Il Congresso approva l'accordo sul budget, termina lo shutdown

La seconda chiusura delle attività federali durata poche ore. Alla Camera, 73 democratici hanno votato a favore, permettendo il via libera alla misura. Trump ha firmato, poi su Twitter le accuse ai democratici
Ap

Con 240 voti a favore e 186 contrari, la Camera statunitense ha approvato un accordo bipartisan sul budget 2018-2019, insieme a una misura temporanea per porre fine, poco dopo le 5:30 del mattino (le 11:30 in Italia), al secondo shutdown dell'era Trump. La chiusura delle attività federali, dopo il primo stop di 3 giorni a gennaio, è durata solo per le prime ore della giornata. In precedenza, il Senato aveva approvato l'intesa con 71 voti a favore e 21 contrari.

Alla Camera, 73 democratici hanno votato a favore, nonostante non avessero ricevuto garanzie su una discussione in Aula, e un voto, per proteggere i Dreamers, gli immigrati senza documenti arrivati da bambini nel Paese; garanzie che erano state ripetutamente richieste dalla leader della minoranza democratica, Nancy Pelosi, che mercoledì aveva tenuto un discorso record di oltre otto ore, difendendo la causa degli immigrati. 

Lo speaker della Camera, Paul Ryan, non ha promesso nulla, ma ha ottenuto i voti democratici necessari per approvare l'intesa, vista l'opposizione dei repubblicani contrari all'aumento della spesa. L'approvazione della proposta di legge garantisce finalmente stabilità fino al settembre 2019, dopo mesi di misure temporanee, crisi e due brevi shutdown.

Il ritardo del voto in Senato, che ha provocato il breve shutdown, era stato causato dal senatore Rand Paul, che ha parlato per oltre sette ore in segno di protesta, visto che un emendamento per preservare i limiti alla spesa non è stato ammesso. Il nuovo budget garantisce un aumento della spesa di 300 miliardi di dollari per l'attuale anno fiscale e il prossimo; soldi che andranno alla Difesa, come voluto dai repubblicani, e a programmi sociali, come voluto dai democratici; inoltre, l'accordo prevede la sospensione del tetto del debito fino al primo marzo 2019.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha firmato la legge sul budget e la misura provvisoria circa tre ore dopo. Su Twitter, il presidente non ha però evitato le polemiche: "Ho appena firmato la proposta di legge. Le nostre forze armate saranno più forti che mai. Amiamo le nostre forze armate, ne abbiamo bisogno e abbiamo dato loro tutto e di più. È la prima volta che succede da molto tempo. Questo significa anche LAVORO, LAVORO, LAVORO! Senza avere più repubblicani in Congresso, siamo stati obbligati ad aumentare la spesa su cose che non ci piacciono o che non volevamo, in modo di prenderci finalmente cura delle nostre forze armate, dopo molti anni di svuotamento [di risorse, ndr]. Purtroppo, abbiamo avuto bisogno dei voti democratici per l'approvazione. Bisogna eleggere più repubblicani alle elezioni 2018!".

Poi, in un terzo tweet, ha aggiunto: "I costi per le spese non militari non scenderanno mai se non eleggiamo più repubblicani alle elezioni 2018 e oltre. Questa proposta di legge è una GRANDE VITTORIA per le nostre forze armate, ma ci sono molti sprechi necessari per ottenere i voti democratici. Fortunatamente, il Daca non è stato incluso e le negoziazioni cominciano ora!". Il Daca è il programma a protezione degli immigrati senza documenti arrivati negli Stati Uniti da bambini, voluto da Barack Obama ed eliminato da Trump.

Altri Servizi

Immigrazione, scontro tra California e amministrazione Trump

Le autorità locali non collaborano nella lotta contro gli irregolari, Washington lancia un'operazione nell'area di Los Angeles: 212 immigrati arrestati
Immigration and Customs Enforcement

Immobiliare, esperti e costruttori avvisano: "Crisi in arrivo"

Si costruiscono molte case di lusso e pochi alloggi a prezzi accessibili. Le famiglie con un reddito medio-basso spendono proporzionalmente di più per l'affitto

McMaster contro Iran, Siria e Russia alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco

Il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense chiede di "agire contro Teheran". Assad "usa ancora armi chimiche" contro la popolazione, mentre le prove sulle interferenze di Mosca nelle elezioni presidenziali sono "incontrovertibili"
Ap

Google non ha violato le leggi sul lavoro licenziando l'ingegnere sessista

Il National Labor Relations Board ha dato torto a James Damore, che ora punta tutto su una class action contro il colosso tech: "Discrimina gli uomini bianchi e conservatori come me"
iStock

Mueller: la Russia ha condotto una guerra informatica contro gli Usa

Lo scopo: favorire Trump e Sanders con migliaia di troll, pubblicità e interferenze nella campagna elettorale. Facebook e Twitter chiudono in rosso a Wall Street
AP

Strage in Florida, l'Fbi: "Avvertiti sul killer, ma non abbiamo agito"

Il Federal Bureau aveva ricevuto una segnalazione da una persona vicina a Cruz sul suo "desiderio di uccidere"

Il dip.Commercio a Trump: imponiamo dazi e quote su alluminio e acciaio

La Casa Bianca ha tempo fino ad aprile per prendere una decisione

Uber fa concessioni per riottenere la licenza a Londra

La City rappresenta il mercato europeo più grande per il gruppo
BigStock

Black Panther come Star Wars, stime da record per incassi

Uscito oggi negli Stati Uniti (il 14 febbraio in Italia), potrebbe diventare un altro dei grandi successi di Walt Disney. Il titolo del film è stato il più twittato del 2018, ha superato tutte le prevendite sulle piattaforme americane Imax e Amc.
AP