Il design italiano sbarca in Usa con "Material Immaterial". Focus su creatività e investimenti

Gli Stati Uniti hanno dimostrato grande interesse a investire in nuove proposte nel settore dell’architettura. In questo campo, l'Italia è da sempre fucina di idee e progetti all’avanguardia

Celebrare la sinergia tra il mondo del design italiano e gli Stati Uniti: questo l'obiettivo dell’evento "Material Immaterial", organizzato dal periodico italiano di design "Interni" in collaborazione con il Consolato generale d'Italia a New York. Perché se gli Stati Uniti hanno dimostrato grande interesse a investire in nuove proposte nel settore dell’architettura, è anche vero che, in questo campo, l'Italia è da sempre fucina di idee e progetti all’avanguardia.

Del resto, come sottolinea Glenn Adamson, studioso dello Yale Center for British Art e moderatore della discussione, "l'Italia ha sempre avuto un ruolo centrale e di prestigio nel mondo dell’architettura e del design, così come in quello dell’arte, dell’ingegneria e dell’artigianato. Ed è da sempre stata pioniera di questa visione olistica della creatività, capace di combinare idee astratte e realtà concrete, abilità artistiche e lavoro artigianale".

Organizzato in concomitanza del "NYCxDesign", annuale kermesse del design in tutti i suoi campi, "Material Immaterial" presenta le menti creative dietro due tra i più recenti progetti architettonici di successo italiani, presentati per la prima volta il mese scorso al FuoriSalone di Milano.

Il primo, l’installazione luminosa "Quick brown fox jumps over the lazy dog", è il frutto di una collaborazione tra il gruppo italiano Artemide e lo studio Danese Bjarke Ingels Group (BIG). Il titolo, che è anche il cuore dell’installazione, è un pangramma - una frase di senso compiuto che contenga in sé tutte le lettere dell’alfabeto - e, come spiega Daniel Sundlin, architetto partner di BIG, si propone di sfruttare la luce dell’installazione al neon, elemento astratto e al contempo moderno per eccellenza, per "creare un contrasto con la materialità dell’edificio storico in cui è realizzata", che è appunto il loggiato est dell’Università Statale di Milano.

"L’idea era creare qualcosa che fosse semplice all’esterno, ma racchiudesse al suo interno un’idea complessa", continua Carlotta de Bevilacqua, vice presidente e amministratore delegato del gruppo Artemide. "Qualcosa che, in un certo senso, rispecchiasse il nostro impegno nel guardare alla modernità, al futuro", ha detto.

Il secondo progetto presentato nel corso dell’evento si intitola “Wave/Cave”, realizzato attraverso una collaborazione tra l’azienda ingegneristica italiana Metalsigma Tunesi e la casa creativa tedesca NBK Keramik. A partire dal progetto originario, nato da un’idea dello studio architettonico newyorkese SHoP, “Wave/Cave” si propone di creare un’installazione “lenta”, che trasmetta allo spettatore un senso di solidità, di stabilità, in netta contrapposizione ai ritmi frenetici del mondo odierno.

Come fa presente Christopher Sharples, fondatore e partner di SHoP, mostrando al pubblico l’installazione per fasi, procedendo lentamente e senza fretta di arrivare all’opera finita, questo “ha potuto vedere [l’opera] venire alla luce comprendendo come ogni [sua] parte fosse un tassello di un più grande puzzle”. Sono 1670 i blocchi di terracotta non smaltata che vanno a comporre l’installazione, tagliati secondo un preciso ordine numerico in 797 forme geometriche diverse, e disposti su tre livelli. Dal punto di vista della realizzazione, la sfida era utilizzare un materiale povero e all’apparenza semplice come l’argilla per realizzare una struttura complessa, che fosse al tempo stesso di forte impatto artistico, come spiega Carlo Geddo, amministratore delegato di Metalsigma Usa. L’opera, che occupa un’area di 55 metri quadrati e 3,6 metri in altezza, è anch’essa esposta all’Università Statale di Milano.

Dalle strutture architettoniche e il design di ambienti si passa poi al design digitale, dando la parola a Mauro Porcini, vice presidente senior e direttore capo design per la multinazionale americana PepsiCo. Secondo Porcini, in un’epoca in cui “tutto si muove alla velocità della luce” è cruciale, per un designer, domandarsi: “come essere creativi, e produrre innovazione?”. La risposta, per Porcini, sta nel creare “proposte, e non prodotti - solo così si lasciano i clienti liberi di decidere se quel qualcosa piace o no”. Che è ad ultimo, in questo come in altri settori, ciò che determina il successo a lungo termine di un’idea o di un prodotto.

