Gli Stati Uniti danno il via libera alla prima missione privata sulla Luna

Sarà portata a termine da Moon Express, startup californiana nata nel 2016 e che ha ricevuto 30 milioni di dollari in finanziamenti. Potrebbe vincere anche il Google Lunar X Prize

Una piccola startup californiana ha avuto il via libera dalle autorità americane e nei prossimi anni potrà lavorare con la Nasa per lanciare la prima missione privata sulla Luna, cosa che non avviene da più di 40 anni. Il gruppo si chiama Moon Express e ha sede a Mountain View: protebbe vincere il Google Lunar X Prize, con il primo premio che consiste in 20 milioni di dollari.

Ma per MoonEx non è solo una questione di denaro. "Abbiamo scelto di andare sulla Luna non perché è facile, ma perché è un ottimo affare", ha detto Naveen Jain, presidente della startup, citando direttamente il presidente John F. Kennedy e il suo celebre discorso pronunciato nel 1962.

Moon Express è stata fondata sei anni fa e per ora ha ricevuto 30 milioni di dollari in investimenti. La sua prima navicella atterrerà sulla Luna nella seconda metà del 2017. L'approvazione da parte del governo americano rappresenta un nuovo passo verso il futuro del settore aerospaziale e l'apertura verso le società private.

"Ci sono moltissime cose nei trattati di cui stiamo testando solo oggi i limiti", ha detto al New York Times Henry R. Hertzfeld, professore alla George Washington University a Washington, facendo riferimento a un trattato scritto 49 anni fa, quando Stati Uniti e Unione sovietica combattevano per il primato nello spazio.

Per questo, ha continuato Hertzfeld, stiamo cercando di ridefinirlo in modo che incoraggi le iniziative private e gli investimenti privati senza tuttavia violare nessun accordo internazionale", ha detto il professore. E adesso MonnEx vuole provare a ritornare sul satellite sul quale solo tre stati sono arrivati: Stati Uniti, Unione sovietica e, più di recente, Cina.

Altri Servizi

Trump, primo passo verso la costruzione del muro con il Messico

L'amministrazione ha pubblicato una richiesta preliminare per ricevere le proposte delle società interessate ai lavori. L'obiettivo è finire il muro nel 2020, con costi stimati che vanno dai 12 miliardi di Trump ai 38 miliardi della New America Foundation

L'amministrazione del presidente Donald Trump ha mosso il primo passo tangibile verso la costruzione del muro al confine tra gli Stati Uniti e il Messico. Lo U.S. Customs and Border Protection, agenzia federale responsabile del controllo delle frontiere e dell'immigrazione, ha pubblicato una richiesta preliminare per ricevere le proposte delle società interessate ai lavori.

Trump pronto a incontrare Ceo assicurazioni mediche per abolire Obamacare

Il presidente vuole smantellare la riforma entrata in vigore nel 2010. Lunedì 27 febbraio vedrà i vertici di UnitedHealth, Aetna, Blue Cross and Blue Shield, Cigna e Humana

Dopo avere incontrato i leader del settore manifatturiero, finanziario, farmaceutico e retail, Donald Trump si prepara ad accogliere alla Casa Bianca i rappresentanti di gruppi assicurativi. Secondo fonti del Wall Street Journal, il meeting previsto lunedì 27 febbraio ha un obiettivo: incoraggiare quei gruppi a sottoscrivere le misure che il governo Trump sta mettendo a punto in tema di sanità. Perché l'intento è quello di smantellare la riforma sanitaria approvata nel 2010 e tanto voluta dall'allora presidente americano Barack Obama.

Nell'eleggere il suo nuovo leader, il partito democratico sceglie la tradizione

Tom Perez, ex ministro del Lavoro di Obama, ha vinto contro Keith Ellison, il primo parlamentare musulmano, sostenitore di Sanders che avrebbe potuto spostare a sinistra il Dnc
AP

Travolto da una crisi esplosa la scorsa estate con un attacco hacker dalle rivelazioni imbarazzanti e culminata con l'amara sconfitta alle elezioni presidenziali di Hillary Clinton l'8 novembre 2016, il partito democratico americano prova a voltare pagina. Scegliendo la continuità e puntando su un nuovo leader che per la prima volta ha origini ispaniche. Si chiama Tom Perez, 55 anni, ex segretario al Lavoro durante la presidenza di Barack Obama. E' stato scelto nel corso di una riunione di 447 leader democratici giunti ad Atlanta da tutti gli Stati Uniti.

Warren Buffett critica Wall Street ed elogia gli immigrati. E intanto guadagna con Apple

Nella consueta lettera annuale agli azionisti, 'l'oracolo di Omaha' se la prende con gli investitori spericolati e, indirettamente, critica il presidente Trump

Lilesa, il maratoneta in esilio che ha scelto l'Arizona

Alle Olimpiadi, ha vinto la medaglia d'argento, attraversando il traguardo con i polsi incrociati, sopra la testa. Un gesto politico, che non gli ha permesso di tornare in Etiopia
Ap

La Champions League 'saluta' Fox Sports: in Usa sarà trasmessa da Turner e Univision

La Uefa incasserà quasi 100 milioni di dollari all'anno per le partite della maggior competizione europea di calcio; gli accordi validi a partire dal 2018
Ap

Aspettando gli Oscar, tra record, politica e diversità

Il musical "La La Land" è destinato a una pioggia di statuette in una edizione forse piena di critiche a Trump. Per la prima volta, potrebbero essere tre gli attori di colore vincitori
Fence © MMXVI Paramount Pictures Corporation

Cnn e New York Times esclusi da incontro privato alla Casa Bianca

Avvenuto all'interno dell'ufficio del portavoce Sean Spicer ha sostituito la conferenza stampa. Fuori anche The Hill, Politico, BuzzFeed, the Daily Mail, BBC, the Los Angeles Times and the New York Daily News. per protesta AP e Time magazine boicottano

Trump: "Subito il muro, prima del previsto. La pace si basa sulla forza"

Il presidente di nuovo contro molti media mainstream: "Le notizie false sono il nemico del popolo". Davanti agli attivisti conservatori, ha parlato di lavoro e immigrazione
Ap

Trump vuole carceri private, retromarcia rispetto a Obama

Il predecessore del 45esimo presidente sosteneva che le prigioni private siano meno sicure ed efficaci di quelle gestite dal governo