L'Italia invade Central Park: il 3 giugno corsa per celebrare la Festa della Repubblica

Passo di iscrizioni record per la "Italy Run By Ferrero", prima edizione dell'evento realizzato in partnership con gli organizzatori della celebre maratona di New York. Attesi circa 10mila partecipanti

L'Italia e gli Stati Uniti celebreranno a New York la Festa della Repubblica con la prima edizione della "Italy Run By Ferrero", una corsa di cinque miglia (otto chilometri) organizzata a Central Park il prossimo 3 giugno. L'iniziativa è aperta a grandi e piccoli, italiani e non; è realizzata in partnership con la New York Road Runners (Nyrr), la non profit a cui fa capo la celebre maratona annuale di New York City, e il consolato italiano a New York guidato da Francesco Genuardi, "orgoglioso di potere trasformare un sogno in realtà" organizzando una corsa che "ancora una volta segna l'amicizia tra l'Italia e la città di New York".

Nel corso di una conferenza avvenuta ieri sera al Consolato italiano, Genuardi si è detto "impaziente di vedere Central Park tingersi dei colori della nostra bandiera e siamo felici di commemorare la Festa della Repubblica [che cade il 2 giugno] celebrando lo sport con partner fantastici". Ferrero è lo sponsor ufficiale dell'evento; gli altri includono Fiat Chrysler Automobiles, Lavazza, Technogym e Intesa Sanpaolo.

Per Sarah Cummins, a capo delle partnership strategiche della Nyrr, la "Italy Run By Ferrero" è una "fantastica aggiunta al calendario" dell'organizzazione. "Siamo felici della nostra partnership crescente con Ferrero e il consolato italiano e siamo impazienti di portare un pezzo della Festa della Repubblica a Central Park", ha aggiunto in una nota.

Circa 10.000 persone correranno nel polmone verde della città. A dimostrare la grande attesa per l'evento sportivo è il passo record con cui le persone si stanno iscrivendo. Il Ceo di Nyrr, Michael Capiraso, ha detto in conferenza che la velocità delle iscrizioni "è senza precedenti", riprova di quanto quello del 3 giugno sarà un "evento speciale" a cui "da tempo stiamo lavorando". Definendosi "entusiasta, felice e onorato" di partecipare alla messa a punto dell'evento, Capiraso ha spiegato di avere tenuto fede a una promessa fatto a suo nonno, che negli anni '20 del secolo scorso lasciò l'Italia per trasferirsi in Usa e che gli disse: "Fai in modo di avere una corsa tricolore a Central Park". Considerato tra le 50 persone più influenti nel mondo della corsa, il numero uno di Nyrr ha poi sottolineato il forte legame tra gli italiani e la corsa: "A seconda dell'anno, la popolazione italiana [alla maratona] è la prima o la seconda".

Peter Ciaccia, presidente di Nyrr e direttore della TCS New York City Marathon Race (questo il nome della maratona annuale di novembre) ha iniziato il suo discorso sforzandosi di parlare in italiano: "Questa è una serata speciale in cui celebriamo un nuovo evento di partnership", ha dichiarato. Figlio di un barbiere e di una parrucchiera arrivati in Usa dal Sud d'Italia - a cui in varie interviste alla stampa americana ha attribuito il merito per essere considerato il membro dello staff della Road Runners meglio vestito - Ciaccia crede che la corsa a Central Park sia un modo "per celebrare la grande cultura italiana".

George Hirsch, l'83enne presidente del board della Nyrr che completò la sua prima maratona newyorchese in due ore e 49 minuti, si è detto "sicuro" che la "Italy Run By Ferrero" sarà un "evento stupendo. Non è un segreto che sono un fan di questa iniziativa". Hirsch, che in passato è stato editore della rivista "Runner’s World" e anche direttore editoriale di "Men’s Health", ha aggiunto: "Non conosco italiani che non amino New York e non conosco newyorchesi che non amino l'Italia. La corsa è la dimostrazione di questo love affair".

Aldo Uva, direttore operativo e innovazione di Ferrero, ha partecipato alla presentazione dell'evento fatta al consolato italiano attraverso un collegamento video. Lui ha spiegato che il gruppo di Alba - protagonista in Usa di una serie di acquisizioni tra cui le barrette di cioccolato Crunch e Butterfinger (cedute da Nestlé) e le caramelle Ferrara - "ha una lunga storia nel sostegno di eventi e programmi che promuovono uno stile di vita attivo, motivo per cui siamo felici di essere partner della New York Road Runners nel suo evento inaugurale per celebrare l'Italia a New York. Uva, definito da Hirsch un "amico e bravo corridore", sarà uno dei partecipanti tra cui ci saranno anche 500 bambini.