C’è ancora spazio la creatività e l’innovazione italiana all’estero, e i nostri architetti e designer sono quanto mai richiesti, negli Usa e non solo: questo il messaggio con cui si chiude l’evento. E questa, come conclude Porcini, è per gli Italiani “una splendida opportunità, ma - non dimentichiamoci - anche una grande responsabilità”.

Altri Servizi

Wall Street, settimana di trimestrali

A mercati chiusi è arrivata quella, superiore alle stime, di Netflix
AP

Amico di Trump inietta capitali in Weinstein Company

Il miliardario Tom Barrack tratta per comprare tutta o parte della società di produzione travolta dagli scandali sessuali del suo co-fondatore, silurato dal club degli Oscar
AP

The Weinstein Company, la società di produzione cinematografica travolta dagli scandali sessuali riguardanti il suo cofondatore Harvey Weinstein, ha raggiunto un accordo preliminare per una immediata iniezione di capitali. A concerderli è Colony Capital, società di investimento di Tom Barrack (amico di lunga data del presidente americano Donald Trump). A comunicarlo è stata l'azienda stessa, che ha iniziato un periodo di negoziati che potrebbe portare Colony Capital a comprare tutto o parte del gruppo che - tra gli altri - ha prodotto film come "Lion" e che ha distribuito "The Hateful Eight" di Quentin Tarantino.

Cook: "La realtà aumentata cambierà la nostra vita, ma gli occhiali smart non sono ancora pronti"

L'amministratore delegato di Apple, intervistato dall'Independent, non parla solo di tecnologia: "La vita sarebbe così tanto più facile se solo trattassimo tutti con dignità e rispetto"
iStock

La realtà aumentata (AR) cambierà la nostra vita. Ne è convinto Tim Cook, l'amministratore delegato di Apple, che ha rilasciato un'intervista all'Independent. La società di Cupertino ha realizzato ArKit, una piattaforma che "offre un'opportunità commerciale a tutti i progetti basati sull'AR; senza questa opportunità non ci sarebbero 15 milioni di persone pronte a sviluppare le proprie passioni con la realtà aumentata".

Il Ceo di Blackrock: Bitcoin un "indice del riciclaggio di denaro"

Laurence Fink si unisce a James Dimon, numero uno di JP Morgan, nel criticare la criptovaluta. Lagarde non esclude che l'Fmi possa arrivare a svilupparne una sua

"Un indice del riciclaggio del denaro". Così il Ceo di Blackrock ha definito Bitcoin. E' stato Laurence Fink, l'uomo a capo del più grande gruppo di asset management al mondo, a lanciare l'ultimo attacco contro la criptovaluta già definita una "frode" dall'amministratore delegato di JP Morgan, che dopo l'ennesima critica sulla valuta digitale ha promesso che non si pronuncerà più sull'argomento.

Netflix: gli iscritti al di fuori degli Usa spingono i conti

Nel terzo trimestre conquistati 5,3 milioni di nuovi abbonati di cui 85mila in Usa e 4,45 milioni all'estero. Utili +150% a 130 milioni di dollari; ricavi +30,3% a 2,98 miliardi. Anche l'outlook superara le stime degli analisti
AP

Ecco la startup di New York che porta nel cloud il guardaroba a noleggio

Con 89 dollari al mese, Rent the Runway permette di scegliere quattro capi. Lanciato il primo spot con cui preannuncia la fine delle cabine armadio
Rent the runway

Casa Bianca: taglio aliquote aziendali sosterrà i salari. I democratici: matematica fake

I consiglieri economici di Trump sostengono che riducendola al 20% dal 35%, i redditi delle famiglie saliranno almeno di 4mila dollari l'anno
AP

Haley, il falco dietro la scelta di Trump sull'Iran: "Gli Usa rimarranno nell'accordo sul nucleare solo se migliorato"

L'ambasciatrice alle Nazioni Unite ha spinto il presidente a non certificare il rispetto dell'intesa da parte di Teheran. "Ora cambiamo in meglio l'intesa, nell'interesse americano"
Ap

L'ansia, un disturbo sempre più diffuso tra gli adolescenti americani

È la storia di copertina dell'ultimo numero del New York Times Magazine ed è la più letta della settimana sul sito nytimes.com

Amazon sbarcherà nel mercato dell'abbigliamento sportivo (con il proprio marchio)

Lo rivela Bloomberg. La società di Bezos starebbe già lavorando con alcuni produttori di Taiwan