Hacker attacca Netflix, rubata e messa in reta la quinta serie di Orange is The New Black

Prima il furto, poi il ricatto e, in ultimo, la pubblicazione. The Dark Overlord, questo il nome dell’hacker, avrebbe messo a disposizione sul sito Pirate Bay i primi 10 episodi

Un hacker, che usa lo pseudonimo di The Dark Overlord (il Signore Oscuro) ha rubato l'intera nuova stagione della serie Tv "Orange is the New Black". Dopo aver provato a ricattare Netflix, colosso della tv online che produce la serie, chiedendo un riscatto, ha deciso di pubblicare sul sito di file-sharing illegale, Pirate Bay, 10 dei 13 episodi della quinta stagione.

In un primo momento l’azienda americana aveva fatto sapere di essere a conoscenza della situazione specificando che "un distributore usato da molti grandi studi Tv ha subito un problema di sicurezza e le autorità competenti se ne stanno occupando". Nello specifico, come riporta il New York Times, Netflix, che ha di recente superato i 100 milioni di utenti, e che punta a un'espansione globale, ha confermato l'autenticità dei file spiegando come l'hacker sia entrato in possesso degli episodi, infiltrandosi nei server di una società di post-produzione che collabora sia con l’azienda californiana sia con altre società. Una volta messi online gli episodi l'azienda ha evitato ogni commento.

Stando a quanto riportato da altri media americani sembra che l’hacker (o gli hacker visto che non è possibile stabilire se si tratti di uno solo o di un gruppo organizzato) abbia rubato anche altre serie tv trasmesse su altri canali statunitensi. Per il momento queste non sono state diffuse né si hanno notizie di tentati ricatti ad altri network televisivi. Va però detto che l’account Twitter dell’hacker riporta un messaggio che conferma l’ipotesi di altri furti con minacce dirette ad altri canali televisivi: "Chi è il prossimo della lista? Fox, Ifc, Nat Geo o ABC? Oh, quanto ci divertiremo. Non stiamo più giocando", si legge sull’account di The Dark Overlord.

Orange is the new black, è una delle più apprezzate serie tv Netflix, ambientata in un carcere femminile e considerata da molti un fiore all’occhiello del colosso americano. La situazione attuale rischia, ovviamente, di creare non pochi problemi all’azienda dato che la pubblicazione della quinta stagione era prevista il prossimo 9 giugno mentre ora i piani rischiano di cambiare. Secondo alcuni commentatori americani sembra infatti che Netflix stia pensando di mettere online gli episodi in tempi relativamente brevi così da sminuire la portata del danno subito. 

Altri Servizi

Trump non ha una strategia in Siria. E il Congresso è diviso su come agire

Lascia aperta la possibilità di un nuovo attacco, ma in realtà i generali sono molto preoccupati per l'assenza di un disegno nella regione
AP

Il presidente americano Donald Trump ha commentato i bombardamenti contro il regime di Bashar al Assad come una "missione compiuta". Nonostante questo ha lasciato aperta la possibilità di nuovi attacchi nelle prossime settimane, se Damasco dovesse continuare a usare armi chimiche.

Wall Street, anche Goldman Sachs batte le stime

Attenzione rivolta alle nuove stime del Fmi sulla crescita mondiale
iStock

Ibm: crescono gli utili ma delude nell'outlook, crolla in borsa

Non batte le attese degli analisti sulle previsioni del 2018

La procura di NY 'interroga' 13 exchange di criptovalute

Chieste informazioni perché "troppo spesso i consumatori non hanno le notizie di base di cui hanno bisogno per valutare l'integrità e la sicurezza delle piattaforme di trading"

Starbucks chiude per un giorno oltre 8mila negozi Usa per formazione antirazzismo

Succederà il 29 maggio nel pomeriggio americano. La mossa segue l'incidente in cui due afroamericani seduti in un punto vendita sono finiti in manette senza avere fatto nulla di sbagliato
Starbucks

Espulsioni facili, la Corte Suprema Usa boccia Trump sugli immigrati con il voto del "suo" giudice

Il presidente ha nominato Neil Gorsuch al posto di Antonin Scalia, morto nel 2016. Proprio il voto di Gorsuch ha spezzato l'equilibrio in favore dei liberali
Immigration and Customs Enforcement

Facebook verso class action miliardaria per uso immagini biometriche

Il social network raccoglie e conserva milioni di dati sui volti dei suoi utenti attraverso la tecnologia "tag suggestions". E secondo alcuni cittadini violerebbe una legge dell'Illinois
AP

Fmi: l'Italia cresce ma meno di tutti nell'Eurozona, incertezza politica aumenta i rischi

Per la Grecia è prevista una performance migliore di quella del nostro Paese, i cui conti pubblici tendono a migliorare. Avanti con riduzione Npl
AP

Tesla rassicura su alt alla produzione della Model 3

Nega ci siano problemi di sicurezza sul lavoro

Fmi: l'economia globale cresce ma lo slancio "non è garantito"

L'istituto di Washington conferma le stime per un +3,9% nel 2018 e nel 2019. Su le previsioni per Usa, Eurozona e Italia. Tra i rischi, una rapida stretta delle condizioni finanziarie e un aumento delle tensioni geopolitiche