General Motors si colora di rosa: una 39enne diventa direttore finanziario

Risponderà al Ceo Mary Barra, la prima donna al volante di un gruppo automobilistico

General Motors è praticamente in mano alle donne. Una 39enne di origini indiane è stata promossa per diventare il direttore finanziario del più grande prodotture americano di auto davanti a Ford e Fiat Chrysler Automobiles. Si tratta di Dhivya Suryadevara, che dal prossimo primo settembre prenderà il posto del 58enne Chuck Stevens. Dopo oltre 40 anni nell'azienda di Detroit (Michigan), il top manager ha comunicato la sua intenzione di andarse. Cfo dal 15 gennaio 2014, Stevens sarà advisor fino al suo addio.

Suryadevara - laurea e master in India e un Mba ad Harvard - renderà conto delle proprie attività all'amministratore delegato Mary Barra, la prima donna al mondo a essere finita al volante di un gruppo di auto (era il gennaio 2014). Il Ceo ha commentato la promozione della 39enne, dal luglio 2017 vicepresidente delle finanze aziendali, dicendo che la sua "esperienza e leadership in vari ruoli chiave nelle nostre attività finnziarie la posizionano bene per portare avanti i risultati forti che abbiamo conseguito negli ultimi anni". Focalizzandosi sulle vetture ad alti margini come i Suv e i pickup truck, GM ha conseguito due anni di fila con profitti operativi record.

In un settore, quello delle quattro ruote, dominato da sempre dagli uomoni, la promozione di Suryadevara dimostra l'importanza crescente del gentil sesso in GM. Cinque degli 11 membri del cda dell'azienda sono donne e a Barra riferiscono varie executive tra cui Kimberly Brycz, a capo delle risorse umane da marzo, e Alicia Boler Davis, a capo delle attività manifatturiere.

Stando a una nota di GM, Suryadevara ha avuto un ruolo chiave nel disivestimento in Opel, nell'investimento in Lyft (l'anti-Uber) e in quello della giapponese SoftBank annunciato recentemente per 2,25 miliardi di dollari nelle attività di GM dedicate alla guida autonoma. Tra il 2015 e il 2017, Suryadevara "ha contribuito" a ottenere un rialzo dei rating delle tre principali agenzie e dal 2013 al 2017 è stata anche Ceo e direttore investimenti di GM Asset Management.

Nel 2018 il titolo GM ha guadagnato quasi l'8% e negli ultimi 12 mesi oltre il 27%.

Altri Servizi

Wall Street, si guarda ai rapporti Usa-Cina

Google ha deciso di vietare a Huawei l'aggiornamento di Android
AP

Tesla: il ritorno all'utile? Per analisti, è come scalare il Kilimangiaro

Wedbush, a dicembre tra il più ottimista, taglia l'obiettivo di prezzo sotto la media di Wall Street. Il titolo sotto i 200 dollari, prima volta da oltre due anni. Situazione da "codice rosso"
AP

Il ritorno all'utile di Tesla nella seconda parte dell'anno è come una "scalata del Kilimangiaro". Lo pensa uno degli analisti di Wall Street originariamente tra i più ottimisti sulle sorti del produttore di auto elettriche e ora riscopertosi decisamente pessimista. Dan Ives, di Wedbush, ha tagliato per la quarta volta l'obiettivo di prezzo portandolo al di sotto della media pari a circa 300 dollari. L'esperto ha ridotto a 230 da 275 dollari il target price, che solo un mese fa era a 365 dollari con raccomandazione ridotta a neutrale. A dicembre Ives aveva avviato la copertura del titolo con giudizio "outperform" e obiettivo di prezzo a 440 dollari.

Wall Street rimbalza, Trump vuole l'aiuto della Fed nella guerra commerciale con la Cina

Il presidente Usa: con taglio tassi, per Pechino sarebbe "game over". George (Fed Kansas City): con riduzione costo del denaro, rischio bolle. Avanti con negoziati aspettando il G20 di fine giugno
AP

La seduta a Wall Street è finita in netto rialzo, anche se non sufficiente per recuperare il tonfo del giorno precedente.

Boeing, completato l'aggiornamento del software: i 737 max sono pronti a volare

La ho annunciato la società in una nota in cui ha dichiarato di aver effettuato test su 207 voli, per oltre 360 ore
Ap

Il colosso americano Boeing ha annunciato di aver completato l’aggiornamento dei software per gli aerei 737 Max, sottolineando di averlo testato su 207 voli, per un totale di oltre 360 ore. Si tratta di un’importante novità che potrebbe riportare "in quota" i velivoli di Boeing bloccati a terra dopo l'incidente avvenuto vicino ad Addis Abeba, in Etiopia, il 10 marzo scorso nel quale hanno perso la vita 157 persone. Da quel giorno infatti sia le compagnie aeree che le agenzie per la sicurezza del volo hanno deciso, preventivamente, di bloccare a terra tutti i velivoli della compagnia americana.

