Il senatore Franken si dimette, dopo le accuse di molestie. È il secondo parlamentare Usa a lasciare

Otto donne contro di lui; l'ex comico: "Alcune accuse sono non vere; per altre, ricordo i fatti diversamente. Ma sono un sostenitore delle donne". Due giorni prima di lui, l'annuncio del deputato Conyers

Al Franken, il senatore democratico statunitense accusato da otto donne di molestie sessuali, si dimetterà nelle prossime settimane. L'annuncio è stato dato in Aula, dopo che 33 colleghi del suo partito, ieri, avevano pubblicamente chiesto le sue dimissioni.

"Oggi, annuncio che nelle prossime settimane mi dimetterò. Sono orgoglioso di quello che ho fatto in Senato. Ho usato il mio potere per sostenere le donne e ho guadagnato la reputazione di persona che rispetta le donne con cui lavora ogni giorno". "Alcune delle accuse contro di me - ha detto - sono semplicemente non vere. Per altre, ricordo i fatti in modo abbastanza diverso". Dopo le accuse, "ero scioccato. Sconvolto. Ma rispondendo alle loro affermazioni ho voluto anche essere rispettoso, perché tutte le donne meritano di essere ascoltate e le loro esperienze di essere prese seriamente".

"Questa decisione non riguarda me. Riguarda la gente del Minnesota", lo Stato che lo ha votato. "Posso anche dimettermi, ma non rinuncerò a farmi sentire. La gente del Minnesota, però, merita un senatore che possa concentrare tutte le sue energie sulle sfide di ogni giorno".

A un certo punto del suo discorso, Franken ha attaccato i repubblicani: "È ironico che, mentre io mi dimetto, c'è un uomo che si vanta su una registrazione della sua storia di aggressioni sessuali che siede nello Studio Ovale (si riferisce all'audio in cui si sente il presidente Donald Trump dire di "prendere le donne per la vagina", ndr) e un uomo (il candidato al Senato Roy Moore, ndr) che ha preso di mira ragazze minorenni che invece corre per il Senato con il pieno sostegno del suo partito".

La prima ad accusare Franken è stata Leeann Tweeden, modella, commentatrice sportiva e conduttrice radiofonica, che in una lunga lettera pubblicata sul sito di Kabc, la radio californiana per cui lavora attualmente, ha raccontato di essere stata "baciata e palpeggiata senza il mio consenso, e non c'è nulla di divertente". Prima di diventare senatore, nel 2009, Franken è stato un famoso comico, sceneggiatore e conduttore radiofonico.

Franken è il secondo parlamentare statunitense a dimettersi dopo essere stato accusato di molestie sessuali. Prima di lui, due giorni fa, era stato il deputato democratico John Conyers a rassegnare le dimissioni, dopo 52 anni trascorsi alla Camera in rappresentanza del Michigan.

Il repubblicano Roy Moore, invece, non ha alcuna intenzione di rinunciare alla candidatura in Senato: il 12 dicembre cercherà di conquistare il seggio dell'Alabama lasciato libero da Jeff Sessions, diventato segretario alla Giustizia. Il presidente Donald Trump ha annunciato pubblicamente il proprio sostegno a Moore.

Altri Servizi

Trump vuole taglio del 10% delle esportazioni Ue di acciaio e alluminio

Secondo il Wsj, Washington ha fatto due proposte a Bruxelles. C'è tempo fino al primo giugno

Tagliare di circa il 10% le esportazioni di alluminio e di acciaio Ue verso gli Usa. Sarebbe questo il piano del presidente americano Donald Trump, che conferma lo scetticismo espresso ieri da Cecilia Malstroem: la commissaria al Commercio aveva spiegato che a Washington potrebbero non bastare le proposte fatte da Bruxelles per essere esonerata in modo permanente dai dazi sui metalli (scattati il 23 marzo scorso per la gran parte delle nazioni incluse Cina e Giappone). C'è tempo per negoziare fino al primo giugno ma "ci sono segnali dagli Usa che l'esenzione non sarà prolungata" come successe all'ultimo minuto prima della scadenza del primo maggio scorso.

