George Clooney furioso per le foto dei figli apparsi sul settimanale Voici

L’attore americano, in vacanza nella sua villa sul lago di Como, querelerà sia il magazine che i paparazzi

George Clooney ha lanciato un messaggio a tutti i paparazzi: i suoi figli sono off limit. L’attore americano, in vacanza in Italia nella sua villa sul lago di Como, è infatti andato su tutte le furie per la pubblicazione del magazine francese Voici di alcune fotografie dei suoi gemelli rubate da due paparazzi entrati illecitamente nella sua tenuta italiana.

L’emittente americana Cnn ha infatti pubblicato un comunicato stampa rilasciato dalla star hollywoodiana nel quale non c’è spazio a interpretazioni ma solo la certezza che la vicenda andrà per le vie legali. "La scorsa settimana dei fotografi della rivista Voici hanno scavalcato la nostra recinzione, si sono arrampicati su un nostro albero e hanno scattato illegalmente delle fotografie ai nostri bambini dentro la nostra casa - si legge nel comunicato - siate certi che i fotografi, l'agenzia fotografica e la rivista saranno citati in giudizio. Ne va della sicurezza dei nostri figli", conclude l’attore la cui moglie Amal Alamuddin è un avvocatessa specializzata in diritti umani.

Le fotografie in questione scattate furtivamente dai paparazzi sono state pubblicate sulla copertina dell'ultimo numero di Voici e mostrano i due bambini, Ella e Alexander nati lo scorso 6 giugno a Londra, in braccio ai genitori nella loro tenuta in Italia. Elemento curioso sottolineato da un articolo dell’Hollywood Reporter è che lo stesso Clooney ha speso milioni per fornire la sua tenuta italiana di tutta la strumentazione necessaria a evitare episodi del genere.

Dal canto suo il magazine francese ha risposto con un altro comunicato nel quale ha sottolineato che la pubblicazione di quelle immagine "è stata una risposta alle domande del pubblico che segue Clooney e Amal". Lo stesso giornale ha voluto chiarire che le immagini "non rappresentano un pericolo per Clooney, sua moglie o i suoi bambini".

Altri Servizi

Usa sanzionano 11 soggetti: aiutano programma missilistico iraniano

Sono accusati anche di aiutare Teheran a condurre cyberattacchi contro il sistema finanziario americano e di sostenere il terrorismo. Trump rispetta (per ora) lo storico accordo sul nucleare

L'amministrazione Trump ha imposto nuove sanzioni contro 11 tra aziende e persone accusate di contribuire al programma missilistico balistico dell'Iran, di aiutare Teheran a condurre cyberattacchi contro il sistema finanziario americano e di sostenere il terrorismo. La mossa del Tesoro Usa è arrivata mentre il presidente americano si preparava ad estendere l'esenzione delle sanzioni contro l'Iran che gli Usa si erano impegnati a fare venire meno dell'ambito dello storico accordo sul nucleare siglato tra Teheran e cinque principali potenze mondiali tra cui Washington. Quell'accordo fu sottoscritto nell'estate 2015 (quando alla Casa Bianca c'era Barack Obama) ed entrò in vigore nel gennaio successivo.

Trump: nessun accordo sui Dreamers, il muro "verrà dopo"

Il presidente statunitense lavora a un'intesa con i democratici per proteggere i quasi 800.000 giovani immigrati arrivati illegalmente da bambini
iStock

"Il muro verrà dopo". Con questa frase, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha ammesso che l'accordo su cui sta lavorando con i democratici per trovare una soluzione per i Dreamers non prevede la costruzione del muro con il Messico. Parlando pochi istanti prima della partenza per la Florida, dove visiterà i luoghi colpiti dal passaggio dell'uragano Irma, Trump ha detto che "il muro sarà costruito, ma sarà finanziato un pochino più avanti".

