L'Italia invade Central Park: il 3 giugno corsa per celebrare la Festa della Repubblica

Passo di iscrizioni record per la "Italy Run By Ferrero", prima edizione dell'evento realizzato in partnership con gli organizzatori della celebre maratona di New York. Attesi circa 10mila partecipanti

L'Italia e gli Stati Uniti celebreranno a New York la Festa della Repubblica con la prima edizione della "Italy Run By Ferrero", una corsa di cinque miglia (otto chilometri) organizzata a Central Park il prossimo 3 giugno. L'iniziativa è aperta a grandi e piccoli, italiani e non; è realizzata in partnership con la New York Road Runners (Nyrr), la non profit a cui fa capo la celebre maratona annuale di New York City, e il consolato italiano a New York guidato da Francesco Genuardi, "orgoglioso di potere trasformare un sogno in realtà" organizzando una corsa che "ancora una volta segna l'amicizia tra l'Italia e la città di New York".

Nel corso di una conferenza avvenuta ieri sera al Consolato italiano, Genuardi si è detto "impaziente di vedere Central Park tingersi dei colori della nostra bandiera e siamo felici di commemorare la Festa della Repubblica [che cade il 2 giugno] celebrando lo sport con partner fantastici". Ferrero è lo sponsor ufficiale dell'evento; gli altri includono Fiat Chrysler Automobiles, Lavazza, Technogym e Intesa Sanpaolo.

Per Sarah Cummins, a capo delle partnership strategiche della Nyrr, la "Italy Run By Ferrero" è una "fantastica aggiunta al calendario" dell'organizzazione. "Siamo felici della nostra partnership crescente con Ferrero e il consolato italiano e siamo impazienti di portare un pezzo della Festa della Repubblica a Central Park", ha aggiunto in una nota.

Circa 10.000 persone correranno nel polmone verde della città. A dimostrare la grande attesa per l'evento sportivo è il passo record con cui le persone si stanno iscrivendo. Il Ceo di Nyrr, Michael Capiraso, ha detto in conferenza che la velocità delle iscrizioni "è senza precedenti", riprova di quanto quello del 3 giugno sarà un "evento speciale" a cui "da tempo stiamo lavorando". Definendosi "entusiasta, felice e onorato" di partecipare alla messa a punto dell'evento, Capiraso ha spiegato di avere tenuto fede a una promessa fatto a suo nonno, che negli anni '20 del secolo scorso lasciò l'Italia per trasferirsi in Usa e che gli disse: "Fai in modo di avere una corsa tricolore a Central Park". Considerato tra le 50 persone più influenti nel mondo della corsa, il numero uno di Nyrr ha poi sottolineato il forte legame tra gli italiani e la corsa: "A seconda dell'anno, la popolazione italiana [alla maratona] è la prima o la seconda".

Peter Ciaccia, presidente di Nyrr e direttore della TCS New York City Marathon Race (questo il nome della maratona annuale di novembre) ha iniziato il suo discorso sforzandosi di parlare in italiano: "Questa è una serata speciale in cui celebriamo un nuovo evento di partnership", ha dichiarato. Figlio di un barbiere e di una parrucchiera arrivati in Usa dal Sud d'Italia - a cui in varie interviste alla stampa americana ha attribuito il merito per essere considerato il membro dello staff della Road Runners meglio vestito - Ciaccia crede che la corsa a Central Park sia un modo "per celebrare la grande cultura italiana".

George Hirsch, l'83enne presidente del board della Nyrr che completò la sua prima maratona newyorchese in due ore e 49 minuti, si è detto "sicuro" che la "Italy Run By Ferrero" sarà un "evento stupendo. Non è un segreto che sono un fan di questa iniziativa". Hirsch, che in passato è stato editore della rivista "Runner’s World" e anche direttore editoriale di "Men’s Health", ha aggiunto: "Non conosco italiani che non amino New York e non conosco newyorchesi che non amino l'Italia. La corsa è la dimostrazione di questo love affair".

Aldo Uva, direttore operativo e innovazione di Ferrero, ha partecipato alla presentazione dell'evento fatta al consolato italiano attraverso un collegamento video. Lui ha spiegato che il gruppo di Alba - protagonista in Usa di una serie di acquisizioni tra cui le barrette di cioccolato Crunch e Butterfinger (cedute da Nestlé) e le caramelle Ferrara - "ha una lunga storia nel sostegno di eventi e programmi che promuovono uno stile di vita attivo, motivo per cui siamo felici di essere partner della New York Road Runners nel suo evento inaugurale per celebrare l'Italia a New York. Uva, definito da Hirsch un "amico e bravo corridore", sarà uno dei partecipanti tra cui ci saranno anche 500 bambini.

