Visti e permessi di soggiorno per gli Usa

Informazioni per turisti, studenti, lavoratori. Visti per non immigranti e per immigranti. La lotteria per la carta verde e permessi per artisti
Il museo di Ellis Island a New York Shutterstock

Sono lontani i tempi in cui decine di migliaia di persone sbarcavano sull'isola di Ellis Island pieni di sogni nelle tasche, ma gli Stati Uniti continuano a essere una meta dove trascorrere brevi o lunghi periodi. Prima di poter mettere piede sul territorio americano si deve compiere un percorso burocratico, in alcuni casi laborioso, che gli Stati Uniti hanno reso ancora più difficile dopo gli attentati dell’11 settembre 2001.

L'Italia rientra nel gruppo di Paesi che partecipano al "Visa Waiver Program", che dà la possibilità di entrare negli Stati Uniti senza visto, ma solamente a scopo turistico e per un massimo di 90 giorni. Per usufruire di questa opportunità è necessario possedere un biglietto di andata e ritorno, un passaporto elettronico (rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006), a lettura ottica (rilasciato prima del 26 ottobre 2005) o con foto digitale (fra il 26 ottobre 2005 e il 26 ottobre 2006). Bisogna inoltre aver compilato minimo tre giorni prima della partenza il modulo ESTA (costa 14 dollari, vale due anni dalla data di emissione o fino alla scadenza del passaporto).

Per tutti coloro che intendono trascorrere un periodo superiore ai 90 giorni è invece obbligatorio richiedere un visto, o Visa, al Consolato o Ambasciata americana, preferibilmente sei mesi prima della data di partenza. Per sapere che visto fa per voi, la prima distinzione da fare è quella tra visto per Non Immigranti e per Immigranti.

Visti per Non Immigranti:

- I visti B1/B2 sono destinati a tutti coloro che intendono viaggiare per motivi lavorativi o a scopo turistico per un periodo di tempo determinato.
- I visti F/M (F per studi accademici e M per quelli non accademici o professionali) sono destinati a chi volesse studiare negli Stati Uniti. Per gli studenti che fanno domanda per il visto F sono necessari anche il Modulo I-20 e la ricevuta SEVIS.
- I visti J e Q sono per ricercatori, studenti o per programmi di scambio culturale. E' richiesto anche il modulo DS-2019 e la ricevuta SEVIS.
- I visti H, L, O, P si riferiscono ai lavoratori temporanei.
- I visti C1/D sono previsti per coloro che devono solamente transitare in territorio americano (C1) o per membri di un equipaggio (D).
- Il visto R è per i lavoratori religiosi.
- Il visto I è per i rappresentanti dei media, quali giornalisti (cronista, troupe televisiva, redattore e persone in simili mansioni), addetti stampa, o addetti ad altri mezzi di comunicazione, come radio e cinema.
- Il visto E serve per svolgere attività commerciali rilevanti. E' necessario compilare anche il modulo DS-156E Non-Immigrant Traty Trader/Investor Visa Application Form, disponibile solo in lingua inglese)
- I visti A1, A2, G1-5, NATO 1-6 vengono rilasciati a persone che ricoprono cariche ufficiali (purché non si tratti di cariche ad honorem) presso organizzazioni governative o internazionali.

Per tutti questi tipi di visto è obbligatorio compilare il nuovo modulo di richiesta visto DS-160, quindi fissare un appuntametno per un colloquio presso l'Ambasciata o il Consolato americano durante cui bisogna presentare una dettagliata documentazione che comprenda la ricevuta dell'avvenuto pagamento, presso una qualsiasi filiale della BNL, della tariffa consolare non rimborsabile (l'importo varia in base al tipo di visto richiesto) e un passaporto con validità di almeno sei mesi superiore al periodo di permanenza negli Stati Uniti previsto.

Ciascuna persona compresa nello stesso passaporto che desideri un visto dovrà presentare una richiesta di visto separata, una foto tessera (non digitale, scattata negli ultimi sei mesi), possedere un'assicurazione medica, documenti che dimostrino la propria situazione sociale, economica e familiare in Italia e che attesti lo scopo del viaggio (maggiori info sul sito dell'ambasciata americana in Italia) .

Una volta scelto e ottenuto il visto più in linea con le proprie esigenze, si dovranno ulteriormente compilare due moduli. Il primo è il I-94W che verrà fornito dal personale di volo durante il viaggio in aereo e necessario per tutti coloro che viaggiano senza visto. Il secondo è il modulo per la dogana (custom declaration form), obbligatorio per chiunque entra nel Paese.

Visti per Immigranti:

- I visti K e V

Per i visti K (per familiari di cittadini americani) e V (per familiari di residenti negli Stati Uniti) è necessario compilare il modulo D-230 e pagare una tassa di circa 400 dollari e possedere un'estesa documentazione che includa il passaporto, certificato di nascita, certificato di matrimonio, fotografie, prove di sufficienti risorse economiche, il modello dato dall'USCIS ( U.S. Citizenship and Immigration Service) che notifica che la petizione è stata approvata (modello I-797), certificati di polizia, documentazioni militari e una lettera da parte del potenziale datore di lavoro (come validità), esame medico e vaccinazioni richieste (per tutte le info consultare il sito dell'ambasciata americana in Italia).

Il Consolato Generale degli Stati Uniti di Napoli è l'unico consolato a rilasciare in Italia visti di immigrazione, visti fiancé/e e visti Diversity, ed ha competenza per le richieste di visto di immigrazione, visto fiancé/e K1 e visto Diversity presentate a beneficio di persone residenti in Italia e Malta. Il Consolato fornisce i servizi relativi a questi visti esclusivamente su appuntamento. I cittadini americani residenti negli Stati Uniti, per richiedere un visto di immigrazione fiancé/e, dovranno rivolgersi al Dipartimento di Homeland Security, Bureau of Citizenship and Immigration Services, negli Stati Uniti, mentre i cittadini americani residenti in Italia potranno fare richiesta al Dipartimento di Homeland Security, Bureau of Citizenship and Immigration Services, dell'Ambasciata degli Stati Uniti d'America, Uffici Consolari a Roma. In questa pagina  abbiamo dato tutte le informazioni per partecipare alla lotteria e in questo articolo trovate consigli per evitare truffe e delusioni. 

Diversity Visa Program

Per il Diversity Visa Program, ovvero l'annuale lotteria che mette in palio gratuitamente un numero limitato di visti, a sorteggio casuale, per immigrare permanentemente negli Stati Uniti, si dovrà effettuare l'iscrizione al sito dvlottery.state.gov.

L'iter, come abbiamo visto, non è dei più semplici, occorrono tempo e attenzione per non incappare in errori spiacevoli. Tuttavia, le ore spese a raccogliere documenti potranno essere sicuramente ripagate da un drink sorseggiato davanti allo skyline di Manhattan o al Golden Gate di San Francisco.

I visti per gli artisti

Ne abbiamo parlato in un altro articolo dedicato ai permessi di soggiorno per pittori, scultori, registi...

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap