Immigrazione, scontro tra California e amministrazione Trump

Le autorità locali non collaborano nella lotta contro gli irregolari, Washington lancia un'operazione nell'area di Los Angeles: 212 immigrati arrestati
Immigration and Customs Enforcement

Mentre in Senato stanno fallendo tutti i tentativi di arrivare a un accordo che tuteli i Dreamers, gli immigrati senza documenti arrivati da bambini e protetti dal Daca, il programma voluto da Barack Obama e cancellato da Donald Trump, i federali portano avanti le loro operazioni contro l'immigrazione irregolare in California, dove è ormai evidente lo scontro tra Washington e le autorità locali.

Cinque giorni di perquisizioni hanno portato all'arresto di 212 immigrati senza documenti che lavoravano in 122 imprese della California del Sud. A gennaio, erano invece stati controllati 77 esercizi commerciali nella parte settentrionale dello Stato. Le operazioni dei federali seguono la controversa 'legge santuario', che limita la cooperazione delle forze dell'ordine locali con quelle federali nel contrasto all'immigrazione irregolare; lo Stato ha inoltre approvato una legge che vieta ai datori di lavoro di fornire volontariamente informazioni sui dipendenti alle autorità di Washington, pena una multa fino a 10.000 dollari. I datori di lavoro con dipendenti irregolari rischiano di essere perseguiti penalmente, se riconosciuti colpevoli di aver dato lavoro consapevolmente a persone irregolari. Per anni, ricorda il Los Angeles Times, la legge federale non ha proibito l'assunzione di persone irregolari; poi, la situazione è cambiata nel 1986, quando il presidente Ronald Reagan ha firmato l'Immigratio Reform ad Control Act, che per la prima volta prevedeva delle multe per i datori di lavoro.

"Sembra essere una battaglia tra la California, come Stato, e il governo federale" ha commentato Angelo Paparelli, avvocato che si occupa di immigrazione, parlando con la Cnbc. L'Ice (United States Immigration and Customs Enforcement), agenzia federale statunitense responsabile del controllo della sicurezza delle frontiere e dell'immigrazione, ha reso noto che l'88% degli arrestati ha subito delle condanne e ha specificato che l'operazione nella regione di Los Angeles aveva come obiettivo "gli individui che pongono una minaccia alla sicurezza nazionale", pur specificando che la sola violazione delle leggi sull'immigrazione potrà portare all'arresto, alla detenzione e all'espulsione dagli Stati Uniti. Il sindaco di Los Angeles, Eric Garcetti, ha dichiarato che "l'amministrazione dovrebbe concentrarsi su persone che hanno commesso gravi crimini o che pongono una minaccia alla sicurezza nazionale, piuttosto che separare delle famiglie che lavorano duramente".

Pochi giorni dopo il suo ingresso alla Casa Bianca, Trump ha firmato un ordine esecutivo per "togliere i fondi federali alle sanctuary cities", ovvero le città che proteggono gli immigrati irregolari, e "rafforzare i poteri dell'Ice per arrestare, detenere e allontanare gli immigrati irregolari". L'ordine esecutivo è stato sfidato dai sindaci democratici di alcune delle maggiori città statunitensi in tribunale: ad aprile, l'ordine è stato bloccato temporanamente; poi, a novembre, il giudice federale William Orrick lo ha bloccato in modo permanente.



Altri Servizi

Wall Street, il Dow Jones interrompe i ribassi dell'ultima settimana

Prima giornata in rialzo dopo otto di fila in calo
iStock

Incidente fatale con vettura autonoma di Uber: conducente era "distratto"

Per la polizia di Tempe (Arizona) la persona al volante avrebbe potuto evitare l'accaduto. Forse stava guardando video sul servizio Hulu
Uber

La persona al volante di una vettura a guida autonoma di Uber che lo scorso 18 marzo a Tempe, Arizona, travolse e uccise un pedone avrebbe potuto evitare l'incidente se non fosse stata "distratta". E' quanto emerso dalle indagini della polizia locale.

Commercio: per la Cina, gli Usa sono "paranoici"

Dentro la Casa Bianca c'è chi lavora per evitare una guerra commerciale che potrebbe scoppiare il 6 luglio
AP

Corte Suprema Usa: serve un mandato per 'seguire' i telefoni cellulari

Vittoria per i difensori della privacy. Il massimo tribunale, chiamato a esprimersi sul caso di un uomo condannato grazie alle informazioni sulle celle telefoniche, ha deciso che è necessario l'ok di un giudice per poter 'spiare' per un lungo periodo

Trump ai repubblicani: "Aspettiamo le elezioni per approvare la legge sull'immigrazione"

Il presidente ha attaccato ancora i democratici. Nancy Pelosi ha detto che la proposta di legge dei repubblicani "è un compromesso con il diavolo"
iStock

Fed: le banche Usa superano il primo round di stress test

35 istituti di credito subirebbero perdite per 578 miliardi di dollari nello scenario più avverso in cui l'azionario crollerebbe del 65%, il tasso di disoccupazione balzerebbe al 10% e i prezzi delle case scenderebbero del 30%

Usa: fare shopping online costerà di più. Ecco perché

La Corte Suprema dà ragione al South Dakota: gli Stati possono richiedere ai gruppi retail che non hanno una presenza fisica sul loro territorio di riscuotere e pagare la cosiddetta Sales Tax

Camera Usa, mancano i voti per approvare la legge sull'immigrazione. Pelosi: "È un compromesso con il diavolo"

Lo ha detto la deputata repubblicana McMorris Rodgers: "Ma stiamo lavorando per riuscirci"
iStock

Intel: il Ceo Krzanich lascia, ha avuto relazione consensuale con dipendente

Era a.d. dal maggio 2013 e ha trasformato il gruppo in cui entrò nel 1982. Si cerca un successore. Atteso un secondo trimestre record

Wall Street, pesano ancora le tensioni commerciali

Il Dow Jones chiude l'ottava seduta in perdita
iStock