Fca: per Hsbc, Marchionne prepara il "gran finale"

Gli analisti avviano la copertura del titolo consigliando di comprarlo. Arriverà a 23 euro. Possibile il raggiungimento dei target 2018 e una revisione al rialzo delle stime sugli utili

Fiat Chrysler Automobiles ha corso a Wall Street, dove il titolo del produttore di auto ha registrato un +1,3% a 22,62 dollari ma era arrivato fino a 22,91 dollari. A Piazza Affari l'azione ha guadagnato l'1,66% a 19,35 euro.

Banche Usa: nel primo trimestre 2018 utili record

Profitti a quota 56 miliardi di dollari, un rialzo del 27,5% sui primi tre mesi del 2017
AP

Nel primo trimestre del 2018 gli utili netti delle principali banche americane hanno raggiunti i 56 miliardi di dollari, un rialzo del 27,5% rispetto allo stesso periodo del 2017. Si tratta di un record visto che il precedente massimo risale al secondo trimestre del 2011, quando si arrivò a 48,1 miliardi. Lo ha comunicato la Federal Deposit Insurance Corporation (Fdic), l'agenzia americana indipendente che garantisce i depositi bancari e secondo cui il miglioramento è dovuto a ricavi operativi in aumento (+8,3% a 198,8 miliardi di dollari) e ad aliquote fiscali più basse.

Wall Street attende le minute della Fed

Ieri chiusura in calo: Trump alimenta le tensioni commerciali
iStock

Wall Street attende le minute della Fed

Ieri chiusura in calo: Trump alimenta le tensioni commerciali
iStock

Wall Street, investitori innervositi da Trump

Il presidente Usa non contento delle trattative commerciali con la Cina. Possibile un rinvio del summit con Kim
iStock

Trump mette in dubbio il summit con Kim, chiede condizioni

A Kim, il leader Usa offre sicurezza in cambio della denuclearizzazione della sua nazione
AP

Era volato a Washington per assicurarsi che il summit storico tra il presidente americano e quello nordcoreano si verificasse come previsto il 12 giugno prossimo a Singapore. E invece il presidente sudcoreano non ha potuto fare altro che dire che "la persona al comando" è Donald Trump. Tradotto: sarà lui a decidere cosa fare dopo il cambiamento di retorica da parte di Pyongyang, che la settimana scorsa ha cancellato all'ultimo minuto trattative di alto livello con una delegazione sudcoreana minacciando il faccia a faccia con Trump.

Musk promette corse da 1 dollaro alla velocità di 160 km/h nei tunnel Loop

L'uomo a capo di Booring Company, oltre che di Tesla e SpaceX, cerca il sostegno della comunità di Los Angeles

Mentre vuole rivoluzionare il settore auto con una vettura elettrica a marchio Tesla pensata per il mercato di massa (la Model 3) e mentre vuole portare in orbita gli esseri umani entro l'anno con la sua SpaceX, Elon Musk ha fornito ulteriori dettagli di un altro progetto - a dir poco ambizioso - legato a un'altra azienda di sua proprietà, la Boring Company. Il miliardario vuole creare tunnel sotterranei a Los Angeles per risolvere il problema del traffico nella città californiana.

Una donna alla presidenza del Nyse, prima volta in 226 anni

Stacey Cunningham è attualmente direttore operativo. Sostituisce Thomas Farley

Per la prima volta nei suoi 226 anni di storia, il New York Stock Exchange ha affidato la presidenza a una donna. Si tratta di Stacey Cunningham, attualmente direttore operativo del cosiddetto 'Big Board'.

Nordcorea: Moon da Trump per salvare il summit con Kim

Nell'amministrazione Usa c'è chi dubita che l'incontro del 12 giugno a Singapore ci sarà. Oggi riunione tra il presidente sudcoreano e quello americano

Il presidente sudcoreano metterà piede oggi alla Casa Bianca con un obiettivo: convincere Donald Trump che il suo summit con il leader nordcoreano s'ha da fare e che può essere costruttivo. Questo, nonostante Pyongyang la settimana scorsa abbia rispolverato una retorica dura su un'esercitazione militare congiunta tra Washington e Seul e ha messo in guardia gli Stati Uniti facendo capire che l'incontro non è affatto scontato.