Il settore farmaceutico italiano va a caccia di investitori a San Francisco

Oggi la seconda edizione della conferenza “Healthcare: Italy on the Move”, in concomitanza con la JP Morgan Annual Healthcare Conference

Si tiene oggi a San Francisco la seconda edizione della conferenza “Healthcare: Italy on the Move”, l'incontro internazionale dedicato alle Scienze della Vita programmato in concomitanza con l'ultimo giorno dell'annuale JP Morgan Annual Healthcare Conference.

La Healthcare Conference di San Francisco (iniziata l'8 gennaio) coinvolge i più importanti protagonisti mondiali del settore, dalle grandi case farmaceutiche agli investitori internazionali ed è quindi idonea a catalizzare l’attenzione su eventi collaterali a favore delle imprese italiane: in questo contesto, l’Agenzia ICE presenta le opportunità di investimento in Italia nei settori pharma e biotech, raccontando le nuove e più avanzate frontiere della scienza e della ricerca italiana.

Il settore farmaceutico, con un fatturato di 30 miliardi di euro (71% export) e un indotto di 44 miliardi di euro (2° Paese Ue per fatturato), ha visto una crescita dell’export tra il 2010 e il 2016 del 52% (nello stesso periodo: media settoriale europea +32% e media manifatturiero italiano +24%), ed è il primo in Italia per investimenti ed export a opera di aziende straniere (propensione export 70%). Il settore delle biotecnologie italiano ha raggiunto nel 2015 (ultimi dati disponibili) un fatturato di 10,5 miliardi di euro (+6,31% sul 2014).

Dopo l’intervento del Console d’Italia a San Francisco Lorenzo Ortona e il saluto dei rappresentanti di JP Morgan, il presidente dell’Agenzia ICE Michele Scannavini illustrerà a una platea di alto livello le misure di politica industriale italiana e gli incentivi adottati a beneficio degli investitori. A seguire, Fabrizio Landi, presidente di Toscana Life Sciences, illustrerà il progetto del Bioincubatore di Siena (tra i primi 15 incubatori d’Europa) e il Cluster Alisei.

Seguiranno le testimonianze di rappresentanti del mondo scientifico con Rino Rappuoli (GSK) e Luigi Naldini (San Raffaele) e di quello aziendale (Italy Janssen Pharmaceuticals of J&J e Sienna Biopharmaceuticals) che approfondiranno i casi di successo in Italia. In particolare, i temi focus quest’anno sono la ricerca sui vaccini e la ricerca oncologica sulle cellule staminali.

A conclusione è previsto un evento di networking che coinvolgerà 21 aziende italiane leader del settore farmaceutico e delle biotecnologie, che avranno occasione di entrare in contatto con le più importanti controparti internazionali.

Le politiche volte a favorire un ambiente propizio per l’impresa e l’attrazione degli investimenti fanno ormai stabilmente parte delle priorità della politica italiana. Si pensi alla legislazione del lavoro e a quella fiscale, alla riforma della giustizia civile e agli incentivi del Piano “Industria 4.0”. Non a caso, gli investimenti esteri in Italia sono cresciuti del +50% nel 2016 rispetto al 2015, raggiungendo i 29 miliardi di dollari e facendo guadagnare all’Italia cinque posizioni nella classifica internazionale, stilata da UNCTAD, dei paesi di destinazione degli IDE, arrivando cos" al 13esimo posto. La quota percentuale italiana a livello mondiale sui flussi in entrata è salita all’1,7% e si è tradotta nel +35% di nuovi progetti di investimento, per un numero totale di 181, in controtendenza rispetto a Francia (-8%), Regno Unito (-12%) e Germania (-59%). Si tratta di un risultato che tiene conto anche del marcato miglioramento dei “fondamentali” macroeconomici italiani: nell’Eurozona, il debito pubblico italiano è il primo per sostenibilità, mentre l’Italia realizza il più elevato avanzo primario dopo la Germania (Commissione Ue); il Pil per il 2017 è stimato al +1,6%, mentre il Nord Italia corre a velocità ben più elevate e attrae la parte più consistente di capitali stranieri.

Risultati importanti ottenuti anche grazie, da un lato, all’istituzione del Comitato Interministeriale Attrazione Investimenti Esteri, che ha il ruolo di elaborare proposte di semplificazione normativa e amministrativa e facilitare i grandi investimenti e, dall’altro, al ruolo centrale di coordinamento degli investimenti diretti esteri in Italia affidato dal Ministero dello Sviluppo Economico, all’Agenzia ICE che, tramite l’Ufficio di Coordinamento Attrazione Investimenti Esteri, opera per promuovere l’Italia come destinazione per gli investimenti. Fondamentale importanza per la crescita dell’attrattività del Paese riveste il rafforzamento delle attività di contatto con gli investitori stranieri e di promozione svolte dalle Ambasciate, dai Consolati e dalla rete degli Uffici ICE e dei 9 Desk ICE.

Altri Servizi

Wall Street punta a nuovi record

Oggi trimestrale di Citigroup alle 8 (le 14 in Italia). Fiat Chrysler Automobiles presenta un nuovo Cherokee (Suv di Jeep) alle 8:30 (le 14:30 in Italia)
AP

Ferrari: Marchionne promette, saremo i primi a fare super car elettrica

Per il manager di Fca potrebbe già essere nel prossimo piano industriale

Sarà stato anche un "concetto quasi osceno", come aveva detto al salone dell'auto di Ginevra nel 2016, ma quasi due anni dopo una Ferrari elettrica non è più da escludere. Anzi. "Potrebbe essere nel piano" industriale prossimo. Parola di Sergio Marchionne. L'amministratore delegato e presidente del Cavallino Rampante sa bene che l'esperienza di guidare una Ferrari sta nel suono aggressivo prodotto dal motore ma "se si deve costruire una super car elettrica, Ferrari sarà la prima a farla. E' dovuto".

