Il boomerang delle accuse di Trump a Obama

Il direttore dell'Fbi Comey avrebbe chiesto al dipartimento di Giustizia di smentire pubblicamente le affermazioni del presidente, che ha accusato Barack Obama di aver fatto intercettare le sue chiamate. A rischio c'è ora la sua stessa credibilità
AP

Anche l’Fbi e il suo direttore James Comey sono intervenuti nel polverone scatenato sabato dal presidente Donald Trump, che con una serie di tweet - formalizzati domenica in una nota ufficiale della Casa Bianca - ha accusato Barack Obama di aver intercettato le sue chiamate dalla Trump Tower.

ASCOLTA IL PODCAST DELLA PUNTATA

Secondo quanto rivelato da alcuni informatori, Comey avrebbe infatti chiesto al dipartimento di Giustizia di sconfessare pubblicamente le affermazioni di Trump, non solo perché prive di fondamento, ma anche perché di fatto intercettazioni di questo genere sarebbero state illegali. Il presidente infatti, come ha sottolineato lo stesso portavoce di Obama, non può ordinare di spiare un privato cittadino. Il dipartimento per ora non ha rilasciato alcun commento, ma la richiesta di Comey pesa come un macigno: di fatto il direttore dell’Fbi avrebbe messo in discussione la credibilità del presidente americano. E non è stato l’unico. “Se la corte federale avesse ordinato delle intercettazioni” - ha detto l’ex direttore dell'Intelligence Nazionale James Clapper - lo avrei saputo: quindi posso escluderlo categoricamente”.

La vicenda si sta dunque trasformando in un boomerang per il nuovo presidente americano. Dopo aver ripetutamente accusato la stampa e i giornalisti di dare notizie false, è infatti proprio lui - almeno secondo le dichiarazioni dell’intelligence - ad essere diventato l’autore di quelle che ama chiamare ‘fake news’. Le ragioni che potrebbero aver spinto Trump su questo sentiero tanto aggressivo quanto pericoloso sono fondamentalmente due. La prima è che il presidente si trova sotto pressione per il ‘Russiagate’, ovvero gli scandali dei contatti tra i membri della sua amministrazione e il Cremlino, mentre la seconda ha a che fare con la figura poco cristallina del suo consigliere Steve Bannon. Trump continua a subirne l’influenza, tant’è vero che la fonte da cui ha tratto le prove delle intercettazioni di Obama è proprio la rivista di estrema destra ‘Breitbart News’, di cui Bannon era a capo prima di diventare consigliere della sua campagna.

Sono bastati così solo pochi giorni per dimenticare il Donald Trump nei panni dello 'statista' moderato visto marted" scorso di fronte al Congresso. Questa volta però Bannon ha commesso un passo falso che potrebbe anche costargli caro: la sua linea aggressiva ha infatti messo in discussione la credibilità stessa del presidente Usa. Che Trump decida o meno di affidarsi a figure più moderate, come ad esempio quella del nuovo consigliere per la Sicurezza nazionale H. R. McMaster, una cosa appare ormai chiara: dovrà trovare il modo di arginare l’influenza di Steve Bannon, ‘l’anima nera’ della Casa Bianca, nelle questioni di Stato.

 

Canzone del giorno: Coldplay - Spies

Altri Servizi

Wall Street, il focus resta sulle tensioni commerciali

In programma anche il dato sulla vendita di case esistenti
iStock

Tiffany: i conti brillano, annuncia piano di buyback da 1 miliardo di dollari

Utili +53% a 142 milioni di dollari. Ricavi +15% a 1 miliardo. Outlook per il 2018 migliorato

Tiffany brilla nel pre-mercato, dove il titolo della catena di gioiellerie vola del 14,5% a 117,10 dollari. Il gruppo ha pubblicato conti che hanno battuto le stime sotto ogni punto di vista e ha annunciato un nuovo piano di riacquisto di titoli propri per 1 miliardo di dollari.

La Corea del Nord smantella sito di test nucleari, Trump apre a denuclearizzazione graduale

Pyongyang ha annunciato l'esito delle operazioni, il presidente Usa ha parlato di "grande cosa per il mondo" se l'incontro con Kim si terrà

La Corea del Nord ha annunciato di aver smantellato "completamente" il proprio sito di test nucleari, a Punggye-ri, nel Nord-Est del Paese, con una serie di esplosioni pianificate che lo hanno reso inutilizzabile. "L'Istituto per le armi nucleari della Corea del Nord ha tenuto una cerimonia per smantellare completamente il sito di test nucleari nel Nord il 24 maggio... per garantire la trasparenza della discontinuità dei test nucleari", si legge in una dichiarazione in inglese pubblicata dall'agenzia di stampa statale KCNA.

