Gli Stati Uniti danno il via libera alla prima missione privata sulla Luna

Sarà portata a termine da Moon Express, startup californiana nata nel 2016 e che ha ricevuto 30 milioni di dollari in finanziamenti. Potrebbe vincere anche il Google Lunar X Prize

Una piccola startup californiana ha avuto il via libera dalle autorità americane e nei prossimi anni potrà lavorare con la Nasa per lanciare la prima missione privata sulla Luna, cosa che non avviene da più di 40 anni. Il gruppo si chiama Moon Express e ha sede a Mountain View: protebbe vincere il Google Lunar X Prize, con il primo premio che consiste in 20 milioni di dollari.

Ma per MoonEx non è solo una questione di denaro. "Abbiamo scelto di andare sulla Luna non perché è facile, ma perché è un ottimo affare", ha detto Naveen Jain, presidente della startup, citando direttamente il presidente John F. Kennedy e il suo celebre discorso pronunciato nel 1962.

Moon Express è stata fondata sei anni fa e per ora ha ricevuto 30 milioni di dollari in investimenti. La sua prima navicella atterrerà sulla Luna nella seconda metà del 2017. L'approvazione da parte del governo americano rappresenta un nuovo passo verso il futuro del settore aerospaziale e l'apertura verso le società private.

"Ci sono moltissime cose nei trattati di cui stiamo testando solo oggi i limiti", ha detto al New York Times Henry R. Hertzfeld, professore alla George Washington University a Washington, facendo riferimento a un trattato scritto 49 anni fa, quando Stati Uniti e Unione sovietica combattevano per il primato nello spazio.

Per questo, ha continuato Hertzfeld, stiamo cercando di ridefinirlo in modo che incoraggi le iniziative private e gli investimenti privati senza tuttavia violare nessun accordo internazionale", ha detto il professore. E adesso MonnEx vuole provare a ritornare sul satellite sul quale solo tre stati sono arrivati: Stati Uniti, Unione sovietica e, più di recente, Cina.

Altri Servizi

Cia, 109 ex leader militari protestano contro la nomina di Haspel

La veterana dell'agenzia, scelta dal presidente Trump come nuovo direttore, in passato ha guidato il centro di torture sui presunti terroristi in Thailandia
AP

Prima dell'inizio, al Senato statunitense, del processo di conferma di Gina Haspel a capo della Cia, 109 alti ufficiali in pensione di Esercito, Marina, Aeronautica, Corpo dei Marine e Guardia Costiera hanno firmato una lettera in cui esprimono le loro preoccupazioni sulla sua nomina.

Trump minaccia l'Iran, Macron cerca un compromesso sull'accordo nucleare

Il presidente Usa: nessuna concessione alla Corea del Nord. Il leader francese "fiducioso" sui dazi. Il ministro iraniano degli Esteri Zarif: "C'è un deficit di dialogo"
AP

Uno ha fatto la voce grossa. L'altro ha preferito toni più pacati per continuare a coltivare la sua relazione speciale con il padrone di casa e allo stesso tempo portare avanti gli interessi dei partner della Ue. Si inquadrano così i colloqui tra Donald Trump ed Emmanuel Macron sull'Iran.

iStock

Da sempre il Nasdaq è sinonimo di Ipo tecnologiche. Ma nell'ultimo anno la supremazia dell'exchange è minacciata dal New York Stock Exchange, che nel marzo 2017 ha visto il debutto in borsa della app Snapchat e all'inizio del mese in corso quello del servizio di musica in streaming Spotify. In vista delle quotazioni di giganti come Uber e Airbnb, Wall Street si domanda chi l'avrà vinta tra i due exchange.

Wall Street, attenzione rivolta agli Spring Meetings dell'Fmi

Tra i dati in programma oggi, le richieste dei sussidi di disoccupazione
iStock

Gli Usa ammorbidiscono i toni su Rusal, tonfo dell'alluminio

Slitta di quasi 5 mesi la scadenza entro cui le aziende, anche europee, devono tagliare i ponti con il colosso russo sanzionato. Nel frattempo Washington studia se rimuovere le sanzioni, ma Deripaska deve cederne il controllo

Gli Stati Uniti hanno parzialmente accontentato gli alleati europei facendo slittare di quasi cinque mesi al prossimo 23 ottobre la scadenza entro la quale gli investitori devono tagliare i ponti con il russo United Company RUSAL, il secondo produttore al mondo di alluminio.

Furgone sulla folla a Toronto, 10 morti. Per ora nessun legame con il terrorismo

Lo ha confermato la polizia. Arrestato il sospetto: un 25enne senza precedenti. Sembra abbia agito "intenzionalmente"
AP

Con ogni probabilità si è trattato di un atto volontario in cui sono state uccise 10 persone e ne sono rimaste ferite 15. Un uomo alla guida di un furgone bianco preso a noleggio ha investito diverse persone, entrando in due aree pedonali di Toronto in Canada. I testimoni oculari sostengono che l'uomo abbia cercato di colpire i pedoni uno a uno, mentre secondo le prime ricostruzioni l'autore viaggiava a 50 chilometri orari ed ha percorso quasi due chilometri.

Il rendimento del T-Bond a 10 anni tocca il 3%

E' la prima volta dal gennaio 2014. Azionario nervoso. Focus su vertice Trump-Macron
iStock

Alphabet: cambiamenti contabili spingono gli utili, salgono le spese

Google spende di più per attrarre traffico sui suoi siti. Data center, cavi sottomarini e l'acquisizione del Chelsea market a NYC costano. Rassicurazioni in vista di nuove regole Ue più stringenti

Sì di Manchin, Pompeo verso la conferma a segretario di Stato

Per ora, l'attuale capo della Cia ha il voto di due democratici in Senato: probabilmente è sufficiente per ottenere l'incarico
Ap