Immobiliare, esperti e costruttori avvisano: "Crisi in arrivo"

Si costruiscono molte case di lusso e pochi alloggi a prezzi accessibili. Le famiglie con un reddito medio-basso spendono proporzionalmente di più per l'affitto

La costruzione di nuove case negli Stati Uniti procede a spron battuto, ma in questa crescita - secondo alcuni esperti del settore immobiliare sentiti da Cnbc - ci sono criticità che prima o poi porteranno a una "profonda crisi". Il problema principale è che si costruiscono molte case di lusso e pochi alloggi a prezzi accessibili, tendenzialmente i più richiesti.

Nel 2017, nelle maggiori 150 città del Paese, sono state costruite 395.775 case, il 46% in più rispetto al 2016, secondo le stime riportate da RealPage, una società che si occupa di software di gestione immobiliare e dati societari. Gli edifici di lusso hanno rappresentato tra il 75 e l'80% dell'offerta presente sul mercato. Secondo Greg Willet, capo economista di RealPage, "è davvero difficile consegnare dei prodotti (case ndr) a prezzi più bassi" considerando "il costo del terreno, dei materiali di costruzione e della manodopera. È praticamente lo stesso, indipendentemente dal prodotto che stai costruendo".

La richiesta di appartamenti di lusso è ancora forte, ma risponde a una scelta arbitraria e non a una necessità. Coloro che vivono in case di lusso non fanno nulla affinché possano sempre permettersi i pagamenti mensili, tutt'altro: spesso affittano anche seconde o terze case.

"Nel nostro portfolio ci sono 70.000 unità abitative, la maggior parte di lusso. Stiamo notando che i nostri affitttuari stanno spendendo per l'affitto un importo relativamente basso rispetto alle loro entrate, nonostante le rendite siano sensibilmente alte" ha commentato alla Cnbc Toby Bozzuto, presidente e Ceo di Bozzuto Group, società americana di sviluppo immobiliare e costruzioni. E ha aggiunto che tendenzialmente chi guadagna di meno e affitta una casa di un valore più basso, tende a spendere di più in rapporto alle proprie entrate, rispetto a una persona più agiata. Dinamiche che spingono Bozzuto a ritenere che stia per arrivare una "profonda crisi".

Secondo un rapporto risalente alla fine del 2017 del Joint Center for Housing Studies di Harvard, nonostante l'aumento dei redditi, quasi la metà (47%) di tutte le famiglie di affittuari (21 milioni) investe più del 30% del proprio reddito nell'affitto di una casa. Di questi, 11 milioni di famiglie destinano più del 50% delle loro entrate.

"Mentre il mercato ha risposto alle esigenze di case in affitto per famiglie a reddito più elevato, ci sono tendenze preoccupanti che suggeriscono una crescente incapacità di fornire alloggi a prezzi accessibili per gli affittuari di classe media e operaia, per non parlare di quelli con redditi molto bassi", ha detto Christopher Herbert, amministratore delegato del centro.

Gli affitti di fascia alta si sono appiattiti nell'ultimo anno e i proprietari stanno iniziando a offrire alcune agevolazioni, come pacchetti con servizi di lusso o affitti gratuiti per un mese. In più secondo Willet in alcune località con affitti di fascia alta sono state registrate "rendite leggermente in calo". Al contrario, il canone mensile delle abitazioni più modeste sta salendo per via della scarsa offerta. Secondo Bozzuto, "gli affitti devono essere alti per sostenere i costi ".

Gli investitori, secondo il numero uno di Bozzuto Group, stanno ora spostando la propria attenzione dagli edifici di lusso alle vecchie "scorte", il ché fa aumentare ancora di più il costo delle locazioni degli attuali inquilini. Ci sono alcuni programmi governativi che offrono incentivi finanziari alle imprese immobiliari per costruire alloggi di fascia medio-bassa, ma non sembrano essere sufficienti.

Queste risorse, secondo Bozzuto, sarebbero "esaurite" e aggiunge: "Molti di noi sono in competizione per quelle risorse già di per sé molto limitate". Il costruttore ha inoltre aggiunto che il mercato del lusso è vicino "all'eccesso di offerta, ma penso che le condizioni macroeconomiche ci stiano trattenendo quest'anno dal costruire ancora". Il motivo? "I costi del terreno" e quelli legati al lavoro "renderanno più difficile costruire nuove case ".