I redditi delle famiglie Usa a livelli record nel 2016

Superato il massimo del 1999. Tasso di povertà sceso sui livelli del 2007, l'anno precedente all'ultima recessione

I redditi delle famiglie americane hanno superato nel 2016 il record messo a segno nel 1999. Stando all'ufficio del censimento Usa, il Census Bureau, lo scorso anno le famiglie Usa hanno registrato redditi per 59.039 dollari contro i 57.230 dollari del 2015; si tratta di un rialzo del 3,2%, tenuto conto della variazione dell'inflazione. L'incremento c'è stato per il secondo anno di fila.

Wall Street, timori per il nuovo missile nordcoreano

Atteso il dato sulla fiducia dei consumatori
AP

Il gran finale di Cassini, dopo 13 anni si schianta su Saturno

Lanciato nel 1997, il progetto della Nasa in collaborazione con l'Esa e l'Italia ci ha fatto capire come funziona il sistema di Saturno e studiare la luna Encelado su cui ci potrebbero essere le condizioni per la vita
AP

Dopo averci raccontato Saturno e le sue lune per 13 anni, facendoci scoprire che Encelado potrebbe sostenere la vita, Cassini ha finito il suo viaggio. Oggi alle 12.30, ora italiana, la sonda si è schiantata sul pianeta entrando nell'atmosfera a una velocità di 120.000 chilometri all'ora. L'intero processo è durato pochi minuti: Cassini ha preso fuoco dopo essere entrato in contatto con l'atmosfera di Saturno e poi è sparito all'interno delle nubi presenti sul pianeta. L'ultimo segnale è arrivato in una stazione australiana alle 13.55, sempre facendo riferimento all'ora italiana, visto che le comunicazioni hanno un ritardo di un'ora e mezza, data la distanza di almeno 1,3 miliardi di chilometri.

Harvard ritira la fellowship a Manning dopo le critiche della Cia

L'università si è scusata per non aver capito le implicazioni della sua decisione
Vogue

Dopo le critiche ricevute, Harvard ha deciso di revocare la 'fellowship' assegnata a Chelsea Manning, l'ex analista militare che trasmise a Wikileaks una serie di documenti riservati statunitensi.

Seul minaccia la Corea del Nord dopo lancio di missile sopra il Giappone

Pyongyang può essere distrutta, ha detto il presidente sudcoreano. Per Tokyo, provocazione "inaccetabile".Trump informato. Il segretario al Tesoro: risoluzioni Onu non sono il tetto di quel che si può fare contro il regime di Kim
AP

Dopo avere minacciato di distruggere il Giappone con armi nucleari e di ridurre in "cenere" gli Stati Uniti, la Corea del Nord ha lanciato un altro missile. Lo ha fatto in risposta al nuovo round di sanzioni Onu deciso l'11 settembre e che insieme alle precedenti misure mettono il 90% dell'export nordcoreano sotto embargo. Come quello del 29 agosto scorso, il missile odierno ha sorvolato l'isola giapponese di Hokkaido per poi schiantarsi nel Pacifico; è stata la seconda volta dal 1998 che un missile ha sorvolato il territorio nipponico. Secondo il Pentagono, quello che sembra un missile balistico a raggio intermedio è stato lanciato dalle vicinanze dell'aeroporto di Pyongyang alle 6.27 ora locale.

Equifax: oltre la metà degli americani colpita dal mega attacco hacker

Sono 143 milioni. Lo Stato di New York avvia un'inchiesta sull'intrusione dei pirati informatici nell'agenzia di controllo dei crediti. Verso audizione in commissione parlamentare. Titolo soffre seduta peggiore da 18 anni
Shutterstock

Un mega attacco hacker ha colpito Equifax, una delle più grandi agenzie di controllo dei crediti. I dati di 143 milioni di clienti Usa potrebbero essere stati compromessi. Il 55% degli americani dai 18 anni in poi rischia di avere subito danni alle informazioni di tipo finanziario che lo riguarda.

Oracle: conti sopra le stime grazie al cloud ma l'outlook delude

Il Ceo Mark Hurd: cresciamo più rapidamente di Salesforce. Prima un record poi -4,5% nel dopo-mercato
AP

Il titolo Oracle ha raggiunto ieri nuovi record nel dopo mercato a Wall Street sulla scia di conti superiori alle stime. Ma poi ha perso quota a causa di guidance deludenti fornite durante una call.