Il Calendario Pirelli 2017: Peter Lindbergh e l'emozione della bellezza

Durante la settimana della moda di New York, una serata per celebrare "The Cal" con il fotografo tedesco e Steve McCurry, Jessica Chastain, Fran Lebowitz e Derek Blasberg

Non c'è concetto che sia insieme più chiaro eppure più indefinibile della bellezza: non quella data da un'emozione e nemmeno quella interiore, ma la bellezza oggettiva. Che cos'è? Ha a che fare con l'armonia dei tratti del volto? Con l'equilibrio? Con la simmetria? Nessuno è davvero capace di dirlo, eppure resta un fatto: quando c'è, mette tutti d'accordo. Dall'antica Grecia a oggi, passando per ogni altra epoca, possono essere cambiati gli archetipi, le caratteristiche che ci fanno dire di un corpo "è bello", eppure c'è una cosa che non cambia mai: l'inevitabilità della bellezza. La chiarezza con cui, di epoca in epoca, di un viso o un corpo che è bello riusciamo a dire solo che è bello.

Perché non c'è altra spiegazione possibile? Perché la bellezza è forse l'unica cosa, insieme all'amore, che non può essere davvero spiegata, ma di cui si può solo fare esperienza. 

Di questo si sono trovati a parlare, nella sala da ballo di Cipriani Wall Street, i grandi fotografi Peter Lindbergh e Steve McCurry, insieme a Jessica Chastain, Fran Lebowitz e Derek Blasberg. La serata, organizzata da Pirelli Usa durante la settimana della moda di New York, era una celebrazione del calendario Pirelli 2017, le cui fotografie sono appunto di Peter Lindbergh.

Per il fotografo tedesco questa è la terza collaborazione con Pirelli: sono suoi infatti anche gli scatti delle edizioni 1996 e 2002. "The Cal", dal canto suo, non ha bisogno di presentazioni: è un calendario così iconico da avere persino un soprannome. Ideato nel 1963, viene stampato ogni anno in tiratura limitata e regalato a clienti d'eccezione dell'azienda e celebrità.

Nell'edizione di quest'anno, solo attrici: appunto Jessica Chastain, che è stata madrina della serata, e poi Penelope Cruz, Nicole Kidman, Rooney Mara, Helen Mirren, Julianne Moore, Lupita Nyong'o, Charlotte Rampling, Lea Seydoux, Uma Thurman, Alicia Vikander, Kate Winslet, Robin Wright, Zhang Ziyi.

Le foto sono state scattate tra maggio e giugno del 2016 in cinque diversi luoghi: Berlino, New York, Los Angeles, Londra e Le Touquet, in Francia. Peter Lindbergh l'ha definito un calendario "emozionante". Il suo intento era quello di mostrare non tanto corpi perfetti (infatti sono visibili anche le rughe di queste bellissime attrici), ma "spogliare la loro anima, così da rendere questi ritratti più nudi del concetto stesso di nudo".

La bellezza fa questo, emoziona? Sì, anche secondo Steve McCurry: "E' una cosa che commuove e arricchisce, ed è ciò che rende la vita degna di essere vissuta", ha detto il grande fotografo americano (autore dell'edizione 2013 di "The Cal") facendo eco a Peter Lindbergh.

Altri Servizi

Per il Fmi economia Eurozona migliora, ma Italia a livelli pre-crisi a metà del prossimo decennio

E' quanto si legge nel rapporto redatto dal Fondo monetario internazionale a conclusione dell'annuale missione di monitoraggio Articolo IV nell'Eurozona, dove si legge che in generale, la ripresa ciclica si sta rafforzando e diventa più ampia
IMF

Anche se nell'Eurozona la congiuntura si sta rafforzando, non procede allo stesso passo in tutti i Paesi: "in linea con i trend divergenti visti dopo la crisi, la crescita robusta in Germania e Spagna contrasta con una crescita più debole in Italia", dove, come in altri Paesi dell'Area euro, gli effetti della tempesta finanziaria "sono stati più persistenti" e "il Pil dovrebbe tornare ai livelli pre-crisi verso la metà del prossimo decennio". E' quanto si legge nel rapporto redatto dal Fondo monetario internazionale a conclusione dell'annuale missione di monitoraggio Articolo IV nell'Eurozona.

