Il Sultano del Brunei vuole l'hotel Plaza di New York

Dopo l'Eden di Roma, pronto a comprare un totale di tre alberghi per due miliardi di dollari. Fioccano le polemiche legate alle sue leggi controverse
iStock

Due miliardi di dollari. E’ l’offerta lanciata, secondo indiscrezioni di stampa, dal Sultano del Brunei Hassanal Bolkiah per diventare il nuovo proprietario del Plaza, storico hotel nel cuore di New York, e altri due alberghi.

Quello dell'hotel a due passi da Central Park, celebre per aver ospitato nelle sue suite star internazionali e per essere stato set di film come “Profumo di donna” e “Mamma ho perso l’aereo 2”, sarebbe un acquisto controverso soprattutto per la fama del Sultano, noto per aver imposto nel suo Paese la sharia, legge musulmana molto rigida che prevede la lapidazione per le donne che commettono adulterio e gli omosessuali.

E non è tutto. Come parte dell’accordo, oltre al Plaza, il Sultano potrebbe anche acquistare il Dream Hotel, sempre a New York, e il Grosvenor House di Londra, proprietà messe in vendita da Subrata Roy, un tycoon indiano, attualmente in prigione a New Delhi per non aver pagato gli investitori che comprarono bond da lui emessi in modo illegale. La sua cauzione è fissata in 1,6 miliardi di dollari, di cui la metà deve essere pagata in contanti e il resto in garanzie bancarie.

Si tratta di una serie di alberghi che andrebbe ad arricchire la “collezione” del Sultano che comprende anche l’hotel Eden di Roma, comprato nel settembre 2013 per circa 105 milioni di euro.

E intanto fioccano le polemiche. “Abbiamo l’obbligo di fare qualsiasi cosa è in nostro potere per assicurarci che l’hotel più famoso al mondo non diventi un altro gioiello sulla corona del Sultano”, ha dichiarato alla CBS – nota televisione americana - Jason Rahlan, direttore della comunicazione presso Human Rights Campaign (HRC).

Altri Servizi

liveblog4testing

subtitle

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP