Il sito Salon vuole usare i pc dei lettori per fare mining di criptovalute

Il gruppo punta a diversificare le fonti di ricavi mentre sempre più persone usano ad-blocker per evitare la visualizzazione di pubblicità online. Rally del titolo

La rivoluzione delle criptovalute sta cambiando il modo di fare cassa delle aziende. E anche dei gruppi media. Salon - sito americano di informazione - sta proponendo ai suoi lettori una doppia scelta: non usare i cosiddetti ad blocker (che minacciano i ricavi di gruppo) consentendo la visualizzazione di pubblicità o permettere l'utilizzo del processore del proprio computer per contribuire al "mining" di valute digitali. Il titolo dell'azienda Salon Media Group, che controlla il sito, con il solo annuncio dell'iniziativa è volato in borsa arrivando a guadagnare il 56,9%. E' l'ennesima dimostrazione di come la mania da Bitcoin venga spesso alimentata dalle intenzioni, anche controverse, di un gruppo.

Per ovviare a un calo degli introiti da pubblicità, una costante per il settore dell'editoria, Salon ha deciso di proporre questa doppia opzione. Sui computer dei lettori apparirà una notifica in cui si spiega che il sito vorrebbe "usare la potenza di calcolo" del dispositivo. In pratica, il gruppo userà i processori di un pc per "fare calcoli". Si tratta del cosiddetto "mining", una serie di calcoli complicatissimi fatti in tempo reale da macchinari costosi e che consumano una quantità enorme di energia per verificare le transazioni di criptovalute e garantire la loro sicurezza. Il processo richiama quello dell'estrazione perché la quantità di Bitcoin per esempio - così come le risorse naturali in una miniera - non sono infinite. I 'minatori' di Bitcoin, in cambio della loro potenza di calcolo ricevono una quantità minuscola e predefinita della valuta digitale; questo è l'unico modo con cui nuovi Bitcoin vengono creati.

Salon promette che il procedimento si svolgerà in totale sicurezza e non comporterà l'installazione di ulteriori software ma dimentica di dire che gli hacker hanno usato software simili per trarre in inganno gli internauti. La differenza sta nel fatto che Salon lascia ai suoi lettori la scelta di aderire o meno all'iniziativa, resa possibile da Coinhive; si tratta di un gruppo che ha sviluppato software associato ai browser dei navigatori del web permettendo ad aziende di fare mining di monero, una criptovaluta meno nota di Bitcoin il cui valore si attesta sui 232,33 dollari.

Jordan Hoffner, Ceo del sito di informazione, in un'intervista al Financial Times ha detto che sono serviti sei mesi per sviluppare la nuova strategia. "Vogliamo diversificare la fonte dei ricavi. La pubblicità va bene ma è stata l'unica cosa che ci ha sostenuto fino ad ora", ha detto Hoffner, un ex dirigente di Google. Mentre il numero uno di Salon rassicura gli utenti, Kenneth White, ricercatore e direttore di "Open Crypto Audit Project" ha avvisato dalle colonne dell'FT: "E' un'idea terribile perché gli utenti non hanno idea di cosa faccia il software" mentre è attivo sui pc. Ai rischi per gli utenti, si aggiungono poi quelli finanziari legati all'estrema volatilità delle criptovalute.

Altri Servizi

Cohen, ecco perché il silenzio comprato è una donazione illegale a Trump

L' ex avvocato del presidente ha violato una legge federale sui finanziamenti elettorali. E lo ha fatto per proteggere la candidatura del suo capo
AP

Michael Cohen, ex avvocato, amico e faccendiere del presidente statunitense, Donald Trump, è stato condannato a tre anni di carcere per una serie di reati, alcuni dei quali legati al suo lavoro per Trump, tra cui quello di aver violato la legge sui finanziamenti elettorali. Violazione compiuta comprando il silenzio di due donne che sostengono di aver avuto rapporti sessuali con il presidente.

Wall Street messa a tappeto da timori sulla crescita economica mondiale

I dati cinesi sotto le attese preoccupano gli investitori. Male anche quelli dell'Europa. Sale l'attesa per la riunione della Fed
AP

Lamborghini: nel 2019 raddoppierà le vendite in Usa grazie al super Suv Urus

Il 2018 sarà l'ottavo anno da record. Il Ceo Domenicali: nuove possibilità per il marchio e i clienti. Il responsabile delle Americhe: il 70% dei clienti è nuovo per il gruppo
Lamborghini

Palm Springs - Effetto Urus su Automobili Lamborghini. Il gruppo di Sant'Agata Bolognese si prepara a chiudere un altro anno record (l'ottavo di fila) in termini di vendite e di crescita grazie anche al contributo del suo primo 'Super Utility Vehicle', il Suv consegnato a partire dalla scorsa estate in Europa e a ottobre in Nord America (dove costa a partire da 200mila dollari).

Wall Street, ottimismo sul dialogo Usa-Cina

Oggi, atteso il dato sui sussidi di disoccupazione
iStock

Google: il Ceo si prepara al debutto (in ritardo) al Congresso Usa

Il gruppo anticipa ad aprile la chiusura del social network Google+. Trovato un bug che mette a rischio informazioni di 52 milioni di utenti

Il Ceo di Google, Sundar Pichai, domani farà il suo debutto al Congresso Usa. E lo farà in ritardo visto che a settembre aveva sollevato le ire dei legislatori americani per non essersi presentato a testimoniare insieme alla direttrice operativa di Facebook e il Ceo di Twitter.

Wall Street, ottimismo sui negoziati Usa-Cina

Dati: oggi in programma l'indice dei prezzi al consumo e le scorte di petrolio
iStock

Facebook non è più il posto migliore dove lavorare negli Stati Uniti

Per la quarta volta in 11 anni, Bain & Co torna a svettare in classifica. Il social network slitta dal primo al settimo posto

Facebook non è messo sotto pressione soltanto dagli investitori, che da inizio anno si sono liberati del titolo del gruppo (in calo del 22%). Il gruppo alle prese con scandali vari legati alla privacy e con intrusioni hacker è messo alla prova anche dai suoi dipendenti. Lo dimostra la classifica annuale di Glassdoor sulle migliori aziende dove lavorare.

Slitta la decisione sul rilascio su cauzione della Cfo di Huawei

L'udienza riprende oggi alle 19 italiane
Ap

Due giorni non sono bastati per decidere il destino immediato di Meng Wanzhou. Il giudice canadese chiamato a decidere se rilasciare su cauzione la direttrice finanziaria di Huawei, arrestata l'1 dicembre scorso su richiesta degli Stati Uniti mentre cambiava aerei a Vancouver, ha rimandato a oggi una decisione. Anche venerdì scorso non era riuscito a giungere a una conclusione.

Automobili Lamborghini e The Wolfsonian–Florida International University, museo di Miami (Florida), hanno unito le forze per celebrare la cultura italiana. Il gruppo di Sant'Agata Bolognese è stato protagonista di un evento dedicato al design e all'eccellenza italiana.

Uber segue Lyft e si prepara all’Ipo nel 2019

Potrebbe essere un anno record per i collocamenti azionari iniziali a Wall Street

Uber ha depositato la documentazione confidenziale per la sua offerta pubblica iniziale presso la Securities and Exchange Commission, la Consob americana, accelerando così i tempi di un suo sbarco in borsa. Lo scrive il Wall Street Journal, che cita fonti vicine alla vicenda, sottolineando come si tratti di una mossa che segue di poche ore quella della rivale Lyft che giovedì aveva effettuato lo stesso passo, e che di fatto crea un’ulteriore competizione tra i due colossi della mobilità alternativa su chi sarà il primo a sbarcare in borsa.