Italia al festival enogastronomico di Los Angeles, dove è partito il road show dell'olio Filippo Berio

Il marchio dell'italiana Salov celebra 150 anni dalla nascita. Il Ceo delle attività nordamericane, Marco de Ceglie: nel 2017 saremo nelle principali sedi istituzionali italiane sul territorio americano per raccontare questa storia imprenditoriale

In occasione della prima edizione del festival enogastronomico LA Food Bowl organizzato dal Los Angeles Times per tutto il mese in corso e in anticipazione della seconda Settimana della cucina italiana nel mondo, l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles dedica due eventi speciali a uno dei prodotti italiani più apprezzati nel mondo: l’olio extravergine d’oliva.

A rappresentare l’eccellenza italiana è il marchio Filippo Berio, che celebra 150 anni di attività e che ha inaugurato il suo primo Road Show statunitense a Los Angeles il 3 maggio scorso. Fin dalla sua creazione, il brand che l'azienda italiana Salov vende in tutto il mondo ad esclusione dell'Italia (dove invece distribuisce oli a marchio Sagra) ha registrato un successo costante e crescente nel corso degli anni, fino a diventare oggi uno degli oli d’oliva più noti ed utilizzati negli Stati Uniti. Nella prima economia al mondo infatti ha una posizione di leadership condivisa con Bertolli mentre nel Regno Unito è il numero uno indiscusso.

L'Istituto di Los Angeles ha deciso di dedicare a Filippo Berio un evento organizzato per questa sera (notte fonda in Italia). Sono previsti gli interventi del direttore dell'Isituto, Valeria Rumori, e il Console Generale d’Italia Antonio Verde. Interverranno anche il Ceo di Salov North America, Marco de Ceglie, il Ceo di GP Communications North America, Giovanni Pellerito, e il direttore dell’Agenzia ICE di Los Angeles, Florindo Blandolino.

Per l’occasione, Dustin J. Trani, noto chef californiano formatosi anche in Italia e con il Careers Through Culinary Arts Program (C-CAP), illustrerà il processo di produzione dell'olio di oliva, la richezza di gusti e aromi delle sue varietà e il modo migliore per il suo utilizzo.

"Da Los Angeles prende il via un road show istituzionale dedicato ai 150 anni della nascita dell'azienda Filippo Berio", spiega de Ceglie anticipando che "in questo 2017 saremo nelle principali sedi istituzionali italiane presenti sul territorio americano per raccontare e celebrare una storia imprenditoriale come quella della Berio che in 150 anni ha inizialmente creato il mercato dell'olio d'oliva italiano negli Usa e successivamente ha consolidato la sua presenza ed oggi è l'azienda italiana “best selling” nella vendita di olio di oliva nel mercato americano". De Ceglie di è detto "molto felice di rappresentare oggi il nostro Paese in questa importante manifestazione presso la sede dell'Istituto di Cultura Italiana di Los Angeles, come accadde già nel 1893 all'Expo di Chicago dove Berio rappresentò l'Italia e gli fu attribuito anche il premio qualità". Come fatto allora dal fondatore del marchio da cui ha preso il nome, de Ceglie è "onorato" di rappresentare il marchio che fu registrato in Usa nel 1896.

La direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura sottolinea "l’importanza di lanciare questo Road Show proprio all’Istituto, in linea con il percorso del ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale per la promozione integrata del Sistema Italia nel mondo ed in sinergia con tutte le altre componenti, oltre quella più squisitamente culturale, come quella economico-commerciale". Secondo Rumori "l’obiettivo è infatti portare l’eccellenza italiana all’Istituto con un campione imprenditoriale quale Filippo Berio proprio mentre al contempo viene presentato, sempre a Los Angeles, un altro campione italiano, Massimo Bottura, un 'artiere' della cucina italiana per sua stessa definizione".

L’evento che si svolgera questa sera è stato anticipato il 3 maggio scorso da un incontro riservato a un pubblico ristretto di studenti e soci dell’Istituto cui hanno partecipato anche specialisti locali del settore. Sotto la guida del rinomato esperto ed assaggiatore Simon Field - fondatore di Savantes, organizzazione indipendente che promuove l’eccellenza nella produzione dell’olio d’oliva - i partecipanti hanno avuto modo assaporare ed apprezzare pregiate varietà dell’olio Filippo Berio.

Altri Servizi

Wall Street si allontana dai record

Morgan Stanley ha battuto le stime con la sua trimestrale. A mercati chiusi i conti di American Express e Ibm
AP

Interferenza russa nel referendum su Brexit? Facebook amplia l'inchiesta

Il social network risponde al pressing dei legislatori britannici. Il gruppo aveva scoperto solo una minima attività riconducibile a Mosca

Facebook sta ampliando la sua inchiesta volta a capire se la Russia ha interferito nel referendum con cui nel giugno 2016 i cittadini britannici hanno scelto l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. Lo ha detto ieri il social network, che in una precedente indagine aveva scoperto soltanto un'attività minima da parte di Mosca.