Altri Servizi

Commercio, Trump: "La Cina vuole un accordo, penso che lo troveremo"

Il presidente Usa: "Ma serve commercio reciproco: la Cina è così oggi grazie a noi"

"La Cina vuole un accordo commerciale" con gli Stati Uniti e "penso che lo troveremo". Con queste parole, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha espresso il proprio ottimismo sui rapporti tra le due principali potenze mondiali, parlando con i giornalisti alla Casa Bianca.

In vigore il blocco di Trump, che impedisce ai migranti irregolari di chiedere asilo in Usa

Proclamazione presidenziale firmata dal presidente: "Le persone possono venire, ma devono farlo legalmente". Intanto, 4.000 migranti centroamericani hanno ripreso la marcia verso il confine, lasciata Città del Messico
Immigration and Customs Enforcement

È entrato in vigore la proclamazione presidenziale, firmata venerdì dal presidente statunitense Donald Trump, che sospende la concessione dell'asilo ai migranti che attraversano il confine con il Messico illegalmente; una mossa decisa per scoraggiare le migliaia di persone attualmente in marcia verso il Paese. Questo significa che i migranti dovranno presentarsi ai posti di frontiera per poter chiedere l'asilo, salvo rare eccezioni. Gli avvocati che difendono i diritti dei migranti si sono messi subito al lavoro per cercare di bloccare l'ordine in tribunale.

Facebook respinge le accuse del Nyt sul tentativo di nascondere gli scandali: "Semplicemente false"

Zuckerberg e Sandberg rispondono al quotidiano, secondo cui i due manager avrebbero cercato di non far emergere le prove contro la società, spargendo poi informazioni false su rivali e critici
Facebook

Mark Zuckerberg e Sheryl Sandberg, amministratore delegato e direttrice operativa di Facebook, hanno respinto le accuse lanciate dal New York Times, che in un articolo ha sostenuto che i due manager avrebbero nascosto le prove sul Russiagate e sullo scandalo Cambridge Analytica per non danneggiare la società. Zuckerberg ha detto che l'articolo è "semplicemente falso" e ha difeso Sandberg, affermando che nessuno dei due era a conoscenza della collaborazione con Definers Public Affairs, una società di comunicazione politica di stampo conservatore, che sarebbe stata usata per screditare rivali come Google e Apple e critici di Facebook come il miliardario George Soros. Dopo la pubblicazione dell'articolo del New York Times, Facebook ha rescisso il contratto con Definers.

Wall Street soffre a causa dei titoli tech

Ieri, lo S&P in ripresa dopo 5 cali consecutivi
iStock

Levi's vuole riportare i suoi jeans in borsa

Ipo attesa all'inizio del 2019. Il gruppo punta a una valutazione di 5 miliardi di dollari

Il produttore dei primi blue jeans sta per sbarcare in borsa. Levi Strauss & Co (Levi's) punta a raccogliere tra i 600 miliardi di dollari e gli 800 miliardi attraverso una Ipo che valuterebbe l'azienda fino a 5 miliardi di dollari. Lo riferisce Cnbc citando alcune fonti secondo cui la quotazione è prevista nel primo trimestre del 2019.

La Fda limita la vendita di e-cigarette aromatizzate, vuole il divieto sulle sigarette al mentolo

Battaglia dell'ente regolatorio statunitense contro "l'incredibile" aumento dell'uso delle sigarette elettroniche tra gli adolescenti. La dipendenza dalle sigarette al mentolo più pericolosa di quella dalle sigarette tradizionali

Nyt: Facebook ha cercato di insabbiare gli scandali

Il social network ha cercato di nascondere le prove su Russiagate e scandalo Cambridge Analytica; poi, ha lanciato una campagna per screditare i critici, a partire da Soros
AP

Wall Street, giornata di dati macro

Tra quelli in programma, sussidi di disoccupazione, prezzi all'importazione e vendite al dettaglio
AP

Buffett scommette su Jpm, annuncia quota da 4 miliardi di dollari

L'uomo a capo di Berkshire Hathaway è ottimista sul settore bancario Usa. Punta anche su Oracle. Esce da Walmart
AP