Facebook: utenti a quota 2 miliardi, conti sopra le stime grazie a pubblicità

Le persone che usano il social network mensilmente raggiungono un record. WhatsApp usata da un miliardo di persone ogni giorno. Il Ceo Zuckerberg: "buon secondo trimestre". Il Cfo: tasso di crescita degli introiti da pubblicità visto in calo
Facebook

Facebook ha chiuso un altro trimestre superiore alle stime degli analisti grazie al traino delle inserzioni pubblicitarie. L'ultimo bilancio del social network ha battuto le previsioni su ogni fronte. Per questo l'amministratore delegato Mark Zuckerberg ha detto che il più grande social network al mondo "ha avuto un buon secondo trimestre e una buona prima metà dell'anno". Spiegando che la comunità Facebook è ora composta da due miliardi di persone, un record per il gruppo, il Ceo ha detto di essere focalizzato "nel rendere [le persone nel] mondo ancora più vicine". Il direttore operativo Sheryl Sandberg, dal canto suo ha promesso che il gruppo "investirà aggressivamente" come dimostrato dal numero dei dipendenti, arrivato a quota 20.658, un aumento annuo del 43%.

Simona Ferrari, dalla tv italiana ai documentari a New York: "Qui ci sono molte più opportunità"

Intervista con la regista e video editor di Milano, che ora vive a Brooklyn e lavora ad Harlem

Si potrebbe pensare che i cunicoli sotterranei di Parigi e la montagna El Capitan nel parco Yosemite in California in comune non abbiano niente. Si potrebbe, ma sarebbe un pensiero sbagliato, perché a legare questi due luoghi così diversi c’è una donna italiana di quarantun anni che vive a Brooklyn: Simona Ferrari.

Intelligenza artificiale: è scontro tra Musk e Zuckerberg

Il numero uno di Tesla tra gli apocalittici. Il Ceo di Facebook tra gli ottimisti. La Silicon Valley si divide
AP

Chissà chi dei due avrà poi ragione, perché in questo momento la battaglia tra Elon Musk e Mark Zuckerberg sull'intelligenza artificiale non può avere una risposta certa, univoca, definitiva. È invece un tema etico, che divide, crea schieramenti, propone due visioni completamente diverse del futuro. C'è Musk che da qualche anno avverte che in questo modo andremo incontro alla supremazia dei robot, per questo sta investendo denaro in Open AI, una non profit che si occupa di studiare l'intelligenza artificiale e di porre una serie di regole per evitare la catastrofe.

La difesa di Kushner: "Nessuna collusione con la Russia. Trump ha vinto grazie a una campagna migliore"

Il genero e assistente del presidente Trump ha parlato davanti alla commissione Intelligence del Senato; poi, ha rilasciato una dichiarazione dalla Casa Bianca
AP

"Donald Trump ha portato un messaggio migliore e ha corso una campagna migliore e più intelligente, ed è per questo che ha vinto". Lo ha detto Jared Kushner, genero e assistente del presidente statunitense, Donald Trump, parlando dalla Casa Bianca dopo la sua testimonianza, a porte chiuse, davanti alla commissione Intelligence del Senato, a proposito dei contatti avuti con funzionari russi durante la campagna elettorale dello scorso anno e durante il periodo di transizione tra l'amministrazione Obama e quella attuale.

Amazon vale oltre 500 miliardi di dollari, è la prima volta

Il colosso dell'e-commerce entra nel club a cui appartengono Microsoft, Alphabet e Apple, la cui capitalizzazione ha già superato quella soglia psicologica.
AP

Alla vigilia dei conti, Amazon potrebbe chiudure la seduta per la prima volta con una capitalizzazione sopra i 500 miliardi di dollari. E' la dimostrazione di come gli investitori abbiano fiducia nel colosso del commercio elettronico e nella sua capacità di modificare il modo in cui i consumatori fanno acquisti mettendo a rischio il modello di business dei negozi tradizionali. Basti un esempio: la capitalizzazione del colosso mondiale del retail Wal-mart è pari a 238,8 miliardi di dollari.

Trump: "Non accetteremo transgender nelle forze armate"

Il presidente Usa ha annunciato la sua decisione su Twitter. Il divieto sulla loro presenza era stato eliminato lo scorso anno dall'amministrazione Obama
U.S. Department of Defense

Non c'è spazio per i transgender nelle forze armate statunitensi. Lo ha annunciato su Twitter il presidente Donald Trump: "Dopo consultazioni con i miei generali e gli esperti militari, il governo" ha deciso che "non accetterà e non permetterà che persone transgender servano nelle forze militari statunitensi, che devono essere concentrate sulla vittoria e non possono essere gravate dagli enormi costi medici e dai disagi che la presenza dei transgender comporterebbe. Grazie". Il Pentagono tolse il divieto sui transgender un anno fa, ma le regole per permettere il loro reclutamento non erano ancora state rese effettive.

Wall Street, giornata di trimestrali

S&P 500 e Nasdaq hanno finito a livelli record
AP

La Fed si prepara a smantellare gli stimoli della crisi "relativamente presto"

Come previsto, la banca centrale Usa ha lasciato i tassi all'1-1,25%. La stretta sarà "graduale"
AP