Il Piemonte si promuove a New York

Dalle Alpi alle colline delle Langhe, dal vino all'eleganza di Torino, passando per lo Juventus Stadium: questo e altro in una regione da 'vendere' ai turisti americani

Il Piemonte è tante cose, ma per molto tempo è stato soprattutto un segreto ben custodito. Solo negli ultimi anni ha iniziato ad accogliere turisti, che ora camminano per le vie di Torino, vanno in cerca di tartufi nelle Langhe e sciano sulle montagne piemontesi scoprendo una regione ricca di bellezze. Proprio per far conoscere meglio il Piemonte si è tenuta al Consolato generale d'Italia a New York una colazione speciale organizzata dal console in collaborazione con l'Italian National Tourist Board.

In tavola cioccolato torinese e a parlare al pubblico sei ambasciatori della regione, non tutti piemontesi. I sei erano Maria Elena Rossi, a capo del Piemonte Tourist Board, Stefano Mosca del Biella Tourist Board, Marco Albano, responsabile dello Juventus Museum and Stadium Tour, Mauro Carbone del National Centre for the Study of Truffles, Gianni Miradoli del tour operator Central Holidays che da anni porta gli americani in Italia, e Marco Leona, piemontese che da tredici anni lavora al Metropolitan Museum.

I primi quattro sono venuti a New York a presentare una serie di tour ideati dal Piemonte Tourist Board, pensati per gli americani che desiderano fare un'esperienza speciale in una regione finora rimasta fuori dai circuiti canonici del turismo in Italia, ma tutta da scoprire. Grazie al Ptb sarà infatti possibile andare in cerca dei "real experience providers", come li ha definiti Maria Elena Rossi: quelle cose che possono regalare al turista un viaggio non solo fisico, nel senso di spostamento verso un luogo, ma anche "sensoriale, visivo, emotivo" nelle esperienze che quel luogo può generare; che siano di gusto, paesaggistiche, o sportive: "Il vino, il cibo, i paesaggi, il tessile, il design automobilistico, il calcio: sono tutte esperienze che in Piemonte si possono fare". Cercare tartufi nelle Langhe, visitare il museo della Juventus e il nuovo stadio della squadra torinese, recarsi nelle fabbriche del tessile di Biella (Ermenegildo Zegna, Loro Piana) per vedere i luoghi dove viene prodotto quello stesso cachemire venduto nelle boutique della Quinta Avenue.

"Vogliamo far crescere il mercato turistico piemontese", ha detto Rossi. "Per fortuna, per innovare bisogna avere radici profonde, tradizioni profonde. E le tradizioni sono una cosa che in Piemonte non manca".

"Si paragonano spesso Piemonte e Toscana, per i vini, per certi paesaggi", ha aggiunto Miradoli. "Da non piemontese, vi posso dire con cognizione di causa che il Piemonte non è secondo a nessuno".

Altri Servizi

Papa Francesco e Donald Trump non potrebbero essere più diversi.

Trump: assoluta solidarietà al Regno Unito, i terroristi perdenti malvagi

Il presidente Usa ha commentato da Betlemme l'attentato di Manchester
AP

Mentre in Usa sono aumentate le misure di sicurezza, Donald Trump ha espresso "assoluta solidarietà" al Regno Unito dopo l'attentato a Manchester, costato la vita a 22 persone. Il presidente statunitense, che ha parlato al fianco del presidente palestinese Abu Mazen a Betlemme, ha definito "perdenti malvagi" gli autori di questo ultimo attentato e in generale chi compie atti terroristici: "Non li chiamerò mostri perchè a loro farebbe piacere - ha detto - da ora in poi li chiamerò perdenti malvagi, perchè questo sono, dei perdenti, ricordatelo".

