Uniti per la causa

In uscita Occupy This Album, la colonna sonora della protesta

Tra gli artisti coinvolti Tom Morello, Mogwai e Yoko Ono
Francesca Berardi

Come tutte le storie che si rispettino, anche quella di Occupy Wall Street sta per avere la sua colonna sonora. E' in uscita infatti "Occupy This Album", una raccolta di brani ispirati alla protesta, eseguiti dai musicisti che si sono schierati a sostegno del movimento degli indignati americani. I ricavati dalla vendita dell'album, prodotto dall'agenzia creativa newyorkese Workhouse, finiranno interamente nelle casse di Occupy Wall Street, che continua a sostenersi grazie alle numerose donazioni ricevute soprattutto nel corso delle prime settimane dello scoppio della protesta, lo scorso 17 settembre.

L'album, atteso per la prossima primavera, contiene brani di artisti di fama internazionale accanto ai contributi di talenti emergenti: una cinquantina di musicisti, tutti uniti per una causa, messi sullo stesso piano, in linea con gli ideali del movimento Occupy Wall Street. Tra i nomi che hanno aderito all'iniziativa ci sono Tom Morello, chitarrista dei Rage Aganist the Machine, Mogwai, Yoko Ono, Yo La Tengo, Lucinda Williams, Crosby & Nash e Ladytron.

Un album eclettico, dunque, che rispecchia la varietà dei sostenitori del movimento di protesta, ma che, i produttori ci tengono a precisarlo, non si identifica con esso. "Questo progetto non deve essere considerato come proveniente dal movimento stesso, piuttosto come un progetto indipendente", si legge sul comunicato che annuncia l'uscita dell'album, "noi (Occupy this Album) siamo semplicemente musicisti e professionisti della musica che vogliono dare il massimo al movimento".

Ultimo aggiornamento: 2 anni, 10 mesi fa