Il Medicare potrebbe costare a Romney tre swing state

La proposta del candidato repubblicano è malvista in Ohio, Florida e Wisconsin

Da quando il candidato repubblicano alla presidenza Mitt Romney ha annunciato il suo vice, il deputato del Wisconsin Paul Ryan, il dibattito sul Medicare ha assunto dimensione nazionale. La proposta di Romney e Ryan di apportare modifiche al programma di assistenza sanitaria per gli anziani, è infatti particolarmente malvista in Florida, Ohio e Wisconsin, tre fra i più importanti stati in bilico alle elezioni del prossimo 6 novembre.

A rivelarlo è un sondaggio effettuato nei tre stati da Quinnipiac University/New York Times/Cbs News, secondo cui la maggior parte degli elettori avrebbe maggiore fiducia nella gestione del Medicare da parte del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Romney e Ryan avrebbero intenzione di fornire alle persone di età superiore ai 65 anni somme fisse di denaro per comprare l’assicurazione sanitaria.

Secondo il rilevamento, a dieci giorni dall’annuncio di Ryan il Medicare è la terza questione più importante per gli elettori di Florida, Ohio e Wisconsin, dopo l’economia e la riforma sanitaria. La proposta repubblicana di apportare modifiche al programma nell’arco dei prossimi dieci anni è ampiamente sgradita nei tre stati.

Poco meno del 60 per cento degli elettori in ognuno degli stati vorrebbe che il Medicare rimanesse invariato, mentre meno di un terzo degli elettori vorrebbe che il programma fosse cambiato in futuro seguendo la proposta di Mitt Romney. Circa tre quarti degli elettori sostengono tuttavia che i benefit concessi dal Medicare valgono il costo pagato dai contribuenti.

Il 60 per cento degli elettori indipendenti, più importanti di quelli registrati per i due partiti perché in grado di determinare il risultato delle elezioni, vorrebbe mantenere il Medicare come è oggi. Dello stesso parere sono più dell’80 per cento degli elettori democratici. I repubblicani sono invece molto divisi. La maggior parte degli elettori del partito in Florida e Ohio sono contrari ai cambiamenti ma in Wisconsin, lo stato di cui Ryan è deputato, la maggioranza è a favore della proposta.

Secondo il sondaggio la scelta di Ryan aiuterebbe infatti Romney soprattutto in Wisconsin, dove il deputato è stato eletto nel 1998 e confermato altre sei volte. La maggior parte degli elettori dello Stato apprezzano il lavoro svolto da Ryan in Congresso e il 31 per cento ha affermato che la sua nomina renderà più probabile un voto per l’ex governatore del Massachusetts. Il 22 per cento ha tuttavia dichiarato che la scelta di Ryan ha allontanato la possibilità di un voto per il partito repubblicano.

Il sondaggio sul Medicare sottolinea quindi il rischio che Mitt Romney si è preso scegliendo Paul Ryan come proprio vice. Il deputato del Wisconsin è diventato infatti un elemento di spicco dell’ala conservatrice del partito repubblicano, che ha molto apprezzato la sua volontà di attuare misure impopolari pur di pareggiare il bilancio e tagliare i costi in continuo aumento del Medicare.