del Messico

La lega professionistica vuole continuare a espandersi e guarda al maggior mercato dell'America Latina. La nuova squadra della G League potrebbe giocare già dalla prossima stagione
Ap

Gerusalemme capitale, rottura tra palestinesi e statunitensi: Abu Mazen non riceverà Pence

Il presidente dell'Autorità palestinese annulla l'incontro con il vicepresidente statunitense previsto a giorni, a causa della decisione di Washington di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele

Gli Usa contro la Russia, a 30 anni dal trattato INF per l'eliminazione dei missili

Da tempo Washington denuncia le violazioni di Mosca. L'amministrazione Trump pronta a sviluppare un'arma per restare al passo dei russi
Ap

Apple verso l'acquisto di Shazam, app per riconoscere le canzoni

TechCrunch: il produttore dell'iPhone potrebbe pagare meno di un miliardo di dollari

Obama paragona Trump a Hitler

Invocando lo spettro della Germania nazista, il 44esimo presidente americano avverte i concittadini: non siate compiacenti
Ap

La Casa Bianca cerca di tranquillizzare gli amici newyorchesi di Trump sulle deduzioni

Gli Stati con tasse altre fanno pressing per non vedere ridotta o eliminata la possibilità di detrarre le imposte statali e locali nella dichiarazione dei redditi
AP

Caterpillar fa mea culpa, ha truffato clienti e gettato in mare le prove

Riparazioni inutile ai vagoni di gruppi attivi nel settore ferroviario. Multa da 5 milioni di dollari e rimborsi per 20 milioni. Cifre modeste ma un colpo alla sua reputazione
Caterpillar

L'occupazione Usa cresciuta più del previsto a novembre, Fed pronta a una stretta

Per l'86esimo mese di fila le aziende hanno reclutato personale. I salari orari però sono saliti meno del previsto