Altri Servizi

Wall Street attende il summit Trump-Kim

Venerdì, si è conclusa la migliore settimana da marzo
iStock

Papa Francesco alle compagnie petrolifere: "Il mondo deve convertirsi all'energia pulita"

Incontro in Vaticano con i manager di alcuni colossi del settore, tra cui la statunitense Exxon, spesso criticata dagli ambientalisti. Il pontefice: "Rispettate l'accordo di Parigi"

Il mondo deve convertirsi all'energia pulita. È l'appello lanciato da papa Francesco in Vaticano, alla fine di una conferenza di due giorni a cui hanno partecipato i manager dei principali gruppi petroliferi. "La civiltà richiede energia, ma l'uso di energia non deve distruggere la civiltà", è stato il suo messaggio, sottolineando la necessità di rispettare l'ambiente e le condizioni di vita delle persone.

AP

"Gli attivisti per definizione hanno una visione di breve termine ma molte delle cose in cui siamo coinvolti non sono soluzioni di breve termine, al contrario di quanto si pensi". Lo ha detto Paul Singer, l'investitore attivista a capo di Elliott e particolarmente dinamico in Europa (Italia inclusa).

Wall Street teme tensioni commerciali al G-7

Oggi e domani il summit in Canada
iStock

Morto suicida lo chef superstar Anthony Bourdain

Era a Strasburgo, in Francia, per la prossima puntata del suo programma tv; aveva 61 anni

Anthony Bourdain, chef statunitense conosciuto in tutto il mondo anche per i suoi libri e i programmi televisivi che lo hanno visto protagonista, è morto oggi; aveva 61 anni. Secondo la Cnn, si sarebbe suicidato.

Dalla Puglia al Diamond district di New York. L'arte del gioiello secondo Sara Greco

La designer 35enne racconta la sua avventura professionale
Sara Greco

Dalla Puglia al Diamond district a Manhattan. Sara Greco, 35enne designer di gioielli ha scelto New York per concretizzare una passione coltivata sin da adolescente nei laboratori di provincia intorno a Lecce, da dove viene. Con una velocità tipica della città che non dorme mai, Greco si è adattata all'arte americana del gioiello per promuovere il suo motto: “Arte Sensibile. Perfezione Irregolare”.

Trump e Kim a Singapore per il summit, cautela dagli Usa

Il presidente americano cerca di contenere le aspettative dell'incontro che potrebbe essere più simbolico che altro

Prima Kim Jong Un. Poi Donald Trump. Nel giro di qualche ora, il presidente nordcoreano e quello americano sono arrivati a Singapore per un summit potenzialmente storico. Sarà il primo incontro tra un leader nordcoreano e un presidente americano in carica, il primo tra  due leader di due nazioni che sono nemiche da quasi settanta anni.

AT&T e Time Warner: la decisione sulle nozze condizionerà l'M&A

L'annuncio di un giudice federale atteso il 12 giugno intorno alle 22 italiane. Ricadute per la sfida di Comcast a Disney e l'acquisto di Aetna da parte di CVS

E' iniziato il conto alla rovescia per la decisione di un giudice federale sulle nozze da 85,4 miliardi di dollari tra AT&T e Time Warner. Da quella decisione, attesa martedì 12 giugno, dipenderanno accordi di fusione e acquisizione che sono destinati a rivoluzione il settore delle tlc e quello dei media. 

Dimon e Buffett contro le guidance trimestrali sugli utili delle aziende Usa

I numeri uno, rispettivamente, di JPM e Berkshire Hathaway fanno pressing: il focus suia sul lungo termine

Con l'intento di spostare l'attenzione verso la crescita di lungo termine, James Dimon e Warren Buffett stanno facendo pressing sulle aziende americane affinché valutino se smettere di fornire le guidance trimestrali sui rispettivi conti. Per il Ceo di JP Morgan e il numero uno di Berkshire Hathaway, quella pratica incoraggia a concentrarsi in modo "non salutare" sui profitti di breve termine.

Trump, linea dura sulla denuclearizzazione con Kim? I dubbi degli esperti

Il presidente Usa sembra aver abbandonato l'aggressività delle settimane scorse e l'idea di un risultato immediato con la Corea del Nord: "Il 12 giugno daremo inizio a un processo"

L'immediata denuclearizzazione della Corea del Nord è stata a lungo l'obiettivo dichiarato di Washington con Pyongyang. Ora, però, il presidente statunitense, Donald Trump, ha pubblicamente abbassato le sue pretese e ora molti esperti si chiedono quali saranno le richieste che presenterà al leader Kim Jong Un, nel tanto atteso incontro del 12 giugno a Singapore.