Il Donald Trump dietro ai riflettori, il racconto di Gelasio Lovatelli

Un Trump diverso, visto dalla prospettiva privata e personale di chi, come l'esperto di vini italiani Gelasio Gaetani d'Aragona Lovatelli, lo ha conosciuto di persona. Annunciato il segretario di Stato: sarà il Ceo di ExxonMobil Rex Tillerson.

Sarà Rex Tillerson il prossimo segretario di Stato. Dopo settimane di colloqui, il presidente eletto Donald Trump ha deciso di affidare una delle cariche più importanti della sua futura squadra di Governo all'amministratore delegato del colosso petrolifero ExxonMobil. Business man texano, 64 anni, Tillerosn "conosce tutti i più importanti leader mondiali", come ha sottolineato lo stesso Trump, ma soprattutto ha un rapporto molto stretto con il presidente eletto Vladimir Putin. Questa sua peculiarità, che da un lato promette di essere un aiuto concreto nella prospettiva di una ricostruzione dei rapporti con Mosca, potrebbe tuttavia anche rappresentare un problema nel momento della sua conferma da parte del Congresso. 

ASCOLTA IL PODCAST DELLA PUNTATA

Trump è tornato inoltre a fare notizia dal suo profilo Twitter. Dopo aver minacciato la Boeing di cancellare l’ordine per il nuovo Air Force One, ieri ha puntato il dito contro Lockheed Martin, il colosso americano dell'ingegneria aerospaziale e della difesa, criticando i costi troppo elevati del cacciabombardiere F-35. "Il programma e il costo dell'F-35 sono fuori controllo", ha twittato il magnate, "Miliardi di dollari possono e saranno risparmiati sull'esercito dopo il 20 gennaio”, quando diventerà presidente. I modi poco presidenziali del suo commento hanno però avuto un’immediata ripercussione sui mercati, dove il titolo è arrivato a perdere 4 miliardi di dollari di capitalizzazione.

Si approfondisce nel frattempo anche lo scontro riguardo le indagini in corso della Cia su una possibile ingerenza russa nelle elezioni presidenziali Usa, un tema su cui nuovamente Donald Trump ha dimostrato poca cautela. Nonostante repubblicani del calibro di Mitch McConnell e Paul Ryan, rispettivamente leader della maggioranza repubblicana al Senato e speaker alla Camera, si siano detti favorevoli ad un'indagine approfondita da parte del Congresso, Trump ha invece deciso di liquidare questa tesi come una ‘ipotesi ridicola’, aprendo di fatto una nuova frattura in seno a Washington.

Nel bene e nel male Donald Trump continua dunque ad essere il protagonista indiscusso del panorama americano. “Credo che sia un uomo con le qualità e i difetti di una persona con un certo pelo sullo stomaco, che è riuscito a fare cose importanti nella sua vita; penso che potrà sicuramente fare alcune cose buone, se si contorna di persone giuste”. Ai microfoni di America24 Gelasio Gaetani d'Aragona Lovatelli, membro di una delle più antiche famiglie aristocratiche italiane, i Gaetani d’Aragona appunto, prova a descrivere un aspetto poco indagato del magnate: quello del Trump privato, dietro ai riflettori. “Mi ricordo che aveva questo senso della famiglia molto forte, tanto che era molto amico di Ivana, nonostante fossero separati”.

Gelasio infatti non è solo un esperto del mondo del vino italiano - a cui di recente ha dedicato un libro, ‘The Italian dream’ - ma ha anche vissuto per diversi anni a New York, dove grazie al fratello Roffredo, venuto a mancare da alcuni anni, ha avuto modo di stringere amicizia proprio con Donald Trump. “Devo ammettere che quegli anni in cui ho vissuto a New York con Roffredo sono stati stupendi: feste, Ferrari e donne meravigliose”. Tutte cose che ovviamente incontravano l’approvazione anche del magnate dell’edilizia newyorchese: “Lo si poteva trovare alle feste sempre insieme a Roffredo”, ricorda Gelasio; “Tutti sanno che una delle grandi passioni di Donald Trump sono proprio le donne, ma io non vedo nulla di male in tutto questo”.

 

Canzone del giorno: Tina Turner - Private Dancer