Hillary Clinton dice basta alle corse elettorali: "Ho chiuso come candidata"

L’ex segretario di Stato americano ha rilasciato un’intervista a Cbs in cui ha ribadito di non voler dire addio alla politica

Hillary Clinton dice basta alle corse elettorali ma non abbandona la politica. "Ho chiuso la mia esperienza da candidato", ha dichiarato l’ex segretario di Stato al programma Sunday Morning condotto dalla giornalista Jane Pauley su Cbs.

L’ex candidata democratica ha però specificato che non chiuderà con la politica perché crede "che il futuro del nostro paese sia ancora in gioco". Alle soglie del suo 70esimo compleanno, Hillary Clinton si è lasciata andare ai microfoni di Jane Pauley rivelando particolari intimi della sua sconfitta e ammettendo di essere così sicura della vittoria che non aveva nemmeno preparato un discorso per l’eventuale (poi diventata reale) sconfitta.

Ma non solo. L’ex first lady ha infatti ammesso che assieme al marito avevano acquistato la casa affianco alla loro proprietà di Chappaqua, quartiere generale per tutta la campagna, con l’idea di metterla a disposizione dello staff della Casa Bianca una volta divenuta presidente.

Tornando indietro alla sera dell’8 novembre e all’inaspettato risultato che ha sancito la sua sconfitta in favore di Donald Trump, Hillary Clinton ha dichiarato che appena si è resa conto che non sarebbe stata lei a succedere a Obama ha sentito "un'enorme senso di tristezza, una sorta di perdita di sensibilità e un profondo dispiacere".

La Clinton ha ribadito come sia stata "una transizione molto difficile" sentendosi "abbattuta" e non riuscendo nemmeno a pensare. "Mi sono sentita interdetta e sfinita", ha dichiarato senza giri di parole l’ex candidata democratica che ha anche parlato dei rimedi usati per riprendersi dalla cocente sconfitta. "Ho fatto un pò di yoga e ho provato la respirazione alternata, che consiglio a tutti", ha proseguito ammettendo poi aver "bevuto un bel pò di Chardonnay".

La Clinton ha ribadito ancora una volta che il suo più grande errore è stato l’utilizzo di un server privato per le email durante il suo mandato da segretario di Stato, sottolineando che a mettere un freno al suo “momentum” sia stato l’intervento di James Comey, direttore dell’Fbi, che il 28 ottobre ha affermato nell’audizione al Congresso americano che il bureau stava rivedendo nuove email che avrebbero potuto essere rilevanti nelle indagini sulla gestione di email classificate da parte di Clinton.

A parte questo, l'ex first lady ha difeso strenuamente la sua strategia usata nella campagna elettorale specificando che ulteriori considerazioni in merito le ha scritte nel suo nuovo libro intitolato "What happened" (Cosa è successo), in uscita a metà settembre nel quale ripercorre i momenti salienti della sua corsa alla Casa Bianca.

Altri Servizi

Wall Street punta a nuovi record

Oggi trimestrale di Citigroup alle 8 (le 14 in Italia). Fiat Chrysler Automobiles presenta un nuovo Cherokee (Suv di Jeep) alle 8:30 (le 14:30 in Italia)
AP

Ferrari: Marchionne promette, saremo i primi a fare super car elettrica

Per il manager di Fca potrebbe già essere nel prossimo piano industriale

Sarà stato anche un "concetto quasi osceno", come aveva detto al salone dell'auto di Ginevra nel 2016, ma quasi due anni dopo una Ferrari elettrica non è più da escludere. Anzi. "Potrebbe essere nel piano" industriale prossimo. Parola di Sergio Marchionne. L'amministratore delegato e presidente del Cavallino Rampante sa bene che l'esperienza di guidare una Ferrari sta nel suono aggressivo prodotto dal motore ma "se si deve costruire una super car elettrica, Ferrari sarà la prima a farla. E' dovuto".

