Impeachment Trump, la settimana prossima prime audizioni pubbliche

L'ex ambasciatrice in Ucraina, Marie Yovanovic, sarà ascoltata il 15 novembre

La prossima settimana, la commissione Intelligence della Camera statunitense terrà le prime audizioni pubbliche, nell'ambito delle indagini sul possibile impeachment del presidente Donald Trump. Lo ha annunciato il presidente della commissione, il democratico Adam Schiff.

Nelle settimane passate, le audizioni erano state tutte a porte chiuse. Il 13 novembre, testimonieranno l'ambasciatore Bill Taylor, attuale incaricato d'affari ad interim in Ucraina, e il funzionario George Kent, del dipartimento di Stato. Il 15 novembre sarà ascoltata Marie Yovanovic, ex ambasciatrice statunitense in Ucraina, il cui allontanamento, deciso dal presidente Trump, è tra le questioni al centro delle indagini. Trump potrebbe essere accusato di abuso di potere per le pressioni esercitate sul presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, per convincerlo a indagare su Joe Biden, ex vicepresidente e principale rivale democratico per le prossime elezioni presidenziali statunitensi.

I tre testimoni hanno già parlato con gli investigatori, a porte chiuse. Secondo quanto emerso, Yovanovic ha dichiarato di essere stata rimossa dal suo incarico a causa di Rudy Giuliani, avvocato personale del presidente Donald Trump, che la considerava un ostacolo per le sue manovre. Secondo Kent, i diplomatici di carriera sono stati messi da parte a favore di Giuliani e della sua politica 'ombra' in Ucraina. Taylor, che i democratici considerano probabilmente il loro miglior testimone, ha detto di aver saputo da altri membri dell'amministrazione che i rapporti degli Stati Uniti con l'Ucraina dipendevano interamente dalla volontà di Kiev di impegnarsi pubblicamente a lanciare un'inchiesta su Biden, da cui Trump avrebbe ottenuto un chiaro vantaggio politico.

Altri Servizi

Wall Street, giornata di dati macro

L'attenzione resta naturalmente anche sul coronavirus
AP

Pelosi con Trump: "Non vi avvicinate a Huawei"

La speaker della Camera Usa avverte gli alleati: "Non mettete le vostre comunicazioni in mano a un governo autocratico che non condivide i nostri valori"
Ap

"Questa è la più insidiosa forma di aggressione, avere le comunicazioni, la 5G, dominate da un governo autocratico che non condivide i nostri valori". L'attacco è contro Huawei, il colosso cinese delle telecomunicazioni accusato dagli Stati Uniti di essere al servizio del governo di Pechino per spiare l'Occidente, ma l'autore non è, come potrebbe sembrare, il presidente Donald Trump, bensì la democratica Nancy Pelosi, la speaker della Camera, che per una volta, almeno, è della stessa opinione della Casa Bianca.

Iraq, razzi vicino ad ambasciata americana di Baghdad

Non ci sono vittime. Si tratta del 19 attacco che coinvolge gli Usa in quattro mesi

Numerosi razzi sono stati esplosi nella notte tra sabato e domenica vicino all’ambasciata americana situata nella Green Zone di Baghdad, in Iraq. Secondo quanto riferito da fonti diplomatiche statunitensi le deflagrazioni hanno fatto scattare le sirene dell’ambasciata Usa mentre, per il momento, non si hanno notizie di vittime.

Bloomberg cresce nei sondaggi, parteciperà per la prima volta a un dibattito Dem

L'ex sindaco di New York salita sul palco a Las Vegas, in vista dei caucus in Nevada
iStock

Cresce il consenso democratico attorno all'ex sindaco di New York, Michael Bloomberg, che potrà partecipare domani - per la prima volta - al dibattito previsto a Las Vegas, in vista dei caucus in Nevada del 22 febbraio. Secondo un sondaggio nazionale di Npr, Pbs NewsHour e Marist pubblicato oggi, infatti, il miliardario americano ha superato la soglia minima del 10% dell'ipotetico consenso, necessaria per ricevere un invito al dibattito.

A Wall Street, fa paura il coronavirus

Oggi, atteso il dato sui sussidi di disoccupazione
AP

Usa 2020: importante sindacato del Nevada non appoggia nessuno

"Sosterremo i nostri obiettivi, non un candidato" per i caucus democratici

Un importante sindacato del Nevada ha deciso di non appoggiare apertamente nessun candidato ai caucus democratici per le presidenziali, prossimo appuntamento elettorale in programma il 22 febbraio; ha però criticato il senatore Bernie Sanders, con cui ha avuto degli attriti anche in passato, per la sua proposta per il Medicare for All, ovvero l'assistenza sanitaria universale.

Usa 2020, Bloomberg presenta un piano finanziario 'progressista'

Vuole una tassa dello 0,1% su tutte le transazioni finanziarie e un team contro i crimini aziendali che persegua non solo le società, ma anche gli individui

A Wall Street, preoccupazione per la Cina

Il coronavirus sta cominciando a produrre i primi effetti negativi sull'economia globale: Apple non crede di poter rispettare le stime per il fatturato del secondo trimestre
AP

Negli Stati Uniti è il Presidents' Day. Le priorità di Trump: "Dio, famiglia e Paese"

Il presidente Usa è stato ieri alla Daytona 500 del campionato Nascar: c'è da difendere la Florida, a novembre
Ap

Usa 2020, Buttigieg risponde a Rush Limbaugh: "Amo mio marito e non prendo lezioni sulla famiglia"

Il candidato dem alla Casa Bianca replica alle affermazioni omofobe del commentatore radiofonico di destra
Wikipedia