Trump valuta nuovi dazi sulle auto importate

Potrebbero arrivare fino al 25%. L'amministrazione Usa userebbe 'scuse' legate alla tutela della sicurezza nazionale, che per il segretario al Commercio è sicurezza militare
AP

L'amministrazione Trump sta valutando se imporre nuovi dazi, fino al 25%, sulle auto importate in Usa. La mossa di Washington sarebbe giustificata per motivi di sicurezza nazionale; si tratta degli stessi motivi con cui gli Stati Uniti hanno cercato di convincere - inutilmente - della bontà delle tariffe doganali pari a 25% sull'acciaio e al 10% sull'alluminio scattate il 23 marzo scorso con alcune eccezioni. La Ue, per esempio, ne è stata esonerata fino al primo giugno. Anche Canada e Messico non sono soggetti alla misura sui metalli importati in Usa mentre negoziano sul Nafta.

Donald Trump chiede l'apertura di un'inchiesta sull'Fbi

Il tycoon domanderà al Dipartimento di Giustizia di accertare eventuali infiltrazioni durante la sua campagna del 2016

Donald Trump ha chiesto al Dipartimento di Giustizia americano di aprire un'indagine per verificare se l’Fbi, o lo stesso Dipartimento, si siano infiltrati nella sua campagna nel 2016. Il presidente americano lo ha scritto su Twitter dopo altri cinguetii domenicali in cui ha attaccato nuovamente la stampa e Hillary Clinton.

Elliott conferma quota "significativa" nella tedesca ThyssenKrupp

Continua l'attivismo in Europa dell'hedge fund di Paul Singer, che con l'azienda industriale vuole un "dialogo costruttivo"

L'investitore attivista Elliott Advisors continua a puntare sull'Europa. Il braccio britannico dell'hedge fund americano Elliott Management ha confermato che fondi da esso gestiti sono "soci significativi" nel gruppo industriale tedesco ThyssenKrupp e che "ad oggi" i titoli ordinari in possesso sono tali da "non superare" il limite oltre il quale, stando alla normativa tedesca, è obbligatorio svelare la partecipazione.

McDonald's travolto da accuse di molestie sessuali in Usa

Le hanno lanciate dieci donne. Il gruppo le prende "molto seriamente"
iStock

L'ondata di molestie sessuali che ha travolto Hollywood, Capitol Hill e il mondo dei media è arrivata anche nel colosso mondiale del fast-food McDonald's.

Congresso Usa smantella riforma finanziaria post-crisi in favore delle banche più piccole

Alzato a 250 miliardi di dollari da 50 miliardi il valore degli asset che un istituto di credito deve avere per essere soggetto alle regole più severe

Dopo quasi due mesi, anche la Camera Usa ha spianato la strada a un indebolimento della regolamentazione bancaria entrata in vigore dopo la crisi del 2008.

Usa ritirano invito fatto alla Cina per partecipare a esercitazione militare

Si chiama Rimpac, coinvolge 27 nazioni ed è prevista nel Pacifico a giugno. Washington contro la militarizzazione delle isole controverse nel Mar Cinese Meridionale
U.S. Department of Defense

Gli Stati Uniti hanno ritirato l'invito fatto alla Cina di partecipare a una esercitazione militare internazionale prevista il mese prossimo nell'Oceano Pacifico. Così facendo il Pentagono ha lanciato a Pechino un segnale di disapprovazione per quello che Washington considera un rifiuto a fermare la militarizzazione delle isole controverse nel Mar Cinese Meridionale. Il tutto succede mentre la prima e la seconda economia al mondo trattano per evitare una guerra commerciale.

Fca: per Hsbc, Marchionne prepara il "gran finale"

Gli analisti avviano la copertura del titolo consigliando di comprarlo. Arriverà a 23 euro. Possibile il raggiungimento dei target 2018 e una revisione al rialzo delle stime sugli utili

Fiat Chrysler Automobiles ha corso a Wall Street, dove il titolo del produttore di auto ha registrato un +1,3% a 22,62 dollari ma era arrivato fino a 22,91 dollari. A Piazza Affari l'azione ha guadagnato l'1,66% a 19,35 euro.