Il summit delle Americhe messo in ombra dalla Siria; focus sul commercio (e la Cina)

Il vice Pence a Lima al posto del presidente Trump. Si parla di commercio e Venezuela, di Pechino e del ruolo di Washington
Ap

I leader dell'America Latina sono riuniti a Lima, in Perù, per un summit regionale (il Latin American Summit, o Latam) che è stato messo in ombra dalla decisione di Washington di lanciare degli attacchi missilistici in Siria, portando il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, a lasciare improvvisamente la cerimonia di apertura; Pence era arrivato a Lima in sostituzione del presidente Donald Trump, che giorni prima aveva annunciato la volontà di non partecipare al summit delle Americhe per restare a Washington a seguire la crisi siriana.

Pence ha interrotto la propria partecipazione per tornare in albergo e parlare al telefono con i leader democratici e repubblicani del Congresso, prima del lancio dell'attacco. Nel giro di un'ora, i raid sono terminati e Pence ha raggiunto gli altri leader al banchetto in corso al palazzo presidenziale.

Nonostante l'assenza di Trump, i funzionari statunitensi hanno raggiunto Lima con l'obiettivo di contrastare la crescente influenza della Cina nell'America Latina e per condannare il governo del Venezuela. All'agenda si è aggiunta la Siria, visto che il vice capo di gabinetto di Pence, Jarrod Agen, ha detto all'agenzia Reuters che il vicepresidente ha intenzione di discutere dei raid nel suo discorso e negli incontri con gli altri leader.

Venerd", Pence aveva incontrato i leader dell'opposizione in Venezuela, promettendo 16 milioni di dollari in aiuti ai migranti venezuelani, che hanno lasciato il loro Paese, che sta attraversando una grave crisi economica. Una dozzina di Paesi della regione hanno già aumentato la pressione sul presidente socialista del Venezuela, Nicolas Maduro, e dovrebbero sottoscrivere un documento di condanna delle elezioni del 20 maggio, ampiamente criticate a livello mondiale.

Le posizioni sono invece più distanti sul commercio. Il presidente cileno, Sebastian Pinera, uno dei volti del ritorno dei conservatori al potere in Sudamerica negli ultimi anni, ha ricordato quanto il libero scambio sia stato celebrato al primo summit delle Americhe, nel 1994. "Oggi, abbiamo un presidente degli Stati Uniti che sta affrontando una guerra commerciale con la Cina e altri Paesi" ha detto Pinera.

La disputa commerciale con Pechino è arrivata in America Latina nel corso della settimana. A Lima, il segretario al Commercio statunitense, Wilbur Ross, ha preso di mira i crescenti legami di Pechino con la regione e ha promesso che Washington non cederà la leadership nella regione. Ross, però, ha aggiunto di volere che le nazioni dell'America Latina facciano di più per ridurre le barriere commerciali.

Il presidente Trump, ha detto Ross, è per il libero scambio, che però deve essere "equo, reciproco, reale". "Non vediamo l'ora di avvicinarci al libero scambio e di vedere che il comportamento delle persone corrisponda alla retorica".

Ross ha poi detto di essere "ottimista" che ci sarà un accordo sul North American Free Trade Agreement (Nafta), forse a maggio. Come segnale di un possibile avanzamento verso l'obiettivo, Pence e il presidente messicano, Enrique Pena Nieto, hanno in programma un incontro.

Altri Servizi

Airbnb sogna di premiare padroni di casa migliori con titoli del gruppo

Chiede all'autorità di borsa Usa un cambiamento delle regole sullo stock-sharing

Airbnb "non sarebbe nulla" senza le persone che mettono a disposizione le proprie case per affitti di breve durata. Per questo il gruppo che mette in contatto chi offre e chi cerca una sistemazione vuole che i padroni di casa "più fedeli" siano soci dell'azienda americana. Brian Chesky, Ceo di Airbnb, ha spiegato al sito Axios che affinché ciò sia possibile "le regole devono cambiare".

Trump mette in dubbio le accuse di Ford, difende Kavanaugh e attacca la sinistra

Il presidente statunitense, piuttosto moderato nei commenti degli ultimi giorni, è 'esploso' venerdì mattina per difendere il giudice che ha nominato alla Corte Suprema
Ap

Wall Street: nel giorno delle "quattro streghe" solo il Dow da record

Scaduti future e opzioni. Per gli indici S&P, la maggiore riclassificazione dal 1999. Fed verso il terzo rialzo dei tassi del 2018. Nafta in bilico
AP

Wall Street, i dazi non fanno paura

Record di S&P e Dow nonostante le tensioni tra Usa e Cina
iStock

Usa: patrimonio famiglie gonfiato dall'azionario, nel II trimestre sfiora i 107mila miliardi

Nel pieno della recessione del 2008 il dato era sceso a 55.000 miliardi

Wall Street: S&P 500 e Dj da record, Trump si congratula con gli Usa

Timori contenuti per le tensioni commerciali. Cina pronta a tagliare dazi medi sulle importazioni dai principali partner commerciali. Domani il "giorno delle quattro streghe. Facebook e Twitter fuori dal settore tech
AP

Google consente ancora a sviluppatori di app di 'leggere' email dei suoi utenti

Il gruppo ha fermato la pratica l'anno scorso ma continua a permetterla ad altri

Sky, la battaglia tra Comcast e Fox si deciderà all'asta

Lo scontro finale tra venerdì e sabato; al momento, l'offerta di Comcast è la più alta
iStock

Wall Street, attenzione rivolta ai dati macroeconomici

In programma i sussidi di disoccupazione, il superindice dell'economia e le vendite di case esistenti
iStock

L’euforia del mercato azionario statunitense è razionale?

L'analisi di Didier Saint-Georges, managing director e membro del comitato investimenti di Carmignac
Carmignac