GE rimbalza: Ceo compra 2 mln $ di azioni dopo accusa di frode in stile Enron

Ieri il tonfo maggiore da 11 anni dopo la diffusione di un rapporto redatto da colui che aveva avvertito sullo schema Ponzi creato da Bernie Madoff

General Electric rimbalza al Nyse (+6,7% a 8,54 dollari) all'indomani del tonfo maggiore da 11 anni (-11,3% a 8,01 dollari).

Il Ceo della conglomerata industriale, Larry Culp, ha comprato titoli del gruppo con un valore di quasi due milioni di dollari. La mossa, comunicata ieri sera alla Sec e riguardante 252.200 azioni comprare per 7,93 dollari l'una, segue le accuse mosse contro Ge da colui che aveva avvertito sullo schema Ponzi creato da Bernie Madoff.

In un rapporto di 175 pagine, l'esperto contabile Harry Markopolos ha accusato GE di avere messo in atto una "frode più grande di quella di Enron", la società energetica collassata nel dicembre del 2001 lasciando a casa di punto in bianco 4mila dipendenti. E' diventata simbolo di uno dei peggiori scandali contabili degli Usa. Reclutato da un hedge fund il cui nome non è stato reso noto,

Markopolos ha studiato per oltre un anno i documenti finanziari della conglomerata osservando "un approccio Enronesco che ha lasciato GE sull'orlo dell'insolvenza". Lui sostiene di avere scoperto una frode di 38 miliardi di dollari (pari a oltre il 40% della capitalizzazione del gruppo), cosa definita "solo la punta di un iceberg".

Secondo Markopolos, GE ha una "lunga storia" di frodi contabili che risalgono al 1995, quando al vertice c'era Jack Welch. Per questo lui ha sostenuto che GE potrebbe ricorrere prima o poi alla bancarotta.

L'azienda ha definito false le accuse. Il Ceo Culp ieri aveva reagito dicendo: "GE prenderà sempre molto seriamente ogni accusa di cattiva condotta finanziaria. Ma questa è pura e semplice manipolazione di mercato. Il rapporto di Markopolos continue dichiarazioni false e la sua tesi poteva essere corretta se si fosse confrontato con GE prima di pubblicare il suo rapporto", diffuso attraverso il sito creato ad hoc www.GEfraud.com.

Secondo Culp, il fatto che Markopolos non abbia sentito l'azienda prima di pubblicare il rapporto "mostra come lui non sia interessato a un'analisi finanziaria accurata ma sia interessato solo a generare una volatilità al ribasso del titolo GE in modo tale che l'hedge fund partner rimasto anonimo possa personalmente trarne profitto". Ieri Markopolos ha spiegato a Cnbc che guadagna una "percentuale decente" dei profitti che il fondo speculativo genererà scommettendo contro il titolo GE. Secondo la conglomerata, questa è un'altra prova della poca credibilità del rapporto.

Da gennaio l'azione GE ha guadagnato il 12% ma negli ultimi 12 mesi ha perso il 31%.

Altri Servizi

Per il secondo giorno di fila la Federal Reserve intende iniettare 75 miliardi di dollari in un angolo cruciale del sistema finanziario, quello cosiddetto "money market". Lo farà oggi, dalle 14.15 alle 14.30 italiane, all'indomani del primo intervento di tale portata dal 2008.

iStock

Le tensioni commerciali tra Usa e Cina, la perdita di Amazon come cliente e costi in aumento per le spedizioni su strada hanno pesato sui conti di FedEx, che ha deluso gli analisi e ha tagliato l'outlook per l'intero esercizio fiscale. Il titolo FedEx è arrivato a perdere il 13% a 160,21 dollari nell'after-hours ieri a Wall Street dopo una seduta finita in ribasso dello 0,16% a 173,3 dollari.

Wall Street, pesano le tensioni in Medio Oriente

L'aumento del prezzo del petrolio, dopo gli attacchi contro gli impianti sauditi, fa temere il rallentamento dell'economia mondiale
AP

Nuove accuse contro il giudice Kavanaugh, i Dem: "Impeachment"

I candidati alla presidenza contro il giudice della Corte Suprema, la cui nomina è stata confermata lo scorso anno nonostante le accuse di tentato stupro e molestie sessuali
Ap

I candidati democratici alla presidenza statunitense chiedono l'impeachment o indagini approfondite su Brett Kavanaugh, giudice della Corte Suprema, dopo le nuove accuse di molestie sessuali contro di lui emerse nei giorni scorsi grazie al New York Times.

Wall Street attende le decisioni della Fed

Oggi inizia la riunione del Fomc, che domani comunicherà le sue decisioni sul taglio dei tassi
AP

Ex funzionari Usa: spionaggio israeliano contro Trump

Lo scrive Politico. Non ci sarebbero state conseguenze per l'alleato
Ap

Israele avrebbe piazzato dei dispositivi vicino alla Casa Bianca e in altri luoghi sensibili di Washington per spiare l'amministrazione Trump, secondo tre ex funzionari statunitensi a conoscenza della questione, che hanno parlato con Politico. Negli ultimi due anni, il governo statunitense è arrivato alla conclusione che Israele sarebbe il probabile autore del posizionamento di diversi dispositivi di sorveglianza delle comunicazioni telefoniche, ma al contrario di quanto avvenuto in altri casi di spionaggio scoperti su suolo statunitense, l'amministrazione Trump non ha attaccato quella israeliana e non ci sono state conseguenze per l'alleato, secondo una delle fonti. 

Trump: "Hamza bin Laden ucciso in un'operazione Usa"

Il presidente conferma la morte del figlio ed erede del leader di al Qaida e il coinvolgimento statunitense
Ap

Hamza bin Laden, come il padre Osama, è stato ucciso dagli Stati Uniti. A confermare la notizia della sua morte e del coinvolgimento statunitense è stato il presidente Donald Trump. "Hamza Bin Laden, alto responsabile di al Qaida e figlio di Osama Bin Laden, è stato ucciso in un'operazione antiterrorismo compiuta dagli Stati Uniti nella regione dell'Afghanistan/Pakistan" ha dichiarato il presidente, in un comunicato.

Wall Street attende la decisione della Fed sui tassi

Alle 20 italiane l'annuncio: probabile un nuovo taglio di 25 punti base
AP

Sciopero Gm, interviene Trump (che sta con i lavoratori)

Lo scrive Politico. Il presidente vuole un accordo che comprenda la riapertura della fabbrica di Lordstown
AP

La Casa Bianca interviene nello scontro tra General Motors e sindacato. Secondo due fonti di Politico, l'amministrazione statunitense sta cercando di portare le due parti a un accordo che comprenda la riapertura della fabbrica di Lordstown, in Ohio, che Gm ha chiuso a marzo e che il sindacato e il presidente Donald Trump vogliono sia riaperta.