Il NY Times contro Trump: ha fatto fallire i suoi casinò, ma ha guadagnato milioni

Il candidato repubblicano alla Casa Bianca parla delle sue attività ad Atlantic City come di un successo. Per il quotidiano sono l'esempio di una gestione fallimentare.
AP

Il Trump Plaza Casino and Hotel di Atlantic City ora è chiuso e sta andando in rovina. Il Trump Marina Hotel Casino è stato venduto cinque anni fa e ora si chiama Golden Nugget. Il Trump Taj Mahal, che passato a nuovi proprietari, è tutto quello che rimane dell'impero di Donald Trump nel settore del gioco d'azzardo nella Las Vegas della costa est.

Le difficoltà del magnate miliardario nel far funzionare i suoi casinò sono per il New York Times lo spunto per un duro attacco al candidato che si è aggiudicato la nomination repubblicana per la Casa Bianca. La tesi del quotidiano è semplice: i casinò di Trump sono andati in malora, ma lui ha comunque guadagnato milioni di dollari, facendo ricadere su altri il fardello del fallimento.

Inoltre, mentre Trump parla spesso del suo successo ad Atlantic City e ne fa un modello per quello che potrà fare una volta entrato alla Casa Bianca, per il New York Times non si tratta di una storia di successo, anzi di un esempio di enorme beneficio personale a discapito del bene comune.

"La sua personalità audace e le proprietà opulente attirano l'attenzione, e numerosi giocatori, ad Atlantic City. Ma a un esame più attento, ci sono pochi dubbi sul fatto che le sue attività siano state un prolungato fallimento. Ora dice che i suoi casinò sono stati travolti dalla stessa crisi che ha penalizzato l'industria del gioco d'azzardo, in realtà lui ha cominciato a danneggiare la città ancora prima che questa cominciasse a cadere", scrive il quotidiano.

Anche se i suoi casinò hanno avuto performance deludenti, Trump ha guadagnato molto: avrebbe trasferito parte del suo debito personale sui casinò e avrebbe incassato milioni di dollari in stipendi, bonus e altri pagamenti. Il peso del fallimento è poi ricaduto sugli investitori e su chi aveva scommesso su di lui.

Trump, durante alcune interviste, ha ammesso che a schiacciare i casinò è stato l'alto indebitamento, ma non ha mai dato dettagli sulla vicenda. Secondo i calcoli del Times, nel corso di un decennio i casinò di Trump hanno ammassato perdite enormi, che hanno portato azionisti e obbligazionisti a perdere più di 1,5 miliardi di dollari.

Non è la prima volta che il New York Times si scaglia contro il candidato repubblicano: già lo aveva fatto stigmatizzando il suo rapporto con le donne, accusandolo di comportamenti discriminatori e maschilisti in un pezzo basato sulle interviste fatte a decine di donne che hanno lavorato con lui.