Hyperloop, città e Stati Usa ignari del progetto di Musk

Il fondatore di Tesla ha annunciato un accordo verbale con il governo, ma nessuno ne sa qualcosa. Tra dubbi e speranze, il deputato Castro gli lancia una proposta su Twitter: "Vieni a costruirlo in Texas"

Elon Musk ha stupito il mondo, annunciando di aver ottenuto "l'approvazione verbale del governo" per costruire una linea underground New York-Philadelphia-Baltimora-Washington D.C. da coprire con l'Hyperloop. Con il sistema di trasporto del futuro, alimentato a energia solare, il tragitto dal centro di New York al centro di Washington si farà, aveva scritto il fondatore di Tesla su Twitter, in 29 minuti. Poi, aveva aggiunto che "c'è bisogno ancora di molto lavoro per ricevere l'approvazione formale, ma sono ottimista che succederà rapidamente".

Qualcuno, già leggendo i tweet, aveva sorriso a quell'"accordo verbale" su un'opera pubblica che riguarderebbe diversi Stati e costerebbe miliardi, se non migliaia di miliardi, di dollari dei contribuenti statunitensi. Nelle ore successive, vari funzionari governativi hanno usato Twitter per spiegare di non avere la minima idea di costa stesse dicendo Musk.

Eric Phillips, portavoce del sindaco di New York, Bill de Blasio, ha scritto: "Questa è nuova per il City Hall", ovvero la sede del governo della città, aggiungendo che "se passi da queste parti, per favore porta una copia della proposta. Aiuterebbe". Nel frattempo, un giornalista di Usa Today ha parlato con la Metropolitan Transportation Authority (Mta), la società responsabile del trasporto pubblico nello Stato di New York: "L'addetto stampa era cos stupefatto che mi ha chiesto di fare lo spelling di Musk". Ben Sarle, altro portavoce dell'ufficio del sindaco di New York, ha scritto in un'e-mail al sito ZeroHedge: "Nessuno nel City Hall e nessuna della agenzie cittadine ha parlato con Musk o con un rappresentante della sua società". "Il dipartimento dei Trasporti dello Stato di New York non ha dato un'approvazione verbale per l'Hyperloop" ha detto la portavoce Jennifer Post.

Non solo a New York sono sembrati stupefatti dall'annuncio di Musk sul progetto che rivoluzionerebbe il trasporto pubblico. "Chi gli ha dato il permesso di farlo?" ha chiesto un portavoce del dipartimento dei Trasporti del Maryland, secondo quanto riportato dal Guardian. "Elon Musk non ha avuto nessun contatto con le autorità di Philadelphia su questo argomento" ha detto Mike Dunn, vicedirettore della comunicazione dell'amministrazione cittadina. "Non sappiamo cosa voglia dire quando dice di aver ricevuto 'un'approvazione verbale del governo'. Ci sono numerosi ostacoli per questa tecnologia Hyperloop non testata, prima che possa diventare realtà".

Un portavoce dello Stato della Pennsylvania ha confermato che il governatore e il dipartimento dei Trasporti non sono stati contattati da Musk o dalla sua società. Anthony McCarthy, portavoce della sindaca di Baltimora, Catherine Pugh, ha detto: "L'annuncio di Musk su Twitter è stato il primo sentito dall'amministrazione della città sul progetto Hyperloop". La sindaca, comunque, si è detta "eccitata" all'idea del progetto, che potrebbe "creare nuove opportunità per Baltimora e trasformare il modo in cui siamo collegati alle città vicine". Allo stesso modo, LaToya Foster, portavoce del sindaco di Washington D.C., Muriel Bowser, ha detto: "È la prima volta che ne sentiamo parlare. Non vediamo l'ora di saperne di più".

Un portavoce della Casa Bianca ha detto a The Hill che l'amministrazione ha avuto conversazioni positive con Musk, ma non ha risposto alla domanda se abbia dato un'approvazione al progetto. Nel frattempo, cominciano ad arrivare le richieste a Musk per il suo progetto: "Costruisci l'Hyperloop in Texas", gli ha chiesto su Twitter Joaquin Castro, deputato democratico eletto nello Stato meridionale.

Altri Servizi

Trump irritato dai ritardi sull'abrogazione dell'Obamcare, si rivolge direttamente ai democratici

Il presidente ha teso la mano ai democratici, sentendo direttamente il leader di minoranza al Senato, Charles Schumer, per capire se e che tipo di disponibilità ci sia a trattare e collaborare.
White House

Google al lavoro per riportare servizi internet e cellulari a Porto Rico

La Federal Communication Commission, l'autorità americana delle telecomunicazioni, ha approvato la richiesta di Alphabet per fornire servizi di telefonia cellulare di emergenza nelle zone colpite da Maria.
AP

Hollywood sceglie l'Italia per ambientare i set dei film. Occasione per il turismo

L'Italia, grazie a un patrimonio artistico e culturale enorme, è da sempre una delle location più gettonate dai registi: nel Paese esistono oltre 1.700 siti utilizzati dal cinema nazionale e internazionale.

General Electric punta al rilancio, il nuovo Ceo cambia la squadra manageriale

Via il direttore finanziario Jeff Bornstein, che lascerà a fine anno, il capo del martketing Beth Comstock e John Rice, che si occupa delle attività internazionali.
General Electric

Nate diventa uragano e spaventa Mississippi, Alabama e Louisiana

Si trova circa 150 chilometri a ovest-nordovest dell'estremità occidentale di Cuba e circa a 800 chilometri dalla foce del fiume Mississippi.

Trump celebra Cristoforo Colombo. Ma senza gli accorgimenti di Obama

Lunedì 9 ottobre gli Usa ricordano l'esploratore genovese che nel 1492 arrivò nelle Americhe. Il presidente brinda alla sua "impresa coraggiosa"; il predecessore ne ricordò anche le conseguenze per i nativi. A NY la 72esima parata (con polemiche)
Columbus Citizens Foundation

Italia: Moody's lascia invariato il rating, il settore bancario si stabilizza

E' pari a Baa2. Mantenuto l'outlook negativo. Incertezza dalle prossime elezioni. Rischi al ribasso dell'economia restano "elevati"

Autogrill festeggia in Usa il suo 40esimo anniversario, premiato Gilberto Benetton

Il Ceo Tondato ha partecipato a TechFest del New Yorker
Da sinista, Armando Varrichio (ambasciatore), Gilberto Benetton (presidente di Autogrill) e Lucio Caputo (Gei) Gei

A New York si celebra l'eredità italiana ma Cristoforo Colombo divide

Alcune associazioni italoamericane hanno boicottato l'evento del sindaco Bill de Blasio: non ha difeso le statue dell'esploratore dal destino incerto. Il suo ufficio: la statua non si tocca. L'ambasciatore Varricchio difende il personaggio storico

Media Usa: Ivanka e Donald Trump Jr. furono vicini a essere incriminati per frode

Lo riporta un'indagine di Pro Publica, New Yorker e Wnyc. Decisivo l'intervento dell'avvocato personale del 45esimo presidente
AP