Il Congresso Usa approva il rinnovo di un programma di sorveglianza, sconfitta la privacy

Dopo il voto della Camera, è arrivato quello del Senato. La sezione 702 del Foreign Intelligence Surveillance Act rinnovata per sei anni. Attesa la firma di Trump

Il Senato statunitense ha approvato (con 65 voti a favore e 34 contro) il rinnovo per sei anni della sezione 702 del Foreign Intelligence Surveillance Act, che permette alle agenzie di spionaggio di obbligare le aziende statunitensi, come Google e AT&T, a consentire l'accesso illimitato e senza mandato alle e-mail e ad altre comunicazioni di stranieri all'estero, anche quando comunicano con cittadini statunitensi che si trovano in patria. Si tratta di una sconfitta per le associazioni che si battono per la difesa della privacy. Il provvedimento, approvato dalla Camera la scorsa settimana, dovrebbe essere firmato domani dal presidente Donald Trump.

Russiagate, Bannon "collaborerà totalmente con Mueller"

L'ex stratega della Casa Bianca ha ricevuto un mandato di comparizione dal procuratore speciale. Il privilegio esecutivo, invece, 'blocca' Bannon davanti alla commissione Intelligence della Camera

Steve Bannon "intende cooperare totalmente con Mueller", secondo una fonte di Axios vicina all'ex stratega della Casa Bianca. Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi e sulle possibili collusioni tra il Cremlino e lo staff di Donald Trump, ha infatti spiccato un mandato di comparizione, la scorsa settimana, nei confronti di Bannon, come svelato ieri dal New York Times.

Trump: sul muro non è cambiato nulla, lo pagherà il Messico

Il presidente replica a un articolo del New York Times, secondo cui il capo di gabinetto, John Kelly, avrebbe detto a un gruppo di democratici di averlo convinto che la barriera non è necessaria
Ap

"Il muro è il muro, non è mai cambiato dal primo giorno in cui l'ho concepito" e "sarà pagato, direttamente o indirettamente, dal Messico". Lo ha assicurato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, tornando a parlare, su Twitter, della barriera al confine tra i due Paesi.

Il capo, il fidanzato e l'Fbi: Simona Mangiante, l'italiana finita nel Russiagate

L'avvocata di diritto internazionale sta con Papadopoulos, ex consigliere di Trump, e ha lavorato per Mifsud, misterioso professore maltese finito al centro delle indagini di Mueller

C'è un uomo misterioso emerso come figura centrale nelle indagini di Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle ultime elezioni presidenziali statunitensi: Joseph Mifsud, un professore maltese che avrebbe fatto da intermediario tra George Papadopoulos, ex consigliere di Donald Trump per la politica estera durante la campagna elettorale, e alcuni funzionari russi, promettendo allo statunitense informazioni compromettenti sulla candidata democratica, Hillary Clinton. Per Mifsud ha lavorato Simona Mangiante, fidanzata di Papadopoulos. Su queste tre figure si concentra un articolo del Guardian.

Un avvocato di Trump: "Il presidente è molto impaziente di parlare con Mueller"

Il procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle scorse elezioni potrebbe presto ascoltare il capo di Stato

Un avvocato di Donald Trump ha detto che il presidente degli Stati Uniti è "molto impaziente" di sedersi a parlare con il procuratore speciale Robert Mueller, che indaga sulle interferenze russe nelle scorse elezioni.

Russiagate: accordo con Mueller, Bannon evita il gran giurì

L'ex stratega della Casa Bianca risponderà alle domande del procuratore speciale sulle interferenze russe nelle elezioni

Steve Bannon avrebbe raggiunto un accordo con Robert Mueller per evitare di testimoniare davanti al gran giurì istituito per l'inchiesta sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi. Lo riporta la Cnn.

Fmi a San Marino: il settore bancario deve essere rafforzato

La Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino va ristrutturata, deve cambiare modello di business e ridurre costi operativi

Ristabilire la tenuta del settore bancario e mantenere la stabilità finanziaria restano le principali priorità per San Marino. Lo sostiene il Fondo monetario internazionale, il cui staff ha concluso la sua missione nel Paese. Facendo notare che la rotta del debito pubblico dipenderà dal costo fiscale finale della riparazione del sistema bancario, l'istituto di Washington consiglia riforme strutturali, inclusa la riduzione della burocrazia, per aiutare una riorganizzazione dell'economia. Anche perché, sostiene l'Fmi, "l'agenda delle riforme è faticosa e richiede un forte impegno da parte di tutti".

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali

Oggi i conti di Goldman Sachs e Bank of America
AP