Il modello italiano di sostenibilità del pellame arriva a New York

In occasione della trentaseiesima edizione di LINEAPELLE NEW YORK – importante appuntamento per il mercato della pelle nord americano che si prepara all’evento mondiale di LINEAPELLE in programma dal 21 al 23 febbraio a Milano – l’Unione Nazionale Industria Conciaria vola negli Usa per promuovere un innovativo concetto di sostenibilità nel settore.

Il workshop ospitato l'1 febbraio dal Metropolitan Pavilion di New York ha illustrato infatti un nuovo modo di guardare l’intera filiera produttiva del pellame. Un approccio che va oltre quello tradizionale: più responsabile non solo nei confronti dell’ambiente, ma anche verso le risorse umane e i consumatori, ormai sempre più attenti e preparati. A parlare tre esperti dell’industria: Luca Solca (Exane Bnp Paribas), Federico Brugnoli (360) e Giacomo Zorzi (Istituto di Certificazione della Qualità per l'Industria Conciaria, ICEC).

Cosa si intende per sostenibilità nel mercato del pellame? Quali obiettivi le aziende dovrebbero porsi per garantire un implemento corretto?, Come gestire, all'interno di un perimetro globale, i diversi rischi presenti in ogni fase della filiera?

La risposta a questa nuova sfida sembra essere racchiusa nello sviluppo di nuovi sistemi informativi, di management e di gestione del rischio. Lo sforzo che viene oggi richiesto alle organizzazioni è quello di essere più preparate e consapevoli degli impatti negativi e degli eventuali rischi relativi ad ogni fase del processo produttivo: dall’approvvigionamento, lavorazione, alla distribuzione del prodotto finito

"Siamo qui per proporvi un nuovo modo di agire", dice Brugnoli, fondatore di SPIN 369 che ha come obiettivo quello di promuove nuovi modelli di business sostenibili. "Evitiamo di essere semplicisti, piuttosto adottiamo una ‘semplicità elegante’ ", aggiunge.

Non solo parole. Per diventare davvero “sostenibili” bisogna passare all’azione: da un approccio “commond and control” verso un approccio “integrato” basato sulla fiducia e la trasparenza.

Cosa serve per diventare davvero migliori quindi?

Il consiglio degli esperti è quello di coltivare la conoscenza e l’educazione rispetto alla materia, in continua trasformazione. Comunicare in maniera trasparente, conoscere le regole e applicarle correttamente. Essere consapevoli di ogni fasi della filiera produttiva, dei limiti da non varcare e delle conseguenze negative che potrebbero verificarsi durante l’iter operativo.

“Un’organizzazione dovrebbe essere in grado di poter comunicare tutte le informazioni relative ad ogni fase della catena produttiva”, questo significa essere trasparenti, secondo Giacomo Zorzi consulente per ICEC,

Ad ogni modo a supporto delle aziende interessate ad una corretta applicazione di un sistema integrato sostenibile, esiste un ricco network di istituti dedicati. Tra i quali ricordiamo qui: ECO Pelle e EPD, dedicati alla certificazione dei prodotti; SAFE, OHSAS, UNIC, a sostegno della creazione di luoghi di lavoro sostenibili; le guide ISO26000, altri istituti come ZDHC (Zero Discharge of Hazardous), il già menzionato ICEC e il regolamento REACH.

Altri Servizi

Usa 2020, Biden: il partito democratico non si è spostato a sinistra

"Media e rivali sbagliano a leggere la realtà"
Ap

Il partito democratico statunitense non si è spostato a 'sinistra'. Ne è convinto l'ex vicepresidente statunitense, Joe Biden, che ha detto che i media e i suoi rivali alle primarie sbagliano a leggere la realtà, pensando che Alexandria Ocasio-Cortez, la neodeputata più famosa del Paese, rappresenti la direzione intrapresa dal partito.

Pelosi: "Procediamo con gli articoli di impeachment per Trump"

La speaker della Camera chiede alla commissione Giustizia di redigere le accuse. Trump: "Impeachment? Fatelo in fretta, così poi torniamo al lavoro"
Ap

La speaker Nancy Pelosi ha annunciato che la Camera statunitense comincerà a redigere gli articoli per l'impeachment di Donald Trump, in un discorso durato meno di sei minuti in cui ha dichiarato che è ormai chiaro, dopo due mesi di indagini, che il presidente ha violato il suo giuramento, facendo pressioni su una potenza straniera per ricevere aiuto per le elezioni del 2020. "La nostra democrazia è in gioco. Il presidente non ci lascia altra scelta che agire, perché sta cercando di manipolare, ancora una volta, le elezioni a suo vantaggio".

Wall Street, attenzione sempre rivolta ai rapporti Usa-Cina

Tra i dati attesi oggi, le nuove richieste dei sussidi di disoccupazione
AP

Usa 2020, primarie Dem: si ritira la senatrice Kamala Harris

Dopo un inizio promettente, era finita nell'anonimato. "Non abbiamo i soldi per andare avanti" ha spiegato ai suoi sostenitori

La senatrice Kamala Harris ha annunciato il ritiro della sua candidatura alle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi. Nelle ore precedenti, era stata annunciata la cancellazione di un evento di raccolta fondi a New York.

Walt Disney

‘Frozen 2’ batte ogni record. Il film che narra la storia delle due sorelle, Elsa e Anna, ha incassato 123,7 milioni di dollari negli Stati Uniti ed in Canada durante i cinque giorni del weekend di Thanksgiving, superando il precedente record di 110 milioni di dollari detenuto da ‘Hunger Games: La Ragazza di Fuoco’ del 2013.

Trump: "Forse meglio aspettare le elezioni prima di un accordo con la Cina"

Il presidente Usa: "Non ho una scadenza, mi piace l'idea di attendere"

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha dichiarato che potrebbe essere meglio aspettare che si svolgano le elezioni del 2020 prima di firmare un accordo commerciale con la Cina. "In un certo modo, mi piace l'idea di aspettare fin dopo le elezioni per un accordo con la Cina, ma loro vogliono farlo ora; vedremo. Non ho una scadenza" ha dichiarato Trump, che ha parlato da Londra, dove si trova per il vertice della Nato.

Trump: "Dem antipatriottici". Oggi il rapporto sulle indagini per l'impeachment

I democratici vogliono un voto alla Camera entro Natale; in questo caso, a gennaio partirebbe il processo in Senato
Ap

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha definito i democratici "molto antipatriottici" perché vogliono metterlo in stato d'accusa, mentre la commissione Intelligence della Camera si prepara a rendere noto il proprio rapporto sulle prove e le testimonianze raccolte nel corso delle ultime settimane; in base a questo rapporto, la commissione Giustizia deciderà se e quali articoli di impeachment redigere e far votare alla Camera. In settimana, la commissione darà il via alle proprie audizioni e ha invitato Trump a partecipare.

L’ex segretario di Stato Usa, John Kerry, ha creato una nuova coalizione formata da leader globali, esponenti militari e star di Hollywood con lo scopo di promuovere iniziative pubbliche per contrastare il cambiamento climatico.

Audizione per l'impeachment di Trump, tre costituzionalisti su quattro a favore

Quattro esperti chiamati a testimoniare davanti alla commissione Giustizia della Camera, che deciderà se procedere con la messa in stato d'accusa del presidente Usa
Ap

In base a prove e testimonianze, il presidente statunitense Donald Trump ha commesso reati passibili di impeachment. Lo ha detto Noah Feldman, professore di Harvard, primo dei quattro costituzionalisti chiamati a testimoniare davanti alla commissione Giustizia della Camera, che deve decidere sull'impeachment di Trump.