IBM è l’azienda americana più verde del 2011

Nella classifica di Newsweek, seconda Hewlett-Packard. Apple solo cinquantesima.

Con la crisi economica globale in corso, l’interesse della leadership politica internazionale per questioni di natura ambientale, in particolare il riscaldamento globale, si è molto raffreddato.

Rimangono quindi le grandi corporation, che continuano a sperimentare nell’uso di nuove tecnologie efficienti per prepararsi a un futuro in cui le risorse su cui contiamo oggi saranno scarse e costose.

Da tre anni, Newsweek pubblica due classifiche parallele, delle cinquecento aziende americane e delle cinquecento aziende globali che hanno mostrato le performance migliori, e peggiori, in fatto di politiche “verdi”. L’ordine in classifica è determinato da una complessa valutazione delle emissioni di gas inquinanti e del consumo d’acqua, delle politiche ambientali e di trasparenza di ogni azienda.

Assieme, queste centinaia di corporation producono oltre sei miliardi di tonnellate di emissioni inquinanti ogni anno, quasi lo stesso ammontare generato da tutti gli Stati Uniti. Maggior efficienza da parte loro potrebbe, quindi, fare davvero la differenza.

Il colosso dell’informatica IBM è in vetta alla classifica americana per il 2011. Munich Re, una società d’assicurazioni tedesca, guida quella internazionale. In generale, le aziende che operano nei settori della tecnologia, della sanità e dei servizi finanziari tendono a battere i rivali manifatturieri e energetici, per il semplice fatto che queste ultime sono industrie a alto impatto ambientale.

Interessante quindi l’ottavo posto ottenuto da Home Depot, un distributore al dettaglio di prodotti per costruire e manutenere la casa che ha cominciato a informare i clienti dell’impatto ambientale di tutte le merci in vendita.

“Ci è stata presentata una falsa dicotomia, quella tra un’ottima performance economica e un’ottima performance ambientale”, ha dichiarato a Newsweek Mark Vachon, a capo della divisione Ecomagination di GE, oggi alla posizione numero sessantatré. “Attraverso l’innovazione, possiamo vincere entrambe le sfide”.

Subito dietro IBM, e subito prima di Office Depot, si sono classificate Hewlett-Packard, Sprint Nextel, Baxter, Dell, Johnson & Johnson e Accenture. Apple si è piazzata al cinquantesimo posto.

Altri Servizi

Vettura autonoma Uber provoca incidente, società sospende test

Per il momento la società ha deciso di sospendere i test e di togliere le vetture autonome dalle strade di Pittsburgh, in Pennsylvania, e appunto Tempe, in Arizona.

Una delle vetture autonome di Uber si è schiantata in Arizona, cosa che è destinata a metere sotto ulteriore pressione la società che già deve fare i conti con una serie di problemi interni e internazionali (si pensi per esempio alle tensioni con i tassisti in vari Paesi, tra cui l'Italia).

Apple lancia edizione speciale iPhone 7 e aggiorna iPad da 9,7 pollici

Smartphone rossi per finanziare la lotta contro l'Aids. Nuovo tablet più economico per rilanciare le vendite
Apple

Doppio annuncio da parte di Apple: il gruppo di Cupertino (California) ha lanciato una edizione speciale dell'iPhone 7 e dell'iPhone 7 Plus e ha aggiornato l'iPad con schermo da 9,7 pollici con un display più luminoso e una performance migliore.

La Bce conferma: è stata nel mirino degli hacker nordcoreani

L'Eurotower figura tra un centinaio di istituzioni prese di mira insieme alla filiale Usa di Deutsche Bank. Lo dice il NYT secondo cui i pirati informatici sono gli stessi che hanno rubato 81 milioni di dollari dalla Fed di NY e che hanno attaccato Sony

C'era anche la Banca centrale europea tra oltre 100 istituzioni finanziarie prese di mira da hacker nordcoreani. E' quanto sostiene il New York Times, che ha ottenuto e analizzato un elenco di indirizzi IP forniti da esperti di cybersicurezza e che a loro volta hanno passato al setaccio le tracce lasciate dai pirati informatici di Pyongyang quando lo scorso ottobre hanno cercato di intrufolarsi nelle reti di banche polacche. Queste sono state il principale target seguite da quelle americane, a detta del quotidiano newyorchese secondo cui nel mirino c'erano anche la Banca Mondiale di Washington, Bank of America, State Street, Bank of New York Mellon e la filiale statunitense della tedesca Deustche Bank. Anche le banche centrali di Russia, Venezuela, Cile, Messico e Repubblica Ceca erano nella lista degli hacker, mai emersa prima d'ora e che in Cina avevano solo un obiettivo: le filiali a Hong Kong e in Usa della Bank of China. Un portavoce della Bce ha risposto a una richiesta di commento di America24 spiegando che l'istituzione guidata da Mario Draghi "è venuta a conoscenza del tentativo di hackeraggio all'inizio di febbraio. Il nostro team dedicato alla sicurezza ha velocemente concluso che non siamo stati infettati e ha preso misure aggiuntive per prevenire ulteriori rischi legati a quel tentativo di compromissione. In quanto organizzazione finanziaria pubblica internazionale, la Bce è sempre un target di hacker e ha le misure e le procedure necessarie per gestire" tali minacce.