Lyft è stato accusato di avere fuorviato gli investitori con il suo prospetto informativo legato all'Ipo, avvenuta lo scorso 29 marzo. Rispetto al prezzo di collocamento pari a 72 dollari, il titolo ha perso quasi il 26% a 53,45 dollari vedendo la sua capitalizzazione scendere a 15,4 da 20 miliardi.

Marco Glaviano: il fotografo delle top model con la passione per il jazz

Fino al 15 giugno 2019, le sue opere esposte alla Space Gallery St Barth/Soho a New York. Il suo lavoro più bello? Ritratti di jazzisti in un libro ancora da pubblicare
Space Gallery St Barth/Soho

"Il mio lavoro più bello è questo". Marco Glaviano non indica una ventenne Paulina Porizkova, nuda, nascosta da grandi foglie verdi e umide. Non indica lo sguardo profondo di Claudia Schiffer o un bacio mandato dalle labbra di una giovanissima Cindy Crawford con gli occhi chiusi e un ciuffo ribelle di capelli sul viso. Sta per inaugurare la sua nuova mostra a New York. Ma non è alle opere esposte fino al 15 giugno prossimo alla Space Gallery St Barth/Soho a cui il famoso fotografo fa riferimento, ma a un libro mai pubblicato, sul quale ha iniziato a lavorare nel 1965. "Ne ho pubblicati 15 ma questo non ancora". Il contenuto? Ritratti di jazzisti. "La mia grande passione".

Bezos vince la battaglia per il dominio ".amazon", America Latina sconfitta

Lo scontro era iniziato nel 2012. La decisione è stata presa dall'Icann, visto che la società di Seattle e i governi non hanno trovato un accordo
AP

La società Amazon ha ottenuto provvisoriamente il diritto di usare il dominio internet ".amazon", dopo una battaglia che va avanti da diversi anni contro otto governi latinoamericani che fanno parte di un'organizzazione per la tutela del bacino amazzonico. L'Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (Icann), l'ente preposto a supervisionare i protocolli e gli indirizzi sul web, si è schierato a favore della società di Jeff Bezos, l'uomo più ricco del mondo, contro l'Amazon Cooperation Treaty Organisation (Acto), una coalizione di governi latinoamericani che reclamavano il diritto di usare il dominio ".amazon" in virtù della foresta amazzonica che si estende sui loro territori. La decisione dell'Icann, di cui parla il Financial Times, è ora sottoposta a un mese di commenti pubblici.

Usa2020, Obama lancia un fondo per finanziare la nomination democratica

L’ex presidente sosterrà i candidati del partito dell’asinello attraverso il "Democratic Unity Fund"

Barack Obama scende - indirettamente - in campo per Usa2020. L’ex presidente americano ha infatti annunciato un'iniziativa a sostegno dei candidati democratici per la corsa alla Casa Bianca. Si tratta del "Democratic Unity Fund", ovvero il "fondo unitario democratico" che sosterrà quella che sarà la nomination del partito dell'Asinello alle prossime presidenziali.

L’Italia dell’High Tech protagonista alla Collision Conference a Toronto

Matteo Picariello, direttore Ice Canada: portiamo 19 aziende, prima presenza in assoluto

Da oggi al 23 maggio l’Italia dell’High Tech è protagonista con 19 aziende a uno degli eventi di innovazione e tecnologia più importanti al mondo e che per la prima volta nella sua storia fa tappa in Canada. Al Enercare Centre di Toronto il nostro Paese si mette in mostra alla edizione 2019 di Collision, spin off del Web Summit di Lisbona e versione nordamericana della principale conferenza mondiale dedicata ad innovazione e tecnologia, web, ICT ed elettronica, che si svolge, a cadenza annuale, in varie città nordamericane. Las Vegas e New Orleans hanno ospitato le ultime cinque edizioni. A Collision 2019 sono attesi oltre 25.000 partecipanti da 120 paesi. Sono circa 6 mila le aziende presenti fra cui Ibm, Intel, Amazon, General Electric, Facebook, Verizon, Salesforce, Coca Cola e Allianz. L'iniziativa tricolore si colloca nell'ambito del Progetto Speciale Alta Tecnologia, Piano Straordinario Made in Italy 2017.

Trump pro vita, ma contro le leggi in Alabama e Missouri

Il presidente su Twitter: "Sono fortemente pro vita, con tre eccezioni: stupro, incesto e per proteggere la vita della madre. La stessa posizione di Ronald Reagan". L'offensiva dei repubblicani punta alla Corte Suprema e a cancellare il diritto all'aborto
ap

Il presidente statunitense, Donald Trump, si è dichiarato "pro vita", in una serie di tweet pubblicati nella notte tra sabato e domenica, ma si è espresso contro le nuove leggi che vietano l'aborto in Alabama - dove è già stata promulgata - e Missouri - che sarà presto firmata dal governatore - che impediscono l'interruzione di gravidanza anche in caso di stupro e incesto. "Sono fortemente pro vita, con tre eccezioni: stupro, incesto e per proteggere la vita della madre. La stessa posizione di Ronald Reagan" ha scritto Trump.