Trump: "Pace possibile in Medio Oriente, fermare l'Iran"

Il presidente statunitense ha concluso la sua visita in Israele. Non ha parlato né di 'soluzione dei due Stati', sostenuta dai palestinesi, né del riconoscimento di Gerusalemme come capitale dello Stato ebraico
iStock

"Gli Stati Uniti, con me, saranno sempre dalla parte di Israele". Il presidente Donald Trump ha concluso la sua storica visita nello Stato ebraico riaffermando il legame tra i due Paesi, la volontà di contribuire al raggiungimento della pace tra israeliani e palestinesi e puntando il dito contro il più grande nemico in comune: l'Iran.

Trump, Opec e Fed: la settimana economica in arrivo

I principali appuntamenti di questa settimana
AP

Nella settimana in arrivo gli investitori guarderanno con la massima attenzione tre eventi: il viaggio del presidente americano in Medio Oriente e in Europa, le minute della Fed di mercoledì e infine l'incontro di giovedì a Vienna tra i Paesi Opec.

Wall Street attende le minute della Fed

Ieri, quarta seduta consecutiva in rialzo. L'amministrazione Usa ha presentato la propria proposta di budget, mentre prosegue il tour all'estero del presidente Trump
AP

Presunta talpa di WikiLeaks, i genitori: teorie cospirazioniste false

Madre e padre di Seth Rich: "Basta politicizzare il suo omicidio". Fox News ha fatto marcia indietro, ritirando il suo articolo

"Siamo i genitori di Seth Rich. Basta politicizzare l'omicidio di nostro figlio". Questo il titolo della lettera aperta pubblicata dal Washington Post, scritta dai genitori dell'attivista democratico, ucciso lo scorso luglio, di notte, con due colpi di pistola a pochi metri da casa sua, a Washington.

Trump incontra il Papa: "Un grande onore essere qui". Bergoglio chiede impegno per la pace

Colloquio di mezz'ora tra il presidente degli Stati Uniti e il pontefice. Poi gli incontri con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni

"È un grande onore essere qui". Queste le parole pronunciate dal presidente statunitense, Donald Trump, al momento della stretta di mano con papa Francesco. I due leader si sono incontrati per la prima volta, dopo una serie di dichiarazioni con cui sono entrati, indirettamente (il pontefice) e direttamente (Trump), in polemica.

Serena Williams nella Silicon Valley, entra nel Cda di SurveyMonkey

Prima esperienza in un Consiglio di amministrazione per la tennista statunitense, ora incinta
Ap

Serena Williams è entrata a far parte del Consiglio di amministrazione di SurveyMonkey, una società della Silicon Valley che realizza e pubblica indagini online. La tennista statunitense, 35 anni e 39 titoli del Grande Slam alle spalle, ora incinta, vuole aiutare la società e la Silicon Valley, in generale, ad assicurare parità di genere e di origini etniche tra i dipendenti, problema evidente nel settore.

Riparare l’iPhone da sé? Apple è contraria

Il gruppo sta lottando contro una proposta di legge che obbligherebbe i produttori di dispositivi elettronici a rilasciare informazioni utili per la riparazione

Apple non vuole che i suoi consumatori possano essere liberi di aggiustare autonomamente i propri iPhone. Il gruppo tecnologico, così come aziende del calibro di J&J, Toyota e Verizon, stanno unendo le forze in attività di lobby per ostacolare una proposta di legge che le forzerebbe a rendere disponibili le informazioni utili per riparare dispositivi elettronici per conto proprio o con l’aiuto di parti terze.

Gli Usa poco chiari, gli alleati in difficoltà in vista del G7

Posizioni vaghe di Washington su vari temi in discussione a Taormina, venerdì e sabato. Clima, commercio, migranti: cosa pensa l'amministrazione Trump?
Ap

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha lasciato l'Italia, dopo gli incontri con papa Francesco, con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. Dopo il vertice della Nato, in programma a Bruxelles, Trump concluderà il suo primo tour all'estero tornando in Italia, per partecipare al summit del G7 a Taormina.