Ipo ai massimi di 10 anni fa nel 2017

Quasi 1.700 aziende i sono quotate nel 2017, il 44% in più sul 2016. In Usa raccolto più del doppio rispetto allo scorso anno. Il Nyse supera Hong Kong per capitali rastrellati
AP

Quest'anno c'è stato su scala globale il maggiore numero di Ipo dai tempi della crisi finanziaria, merito della ripresa in Usa e di un record in Cina. Quasi 1.700 aziende i sono quotate nel 2017, il 44% in più sul 2016 e pari ai massimi del 2007. E' quanto scrive il Financial Times citando dati elaborati da Dealogic.

Lo sbarco in borsa di questi gruppi ha permesso di raccogliere 196 miliardi di dollari, massimi del 2014; l'aumento annuo è stato del 44%. In Usa soltanto, la Corporate America ha rastrellato 49 miliardi di dollari contro i 24 miliardi del 2016, che fu l'anno peggiore per le Ipo da oltre un decennio. Le quotazioni in Europa sono salite di oltre il 40%.

Stando a EY, nella Cina continentale oltre 400 gruppi si sono quotati nel 2017. C'è comunque cautela guardando al 2018, vista la performance di borsa delle aziende quotate.

Le Ipo del 2017 in Usa hanno registrato in media rialzi del 23%, non molto lontano dal +20% dell'S&P 500. Non sono mancati i flop come Snapchat, la più grande Ipo tecnologica Usa da quella di Facebook del 2012: il titolo della app di messaggistica ha perso il 10% rispetto al suo prezzo di collocamento. E Blue Apron, gruppo che consegna scatole con l'occorrente per cucinare un pasto, ha risentito della competizione di Amazon: viaggia a meno della metà del suo prezzo iniziale.

Tra le altre Ipo dell'anno c'è stato il ritorno di Pirelli a Piazza Affari: è stata la seconda più grande Ipo d'Europa nel 2017 oltre che un test per la controllante cinese ChemChina; nel caso della "Prada dei penumatici", il prezzo di collocamento fu fissato nella parte bassa della forchetta (6,5 euro), rotta al ribasso nelle prime settimane di scambi (ora vale 7,17 euro).

Dopo avere dominato nel 2015 e 2016, la piazza di Hong Kong è stata sconfitta dal New York Stock Exchange in base alla raccolta derivante delle Ipo. Il Nyse è salito al terzo posto mentre Hong Kong è scivolato al quarto dietro a Shanghai e Nasdaq. Il London Stock Exchange si è collocato sesto.

Altri Servizi

Tesla: cda forma comitato speciale per valutare il delisting sognato da Musk

Nelle mani di tre persone la decisione sul buyout

Il consiglio di amministrazione di Tesla ha confermato di avere formato un comitato speciale per valutare il desiderio del Ceo Elon Musk di delistare il gruppo. Il comitato - composto da tre direttori indipendenti - "non ha ancora ricevuto una proposta formale da parte di Musk" né "ha raggiunto una conclusione sulla fattibilità della transazione".

I gruppi di private equity si danno ai prestiti

A fine 2017 avevano concesso oltre 500 milioni di dollari ad aziende di medie dimensioni, contro i 300 milioni del 2012

Noti per essere proprietari di aziende, i gruppi di private equity stanno sempre più diventando anche i loro principali creditori. Sono disposti a concedere prestiti laddove le banche non lo farebbero un po' per via di regolazioni più stringenti e un po' per evitare i passi falsi passati.

Coca-Cola sfida PepsiCo investendo in start-up appoggiata da Kobe Bryant

Si chiama BodyArmor e produce bevande sportive che sfidano Gatorade e Powerade

Cooperare o morire. Facebook smentisce minaccia fatta agli editori

A darne notizia è The Australian, parte della galassia di Rupert Murdoch. Il social network non più interessato a inviare traffico ai gruppi media

L'ambasciatrice Mariangela Zappia debutta all'Onu, vede Guterres

La nuova Rappresentante Permanente dell’Italia presso il palazzo di vetro ha presentato le sue credenziali. I temi prioritari per il nostro Paese: pace e sicurezza, diritti umani, sviluppo sostenibile, migrazioni

La Fed avverte Trump: i dazi faranno calare le esportazioni americane

Con essi il presidente Usa vuole ridurre il deficit commerciale della nazione, che però non migliorerà
iStock

Diritti umani, l'alto commissario Onu: parole di Trump "vicine all'incitamento alla violenza"

Zeid Ra'ad al-Hussein: "La sua retorica mi ricorda i tempi bui" del ventesimo secolo