Il tabloid accusato di ricattare Bezos apre un'inchiesta e si difende

La controllante American Media sostiene di avere agito legalmente e "in buona fede" nel negoziare con il Ceo di Amazon

American Media, il gruppo che controlla il tabloid National Enquirer, si difende. All'indomani delle accuse di ricatto ed estorsione lanciate da Jeff Bezos, l'azienda sostiene di avere agito legalmente e in "buona fede" nel negoziare per risolvere tutte le questioni riguardanti il Ceo di Amazon nonché proprietario del Washington Post.

Bezos, l'uomo più ricco al mondo, sostiene che il tabloid abbia minacciato di pubblicare messaggi e immagini talvolta sessualmente esplicite scambiati tra lui e la sua nuova fidanzata, Lauren Sanchez. Per questo ieri ha deciso di pubblicare un post contenente gli scambi di email in cui American Media dettava le condizioni necessarie per non pubblicare gli sms e le foto in questione: Bezos doveva fermare gli investigatori da lui arruolati per capire come il National Enquirer li aveva ottenuti e doveva negare pubblicamente che American Media avesse agito sotto "il condizionamento di forze politiche".

American Media ha fatto sapere che "alla luce della natura delle accuse pubblicate da Bezos, il cda si è riunito e ha deciso di indagare immediatamente su quelle accuse. Una volta completata l'inchiesta, il cda agirà nel modo più appropriato". Intanto un giornalista del Washington Post ha riferito che l'investigatore arruolato dal Ceo di Amazon, Gavin de Becker, crede che gli sms tra Bezos e la fidanzata siano stati inviati al National Enquirer da qualcuno all'interno del governo Usa. De Becker esclude che il cellulare di Bezos sia stato hackerato.

Altri Servizi
iStock

HP dice addio a colui che era suo Ceo dal 2015, quando la vecchia Hewlett-Packard fu scorporata in due aziende (l'altra si chiama Hewlett Packard Enterprise e offre servizi IT e vende server).

Hasbro compra il proprietario di Peppa Pig per 4 miliardi di dollari

Il produttore di giocattoli si rafforza con Entertainment One, con quartier generale a Toronto ma quotato a Londra. Dividendo intatto. Stop al buyback
Entertainment One

Il produttore americano di giocattoli Hasbro ha trovato un accordo per comprare Entertainment One, gruppo quotato a Londra che produce contenuti per bambini e adulti, per 3,3 miliardi di sterline. Monopoly, Play-Doh, Power Rangers e Transformers accolgono quindi sotto il loro tetto Peppa Pig, PJ Masks e Ricky Zoom.

Wall Street, focus sul commercio e sui segnali di recessione

Dati in programma: avvio di nuovi cantieri e fiducia dei consumatori
AP

Wall Street, attesa per il summit della Fed a Jackson Hole

Il governatore Jerome Powell parlerà domani
AP

Scomparso Andrea Zamperoni, capo chef di Cipriani Dolci a New York

 L'uomo, italiano, 33 anni, è irrintracciabile da sabato notte

Trump dà dei "pazzi" ai gruppi auto contrari a norme meno stringenti

Ford Motor, Volkswagen of America, Honda e BMW si sono già schierate con la California. Per il NYT, anche Mercedes-Benz potrebbe unirsi a loro e forse un altro gruppo tra Toyota, Fiat Chrysler e General Motors

I ragazzi di Parkland presentano un piano per il controllo delle armi

L'obiettivo è influenzare il dibattito in vista delle elezioni e spingere i giovani ad andare a votare

Fed, Trump: Powell come un giocatore di golf incapace di tirare in buca

Conto alla rovescia per il discorso del governatore a Jackson Hole
Ap

Wall Street rimbalza con il settore retail

Le minute della Fed: rotta tassi non è predefinita
AP

Governo Usa: detenzione "illimitata" per i bambini irregolari

Washington ha presentato le norme che dovrebbero sostituire l'accordo Flores, che negli ultimi 22 anni ha protetto i minorenni
AP