Goldman Sachs confida in Grillo

Per Jim O'Neill, l'exploit del Movimento 5 Stelle potrebbe portare novità ma per l'elite tradizionale è un incubo

Non ha coniato per l'occasione un nuovo termine, come hanno fatto gli analisti di JP Morgan con "Grillonomics". Ma l'exploit del Movimento 5 Stelle continua a fare parlare di sé nei circoli della comunità finanziaria americana tanto che anche Goldman Sachs ha scritto nero su bianco cosa pensa di Beppe Grillo.

Se l'esito inconcludente delle elezioni italiane non è di certo piaciuto ai mercati finanziari - ricordate il panico di lunedì scorso? - a trovarlo "entusiasmante" è Jim O'Neill, il presidente di Goldman Sachs asset management.

L'inventore dell'acronimo BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) è convinto che "per un Paese il cui Prodotto interno lordo non è praticamente cambiato da quando l'Unione monetaria europea è iniziata nel 1999, qualcosa di grosso deve cambiare". Nelle sue Viewpoints, O'Neill domanda retoricamente "forse l'esito di queste elezioni e il caratteristico successo del Movimento 5 Stelle può indicare qualcosa di nuovo"?

Quel che è certo, sostiene O'Neill, è che per "l'elite tradizionale d'Italia e specialmente per i 'poteri centrali' d'Europa (in particolare Berlino e Francoforte), questi risultati [elettorali] sono molto simili a un incubo".

Per l'esperto, il modo in cui gli italiani hanno votato "mette in dubbio molti aspetti dello status quo, incluse le visioni diffuse proprio nei circoli menzionati sopra secondo cui la riduzione del debito per il bene della riduzione stessa del debito è non solo una buona causa ma anche una che è necessaria per attrarre supporto politico". Tale credo, dice O'Neill, "dovrebbe cambiare ma dubito che ciò avverrà presto o facilmente".

Secondo il presidente dell'asset management di Goldman Sachs, "il vero problema dell'Italia è l'assenza di crescita economica, che ha provocato l'innalzamento del debito e problemi diversi rispetto a quelli di altri Paesi problematici dell'Eurozona".

O'Neill si schiera dalla parte di coloro che credono che la sola austerità, senza iniziative che sostengano la crescita economica, non porta da nessuna parte. "Politiche fiscali restrittive e fini a se stesse con un obiettivo vago di riduzione del debito non sono una strategia intelligente" dice l'esperto. Per chi ha orecchie da intendere, intenda. Sembra un messaggio tagliato su misura non solo per la severa cancelliera tedesca Angela Merkel ma anche per l'uscente presidente del Consiglio Mario Monti, l'uomo chiamato a guidare l'Italia fuori da un pantano economico e reputazionale che nel novembre del 2011 - prima dell'uscita di scena di Silvio Berlusconi - aveva spinto i rendimenti del titolo di stato decennale intorno al 7,5% (venerdì si trovava intorno al 4,79%, in salita rispetto all'inizio di febbraio e lontano dall'1,41% dell'equivalente tedesco, considerato un porto sicuro).

Ciò di cui l'Italia ha bisogno, dice O'Neill, "sono riforme, tra cui quella del lavoro, e la spinta alla produttività nazionale. La Penisola, conclude il money manager, ha bisogno anche del supporto della Germania e della Banca centrale europea per restare nell'Area euro ma soprattutto per evitare un'escalation inutile dei rendimenti dei titoli di stato".

Il messaggio a chi è stato sconfitto alle recenti elezioni politiche - che vale anche come avvertimento alle forze politiche future - è chiaro: "in Italia, riforme non equivalgono ad austerità come i suoi elettori hanno appena dimostrato".

Intanto si diffonde negli ambienti finanziari americani, la convinzione che i titoli di stato periferici, italiani inclusi, siano un buon investimento nel lungo termine. In particolare, crede Goldman Sachs, se nel Belpaese la confusione politica attuale viene superata con la formazione di un'ampia coalizione attesa entro fine marzo, i rendimenti dei BTP sono visti scendere intorno al 2,75%. 