Fca scommette su Jeep e Ram. Marchionne, "non abbiamo bisogno di nessuno"

Il gruppo tira dritto da stand alone. Target 2017 e 2018 confermati. Dividendo? Meglio un buyback. Un futuro in politica? "Nemmeno di notte"
Fca

Detroit - Per avere più chiarezza sul futuro di Fiat Chrysler Automobiles in Italia bisognerà aspettare il nuovo piano industriale, che verrà presentato il primo giugno prossimo con ogni probabilità a Balocco. Ma la rotta del gruppo, specialmente in Usa, sembra comunque già tracciata e destinata a passare attraverso i veicoli che rendono di più: pickup truck e Suv. "L'azienda ci ha visto lungo spostando la sua attenzione dalle auto ai light truck in Usa", ha detto alla stampa Sergio Marchionne, confermando i target del 2017 e del 2018, anno in cui potrebbe esserci lo spinoff di Magneti Marelli con quotazione solo a Milano.

Wall Street chiusa per il Martin Luther King Day

Non sono in calendario dati e trimestrali, riflettori puntati sul salone dell'Auto di Detroit
AP

Trump all'attacco: non sono razzista, su immigrazione democratici mi ostacolano

Il presidente ha spiegato di voler concludere un accordo sull'immigrazione, ma di essere ostacolato dagli avversari democratici: "Noi siamo pronti, desiderosi e capaci di ottenere un accordo sui Daca", ha detto.
AP

"Non sono razzista. Sono la persona meno razzista che abbiate intervistato, questo lo posso dire per certo". Donald Trump, parlando dalla Florida, prova ancora a gettare acqua sul fuoco delle polemiche, come aveva già fatto venerdì, e a placare il vespaio scatenato da alcune sue presunte frasi molto poco "politically correct" su Paesi come Haiti riportate la settimana scorsa dal Washington Post.

Spotify vuole rivoluzionare le Ipo a Wall Street: per banche commissioni più basse

I tre adviser di Spotify, Goldman Sachs, Morgan Stanley e Allen & Co, si divideranno probabilmente commissioni per 30 milioni di dollari, cifra che potrebbe cambiare in base alle dimensioni della società al momento del debutto e al successo della quotazio
iStock

Spotify ha rivoluzionato il mondo della musica con il proprio servizio di streaming. Ora la società svedese si prepara a fare lo stesso anche con Wall Street: le banche che stanno lavorando alla quotazione del gruppo, che seguirà una procedura inconsueta, riceveranno commissioni molto più basse rispetto a quelle consuete.

Per Astaldi contratto da 108 milioni di dollari per costruire una tratta autostradale in Usa

È prevista la costruzione di 8 chilometri di nuova autostrada lungo il tracciato State Road 429–State Road 46 (Wekiva Parkway, Sezione 7A), compresi 12 ponti e tutte le opere connesse.

Contratto negli Stati Uniti per Astaldi. La società, uno dei principali contractor in Italia e tra i primi 25 a livello europeo nel settore delle costruzioni, si è aggiudicata un appalto da 108 milioni di dollari per la realizzazione di una tratta dell'autostrada Wekiva Parkway, in Florida.

La nipote di Martin Luther King difende Trump: "Non è razzista e le sue politiche aiutano gli afroamericani"

Nel giorno in cui si festeggia negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, la figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace difende il presidente, che dice: "Il sogno di Martin Luther King è il nostro sogno, è il sogno americano".

La nipote di Martin Luther King difende Donald Trump. Alveda King, figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace, ex deputata democratica statale in Georgia e ora dichiaratamente repubblicana e collaboratrice di Fox News, ha preso le parti del presidente degli Stati Uniti, sottolineando le opportunità economiche che sta dando agli afroamericani.

General Electric: oneri 6,2 mld $ in IV trim. su revisione attività assicurative

Al lordo delle tasse l'onere è di 9,5 miliardi (con la nuova aliquota fiscale passata dal 35 al 21% con la riforma voluta da Donald Trump la cifra scenderebbe a 7,5 miliardi).
General Electric

General Electric ha fatto sapere che la revisione di North American Life & Health, il portafoglio assicurativo in run-off di Ge Capital, porterà a oneri straordinari per 6,2 miliardi di dollari al netto delle tasse nel quarto trimestre. Al lordo delle tasse l'onere è di 9,5 miliardi (con la nuova aliquota fiscale passata dal 35 al 21% con la riforma voluta da Donald Trump la cifra scenderebbe a 7,5 miliardi).

Nyt: Russiagate, mandato di comparizione di Mueller per Bannon

Il procuratore speciale indaga sullo staff di Trump. La sua potrebbe essere una mossa per spingere l'ex stratega della Casa Bianca a trattare
AP

Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi e sulle possibili collusioni tra il Cremlino e lo staff di Donald Trump, ha spiccato un mandato di comparizione, la scorsa settimana, nei confronti di Steve Bannon, l'ex stratega capo del presidente degli Stati Uniti.