Wall Street chiusa per il Martin Luther King Day

Non sono in calendario dati e trimestrali, riflettori puntati sul salone dell'Auto di Detroit
AP

Spotify vuole rivoluzionare le Ipo a Wall Street: per banche commissioni più basse

I tre adviser di Spotify, Goldman Sachs, Morgan Stanley e Allen & Co, si divideranno probabilmente commissioni per 30 milioni di dollari, cifra che potrebbe cambiare in base alle dimensioni della società al momento del debutto e al successo della quotazio
iStock

Spotify ha rivoluzionato il mondo della musica con il proprio servizio di streaming. Ora la società svedese si prepara a fare lo stesso anche con Wall Street: le banche che stanno lavorando alla quotazione del gruppo, che seguirà una procedura inconsueta, riceveranno commissioni molto più basse rispetto a quelle consuete.

Per Astaldi contratto da 108 milioni di dollari per costruire una tratta autostradale in Usa

È prevista la costruzione di 8 chilometri di nuova autostrada lungo il tracciato State Road 429–State Road 46 (Wekiva Parkway, Sezione 7A), compresi 12 ponti e tutte le opere connesse.

Contratto negli Stati Uniti per Astaldi. La società, uno dei principali contractor in Italia e tra i primi 25 a livello europeo nel settore delle costruzioni, si è aggiudicata un appalto da 108 milioni di dollari per la realizzazione di una tratta dell'autostrada Wekiva Parkway, in Florida.

La nipote di Martin Luther King difende Trump: "Non è razzista e le sue politiche aiutano gli afroamericani"

Nel giorno in cui si festeggia negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, la figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace difende il presidente, che dice: "Il sogno di Martin Luther King è il nostro sogno, è il sogno americano".

La nipote di Martin Luther King difende Donald Trump. Alveda King, figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace, ex deputata democratica statale in Georgia e ora dichiaratamente repubblicana e collaboratrice di Fox News, ha preso le parti del presidente degli Stati Uniti, sottolineando le opportunità economiche che sta dando agli afroamericani.

General Electric: oneri 6,2 mld $ in IV trim. su revisione attività assicurative

Al lordo delle tasse l'onere è di 9,5 miliardi (con la nuova aliquota fiscale passata dal 35 al 21% con la riforma voluta da Donald Trump la cifra scenderebbe a 7,5 miliardi).
General Electric

General Electric ha fatto sapere che la revisione di North American Life & Health, il portafoglio assicurativo in run-off di Ge Capital, porterà a oneri straordinari per 6,2 miliardi di dollari al netto delle tasse nel quarto trimestre. Al lordo delle tasse l'onere è di 9,5 miliardi (con la nuova aliquota fiscale passata dal 35 al 21% con la riforma voluta da Donald Trump la cifra scenderebbe a 7,5 miliardi).

Nyt: Russiagate, mandato di comparizione di Mueller per Bannon

Il procuratore speciale indaga sullo staff di Trump. La sua potrebbe essere una mossa per spingere l'ex stratega della Casa Bianca a trattare
AP

Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi e sulle possibili collusioni tra il Cremlino e lo staff di Donald Trump, ha spiccato un mandato di comparizione, la scorsa settimana, nei confronti di Steve Bannon, l'ex stratega capo del presidente degli Stati Uniti.

Trump all'attacco: non sono razzista, su immigrazione democratici mi ostacolano

Il presidente ha spiegato di voler concludere un accordo sull'immigrazione, ma di essere ostacolato dagli avversari democratici: "Noi siamo pronti, desiderosi e capaci di ottenere un accordo sui Daca", ha detto.
AP

"Non sono razzista. Sono la persona meno razzista che abbiate intervistato, questo lo posso dire per certo". Donald Trump, parlando dalla Florida, prova ancora a gettare acqua sul fuoco delle polemiche, come aveva già fatto venerdì, e a placare il vespaio scatenato da alcune sue presunte frasi molto poco "politically correct" su Paesi come Haiti riportate la settimana scorsa dal Washington Post.

Nyt: Russiagate, mandato di comparizione di Mueller per Bannon

Il procuratore speciale indaga sullo staff di Trump. La sua potrebbe essere una mossa per spingere l'ex stratega della Casa Bianca a trattare
AP

Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi e sulle possibili collusioni tra il Cremlino e lo staff di Donald Trump, ha spiccato un mandato di comparizione, la scorsa settimana, nei confronti di Steve Bannon, l'ex stratega capo del presidente degli Stati Uniti.