Altri Servizi

Wall Street, ottimismo sui negoziati Usa-Cina

Ricominciati i negoziati dopo quasi due mesi
AP

Google investe 3 mld di euro in data center in Europa

Lancia anche 10 progetti di energie rinnovabili da 1 miliardo di euro

Nei prossimi due anni Google investirà 3 miliardi di euro in data center sparsi in Europa portando a 15 miliardi gli euro investiti dal 2007 nelle infrastrutture internet europee. Lo ha annunciato la controllata di Alphabet, precisando che altri 600 milioni di euro verranno investiti nel 2020 per espandere la presenza di data center a Hamina, in Finlandia, dove il totale investito dal 2009 raggiungerà i due miliardi.

La Fed intensifica le iniezioni di liquidità nel mercato monetario

Operazioni repo da 75 mld di dollari al giorno fino al 10 ottobre.

La Federal Reserve di New York ha annunciato che ogni giorno fino al prossimo 10 ottobre compierà iniezioni di liquidità nel mercato monetario statunitense da "almeno" 75 miliardi di dollari l'una. Si tratta del valore massimo offerto negli ultimi quattro giorni, oggi incluso, in operazioni overnight.

Trump ha chiesto all'Ucraina di indagare sul figlio di Biden

Secondo il Wsj il presidente americano ha fatto "ripetutamente" pressioni su Zelensky affinchè la giustizia di Kiev indagasse Hunter Biden
ap

Il presidente americano Donald Trump avrebbe "ripetutamente" fatto pressioni sul suo omologo ucraino, Volodymyr Zelensky, affinché la giustizia di Kiev aprisse un’indagine sul figlio di Joe Biden. Lo scrive il Wall Street Journal citando fonti informate sui fatti secondo cui, nel corso di una telefonata avvenuta lo scorso luglio, il Tycoon avrebbe chiesto a Zelensky per ben "otto volte" di lavorare con il suo legale personale, Rudolph Giuliani, sull’inchiesta contro Hunter Biden. Come ricordano i media americani il figlio di Biden è un uomo d’affari che ha lavorato per una società energetica ucraina.

Amazon: svolta verde per Bezos

Investe 440 milioni di dollari in Rivian, a cui ordina 100mila furgoni elettrici per le consegne. Entro il 2040 conta di non produrre emissioni, 10 anni prima del target dell'accordo di Parigi sul clima
Amazon

Svolta verde in Amazon. Il Ceo del colosso americano del commercio elettronico ha annunciato un piano per affrontare il cambiamento climatico. E ha annunciato un'iniziativa rivolta ad altre aziende.

Walgreens primo retailer Usa a effettuare consegne con droni

Test insieme a controllata di Alphabet. Si comincia da una città della Virginia
Walgreens

Walgreens Boots Alliance, il colosso della distribuzione farmaceutica guidato da Stefano Pessina, sta per diventare il primo retailer americano a testare consegne con droni. Come spiegato in un comunicato, il gruppo intende consegnare nel giro di pochi minuti i prodotti ordinati dai suoi clienti e per farlo ha unito le forze con Alphabet (e la sua divisione Wing Aviation). Si comincerà il mese prossimo da Christiansburg, in Virginia.

Wall Street cauta dopo il taglio dei tassi deciso della Fed

Dati in programma: sussidi di disoccupazione, vendite di case esistenti, superindice economico
AP

Wall Street attende le decisioni della Fed

Oggi inizia la riunione del Fomc, che domani comunicherà le sue decisioni sul taglio dei tassi
AP

La Fed taglia i tassi ma è divisa, Powell tenta di tranquillizzare

Rotta costo del denaro "non è predefinita". Esclude recessione. Pronto a intervenire di nuovo nel mercato monetario dopo due iniezioni di liquidità. Ventilato un QE4? Trump lo attacca: "Non ha fegato"
AP

Ambiente, Trump revoca l'autonomia della California sulle emissioni delle auto

Scontro tra il governo federale e il Golden State, intenzionato a seguire le norme dell'era Obama che l'attuale amministrazione vuole cancellare