Altri Servizi

Wall Street, attenzione rivolta ai dazi Usa-Cina in vigore da oggi

Il presidente Trump impregnato a New York per i primi impegni alle Nazioni Unite, in attesa del suo discorso, domani, all'Assemblea generale
iStock

Trump alle Nazioni Unite: focus su Iran, commercio e sovranità

Il presidente Usa alla sua seconda apparizione al Palazzo di Vetro di New York, per la 73esima Assemblea generale. Lo scorso anno, minacciò di "distruggere totalmente" la Corea del Nord; ora si vanta dei nuovi rapporti con Pyongyang (con pochi risultati)
Ap

"Sarà la seduta del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite più vista di tutti i tempi". Parola dell'ambasciatrice statunitense al Palazzo di Vetro, Nikki Haley, parlando di chi, di audience, certamente capisce: il presidente statunitense Donald Trump, che mercoledì presiederà la riunione del Consiglio, a rotazione tra i 15 membri e destinata, in concomitanza con la 73esima Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, proprio agli Stati Uniti. La riunione sarà dedicata alla non proliferazione e sarà l'occasione per attaccare l'Iran, denunciando il suo tentativo di destabilizzare il Medio Oriente.

Cresce la fiducia nell'economia in Usa, forte pessimismo in Italia. In Europa, prevale la nostalgia per il passato

Sono i dati dell'ultimo studio del Pew Research Center, a dieci anni da quella che Bernanke ha definito "la peggiore crisi della Storia"
Ap

Nel mondo, la gente ricomincia ad avere la fiducia che aveva nell'economia nazionale prima della grande recessione di dieci anni fa; notevoli, soprattutto, i miglioramenti registrati in Germania, Giappone, Russia e Stati Uniti, secondo l'ultimo studio del Pew Research Center. Nel complesso, però, non si può non sottolineare che continua a regnare un forte pessimismo per il futuro e che è molto diffusa la nostalgia per il passato, soprattutto in Europa.

Trump difende Kavanaugh ("difficile immaginare che sia successo qualcosa") e si augura che l'accusatrice parli

Il giudice nominato dal presidente alla Corte Suprema accusato di tentato stupro
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha detto che dovrà "prendere una decisione" sul futuro della nomina del giudice Brett Kavanaugh alla Corte Suprema, se la sua accusatrice, Christine Blasey Ford, darà "una testimonianza credibile". Sarebbe "meraviglioso" se si presentasse davanti alla commissione Giustizia del Senato, "spiacevole" se non lo facesse, ha aggiunto il presidente.

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap

Dopo una battaglia di 21 mesi, Sky ha battuto 21st Century Fox nello scontro per l'acquisizione di Sky. Il più grande operatore via cavo degli Stati Uniti ha prevalso nell'asta in tre round imposta dalle autorità britanniche per concludere l'affare riguardante la pay-tv.

La guerra di Trump contro gli immigrati poveri

L'amministrazione non vuole concedere visti provvisori e Green Card agli stranieri che ricevano, o potrebbero ricevere, aiuti statali: no al "carico pubblico". E ha già abbassato ai minimi storici il numero massimo di rifugiati da accogliere

L'amministrazione Trump vuole rendere più difficile l'arrivo di immigrati e la permanenza di quelli regolari che hanno ricevuto, o potrebbero ricevere - avendone diritto - dei sussidi statali, come i fondi per pagare l'affitto di una casa popolare, gli aiuti alimentari o il Medicaid, l'assistenza sanitaria per i poveri.

Caso Kavanaugh, Christine Blasey Ford ha accettato di testimoniare giovedì

La donna che ha accusato di tentato stupro il giudice nominato da Trump per la Corte Suprema parlerà davanti alla commissione Giustizia del Senato
Ap

Sanzioni Usa all'Iran, l'Iraq rischia la paralisi

Baghdad chiede all'amministrazione Trump di essere esentata dal rispetto dei provvedimenti che scatteranno contro Teheran il 5 novembre, perché dipende ormai troppo dal Paese vicino (a causa degli Stati Uniti)
iStock

Dazi, la Cina cancella la ripresa dei negoziati commerciali con gli Usa

Washington e Pechino continuano a fronteggiarsi a colpi di imposte, ma la Cina "ha finito i proiettili". Colpire le aziende statunitensi nel Paese sarebbe un rischio troppo grande per la Repubblica popolare, che tiene aperta la porta a futuri colloqui
Ap

Ciberspazio, la strategia all'attacco di Trump promossa (con riserva) dagli esperti

In attesa dei dettagli, il documento sembra prendere ampiamente spunto dalle raccomandazioni dell'amministrazione Obama. Non a caso, due alti responsabili della cibersicurezza con il precedente presidente hanno dato la loro approvazione
Ap