"Io sto con LeBron": dopo le critiche del presidente, anche Melania Trump si schiera con la leggenda Nba

Il presidente Donald Trump aveva attaccato 'King James' dopo la sua intervista alla Cnn, mettendo in dubbio la sua intelligenza. Persino la first lady ha sentito il bisogno di dichiarare il proprio appoggio all'atleta
Ap

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha usato la solita tattica contro chi lo critica: mettere in dubbio la sua intelligenza. Lo ha fatto anche questa volta, contro LeBron James, senza dubbio il giocatore di pallacanestro più forte e popolare del Paese, uno dei più grandi della Storia. Sottovalutando, forse, la popolarità di James non solo per il suo lavoro sul parquet, ma anche per quello che fa per la comunità, attraverso la sua fondazione. Tanto che persino la first lady Melania ha sentito la necessità di schierarsi con l'atleta.

"LeBron sta facendo cose molto buone nella sua comunità e a sostegno delle future generazioni e la first lady lo incoraggia" ha affermato la portavoce di Melania Trump, Stephanie Grisham, ricordando l'impegno di James per l'istruzione dei bambini meno fortunati a Akron, in Ohio, sua città natale. James ha aperto una scuola per i bambini che vivono in famiglie disagiate, che offre biciclette e pasti gratuiti agli studenti e servizi di assistenza per trovare un posto di lavoro ai genitori. Scuola che Melania Trump ha fatto sapere di voler visitare.

In precedenza, Trump aveva attaccato su Twitter il campione e la sua intervista sull'odiata Cnn: "È stato intervistato dall'uomo più stupido della tv, Don Lemon. È riuscito a far sembrare Lebron intelligente, il che non è facile!". 'King James' aveva parlato della polemica riguardante la protesta dei giocatori di football americano che si inginocchiano al momento dell'esecuzione dell'inno, in segno di protesta contro il razzismo e le violenze della polizia sui neri. Atleti che Trump vorrebbe vedere cacciati dai campi da gioco, e anche dal Paese. "Lo sport non è mai stato qualcosa che divide la gente, ma qualcosa che unisce. E il presidente ci sta dividendo" ha affermato James, che ha nuovamente lasciato i 'suoi' Cleveland Cavaliers, portati al titolo Nba, per giocare con i Los Angeles Lakers.

James non ha risposto all'attacco di Trump, ma lo hanno fatto molti altri, a partire da Don Lemon, intervistatore di James e uno dei conduttori più popolari della Cnn: "Chi è veramente stupido? Un uomo che mette i bambini in una scuola o quello che mette i bambini in una gabbia?". Il riferimento è ai figli dei migranti irregolari, divisi dai genitori come conseguenza della 'tolleranza zero' voluta da Trump. A sostegno di LeBron James si è schierato Michael Jordan, altra leggenda della Nba, che Trump aveva detto di preferire. "I like Mike!' aveva infatti aggiunto il presidente alla fine del suo tweet contro James. "Io sto con Lebron" ha dichiarato Jordan, "sta facendo un lavoro straordinario per la sua comunità". La Cnn, su Twitter, ha preso in giro il presidente, scrivendo: "Sembra che [Melania Trump] avesse il controllo del telecomando, la scorsa notte", riferendosi al fatto che, se Trump stava guardando la Cnn, il canale 'odiato', forse era 'per colpa' della first lady. Lo scorso mese, secondo i media statunitensi, Trump si era infuriato dopo aver visto che la televisione di Melania, a bordo dell'Air Force One, era sintonizzata sulla Cnn; in risposta, la portavoce della first lady aveva deto che Melania Trump "guarda i canali che vuole".

Giorni fa, anche la figlia del presidente, Ivanka Trump, aveva preso le distanze dal padre, criticando indirettamente la sua politica sui migranti bambini e le violente critiche rivolte ai mass media, durante un'intervista ad Axios.

Altri Servizi

Trump alle Nazioni Unite: focus su Iran, commercio e sovranità

Il presidente Usa alla sua seconda apparizione al Palazzo di Vetro di New York, per la 73esima Assemblea generale. Lo scorso anno, minacciò di "distruggere totalmente" la Corea del Nord; ora si vanta dei nuovi rapporti con Pyongyang (con pochi risultati)
Ap

"Sarà la seduta del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite più vista di tutti i tempi". Parola dell'ambasciatrice statunitense al Palazzo di Vetro, Nikki Haley, parlando di chi, di audience, certamente capisce: il presidente statunitense Donald Trump, che mercoledì presiederà la riunione del Consiglio, a rotazione tra i 15 membri e destinata, in concomitanza con la 73esima Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, proprio agli Stati Uniti. La riunione sarà dedicata alla non proliferazione e sarà l'occasione per attaccare l'Iran, denunciando il suo tentativo di destabilizzare il Medio Oriente.

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap

Dopo una battaglia di 21 mesi, Sky ha battuto 21st Century Fox nello scontro per l'acquisizione di Sky. Il più grande operatore via cavo degli Stati Uniti ha prevalso nell'asta in tre round imposta dalle autorità britanniche per concludere l'affare riguardante la pay-tv.

La guerra di Trump contro gli immigrati poveri

L'amministrazione non vuole concedere visti provvisori e Green Card agli stranieri che ricevano, o potrebbero ricevere, aiuti statali: no al "carico pubblico". E ha già abbassato ai minimi storici il numero massimo di rifugiati da accogliere

Caso Kavanaugh, Christine Blasey Ford ha accettato di testimoniare giovedì

La donna che ha accusato di tentato stupro il giudice nominato da Trump per la Corte Suprema parlerà davanti alla commissione Giustizia del Senato
Ap

Sanzioni Usa all'Iran, l'Iraq rischia la paralisi

Baghdad chiede all'amministrazione Trump di essere esentata dal rispetto dei provvedimenti che scatteranno contro Teheran il 5 novembre, perché dipende ormai troppo dal Paese vicino (a causa degli Stati Uniti)
iStock

Cresce la fiducia nell'economia in Usa, forte pessimismo in Italia. In Europa, prevale la nostalgia per il passato

Sono i dati dell'ultimo studio del Pew Research Center, a dieci anni da quella che Bernanke ha definito "la peggiore crisi della Storia"
Ap

Dazi, la Cina cancella la ripresa dei negoziati commerciali con gli Usa

Washington e Pechino continuano a fronteggiarsi a colpi di imposte, ma la Cina "ha finito i proiettili". Colpire le aziende statunitensi nel Paese sarebbe un rischio troppo grande per la Repubblica popolare, che tiene aperta la porta a futuri colloqui
Ap

Ciberspazio, la strategia all'attacco di Trump promossa (con riserva) dagli esperti

In attesa dei dettagli, il documento sembra prendere ampiamente spunto dalle raccomandazioni dell'amministrazione Obama. Non a caso, due alti responsabili della cibersicurezza con il precedente presidente hanno dato la loro approvazione
Ap

Trump mette in dubbio le accuse di Ford, difende Kavanaugh e attacca la sinistra

Il presidente statunitense, piuttosto moderato nei commenti degli ultimi giorni, è 'esploso' venerdì mattina per difendere il giudice che ha nominato alla Corte Suprema
Ap

Wall Street: nel giorno delle "quattro streghe" solo il Dow da record

Scaduti future e opzioni. Per gli indici S&P, la maggiore riclassificazione dal 1999. Fed verso il terzo rialzo dei tassi del 2018. Nafta in bilico
AP