Ipo ai massimi di 10 anni fa nel 2017

Quasi 1.700 aziende i sono quotate nel 2017, il 44% in più sul 2016. In Usa raccolto più del doppio rispetto allo scorso anno. Il Nyse supera Hong Kong per capitali rastrellati
AP

Quest'anno c'è stato su scala globale il maggiore numero di Ipo dai tempi della crisi finanziaria, merito della ripresa in Usa e di un record in Cina. Quasi 1.700 aziende i sono quotate nel 2017, il 44% in più sul 2016 e pari ai massimi del 2007. E' quanto scrive il Financial Times citando dati elaborati da Dealogic.

Lo sbarco in borsa di questi gruppi ha permesso di raccogliere 196 miliardi di dollari, massimi del 2014; l'aumento annuo è stato del 44%. In Usa soltanto, la Corporate America ha rastrellato 49 miliardi di dollari contro i 24 miliardi del 2016, che fu l'anno peggiore per le Ipo da oltre un decennio. Le quotazioni in Europa sono salite di oltre il 40%.

Stando a EY, nella Cina continentale oltre 400 gruppi si sono quotati nel 2017. C'è comunque cautela guardando al 2018, vista la performance di borsa delle aziende quotate.

Le Ipo del 2017 in Usa hanno registrato in media rialzi del 23%, non molto lontano dal +20% dell'S&P 500. Non sono mancati i flop come Snapchat, la più grande Ipo tecnologica Usa da quella di Facebook del 2012: il titolo della app di messaggistica ha perso il 10% rispetto al suo prezzo di collocamento. E Blue Apron, gruppo che consegna scatole con l'occorrente per cucinare un pasto, ha risentito della competizione di Amazon: viaggia a meno della metà del suo prezzo iniziale.

Tra le altre Ipo dell'anno c'è stato il ritorno di Pirelli a Piazza Affari: è stata la seconda più grande Ipo d'Europa nel 2017 oltre che un test per la controllante cinese ChemChina; nel caso della "Prada dei penumatici", il prezzo di collocamento fu fissato nella parte bassa della forchetta (6,5 euro), rotta al ribasso nelle prime settimane di scambi (ora vale 7,17 euro).

Dopo avere dominato nel 2015 e 2016, la piazza di Hong Kong è stata sconfitta dal New York Stock Exchange in base alla raccolta derivante delle Ipo. Il Nyse è salito al terzo posto mentre Hong Kong è scivolato al quarto dietro a Shanghai e Nasdaq. Il London Stock Exchange si è collocato sesto.

Altri Servizi

Fca: in Italia Marchionne chiede tempo, ci impegniamo come in Usa

La stretegia passa per Jeep e marchi premium Maserati e Alfa Romeo. Il Ceo su Renzi? Quello "che appoggiavo io non l'ho più visto da un po'"

Nyt: Russiagate, mandato di comparizione di Mueller per Bannon

Il procuratore speciale indaga sullo staff di Trump. La sua potrebbe essere una mossa per spingere l'ex stratega della Casa Bianca a trattare
AP

Ferrari: Marchionne promette, saremo i primi a fare super car elettrica

Per il manager di Fca potrebbe già essere nel prossimo piano industriale

Citigroup: perdite nette 18,3 miliardi, pesano oneri per 22 miliardi per riforma fiscale

Nell'intero 2017 il giro d'affari è salito del 2% a 71,449 miliardi di dollari. L'onere straordinario legato alla riforma fiscale ha pesato anche sui profitti dell'intero anno: Citigroup ha messo a segno perdite nette per 6,204 miliardi.
iStock

General Electric: oneri 6,2 mld $ in IV trim. su revisione attività assicurative

Al lordo delle tasse l'onere è di 9,5 miliardi (con la nuova aliquota fiscale passata dal 35 al 21% con la riforma voluta da Donald Trump la cifra scenderebbe a 7,5 miliardi).
General Electric

Gli Usa vogliono due nuove armi nucleari per contrastare Russia e Cina

A breve, sarà pubblicata una revisione della strategia nucleare statunitense
Shutterstock

Wall Street punta a nuovi record

Oggi trimestrale di Citigroup alle 8 (le 14 in Italia). Fiat Chrysler Automobiles presenta un nuovo Cherokee (Suv di Jeep) alle 8:30 (le 14:30 in Italia)
AP

Fca scommette su Jeep e Ram. Marchionne, "non abbiamo bisogno di nessuno"

Il gruppo tira dritto da stand alone. Target 2017 e 2018 confermati. Dividendo? Meglio un buyback. Un futuro in politica? "Nemmeno di notte"
Fca

La nipote di Martin Luther King difende Trump: "Non è razzista e le sue politiche aiutano gli afroamericani"

Nel giorno in cui si festeggia negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, la figlia del fratello minore del premio Nobel per la Pace difende il presidente, che dice: "Il sogno di Martin Luther King è il nostro sogno, è il sogno americano".