Studiare in una università americana dopo la scuola superiore

Quello che bisogna sapere per scegliere e per essere ammessi in un college negli USA. Gli ostacoli da superare e gli strumenti migliori per battere la concorrenza nelle università più prestigiose
Unsplash

Cervelli in fuga non si nasce, si diventa. E il modo più semplice per diventarlo è 'studiarlo' a scuola. Abbiamo provato a confezionare una sorta di guida per iscriversi in una università americana dopo avere ottenuto un diploma di scuola superiore in Italia. Entrare in questo mondo di football, confraternite e campus da film, e ottenere una laurea in una università americana, è in assoluto la linea più diretta per andare a un punto A (non avere chiare prospettive di lavoro in Italia dopo la laurea) a un punto B (trovare un lavoro in America).

Facebook si dà alla musica per sfidare Spotify e YouTube

Il social network sta reclutando persone esperte nel settore per trattare con etichette musicali e mettere a punto le migliori licenze

Facebook sta sempre più puntando sulla musica per sfidare Spotify e YouTube. Il più grande social network al mondo è alla ricerca di tre top executive esperti del settore musicale per lavorare al suo quartier generale americano.

L’addio a David Rockefeller, simbolo di un’America che fu

Scomparso all'età di 101 anni il banchiere e filantropo americano, protagonista del multilateralismo del dopoguerra. Il direttore dell’Fbi conferma le indagini in corso sul ‘Russiagate’ e smentisce Trump: “Nessuna intercettazione alla Trump Tower”.

"Sono stato autorizzato a confermare che l'Fbi sta investigando sugli sforzi dell'intelligence russa di interferire nelle elezioni presidenziali del 2016”. A dirlo è stato ieri il direttore dell’Fbi James Comey, in una rara dichiarazione pubblica su indagini ancora in corso. Sotto analisi, ha confermato di fronte alla Camera degli Stati Uniti, anche qualsiasi collegamento fra la campagna di Trump e il Cremlino. Le sue affermazioni sono state un duro colpo per Donald Trump, soprattuto perché Comey lo ha apertamente smentito nel merito delle presunte intercettazioni ordinate da Obama sui telefoni della Trump Tower: “Non sono in possesso di alcuna informazione a sostegno dei tweet del presidente.” La Casa Bianca, per voce di Sean Spicer, ha tuttavia deciso di non modificare la sua linea: “Non ritrattiamo, aspettiamo la fine dell’indagini”.

Alfano a Washington per la coalizione anti-isis: “I nostri valori più forti di coloro che vogliono sovvertirli”

“L’amministrazione Trump ha dato una rotta da seguire, basata sullo scambio di informazioni”, spiega il ministro degli Esteri ad America24. Nel giorno dei 60 anni dai Trattati di Roma sottolinea l’importanza dell’Ue: “Prima c’è stata solo la guerra”.
Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Il terrorismo è tornato a colpire, e lo ha fatto proprio nel giorno in cui a Washington i 68 paesi che fanno parte della coalizione anti-Isis si sono riuniti per fare il punto sui risultati ottenuti e sulle sfide ancora da combattere. L’Unione Europea ha così festeggiato i 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma in un clima di raccoglimento e dolore; nonostante Brexit, Londra e la Gran Bretagna - anche solo per la vicinanza culturale, storica e geografica - restano infatti simbolicamente parte dell’Europa. Ad esprimere la massima vicinanza dell’Italia è stato proprio da Washington il ministro degli Esteri Angelino Alfano, nella capitale per partecipare ai lavori della coalizione.

FedEx: utili trimestrali cresciuti meno del previsto

Il colosso delle spedizioni ha chiuso il suo terzo trimestre fiscale con ricavi in linea alle stime
iStock

FedEx ha chiuso il suo terzo trimestre fiscale con utili deludenti e ricavi in linea alle stime degli analisti. Il colosso americano delle spedizioni ha per altro detto di non essere in grado di fornire le guidance sui profitti per il 2017.

Riforma sanità: caos alla Camera. E al Senato nessuna possibilità

I repubblicani più conservatori alla Camera restano contro. Casa Bianca spera in un voto venerdì
AP

Anche se entro la fine di questa settimana la proposta di legge pensata per eliminare l'Obamacare dovesse passare alla Camera - possibilità in bilico visto che in questo momento non c'è alcun accordo tra i repubblicani - al Senato, così come è, è sicuro che affonderà. La riforma del Grand Old Party ha poche possibilità di passare nella camera alta, visto che oltre a una maggioranza poco ampia (52 repubblicani contro 48 democratici), una decina almeno di senatori repubblicani sarebbero pronti a votare contro.