L'Italia torna protagonista al Winter Fancy Food di San Francisco

In mostra 52 aziende del nostro Paese all'insegna dello slogan "The Extraordinary Italian Taste".

Il food italiano torna a essere protagonista al Winter Fancy Food, il più grande evento commerciale dedicato alle specialità alimentari della costa occidentale degli Stati Uniti. Dal 13 al 15 gennaio, al Moscone Center di San Francisco (California), il Padiglione Italia metterà in mostra 52 aziende del nostro Paese all'insegna dello slogan "The Extraordinary Italian Taste".

Su una superficie di 700 metri quadri, le aziende alimentari provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia presenteranno il meglio dei loro prodotti agli operatori della grande distribuzione, ai grandi nomi nel commercio al dettaglio e al mondo della ristorazione americani. Il tutto con presente l’ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti, Armando Varricchio.

Il Padiglione Italia del Winter Fancy Food è frutto della partnership tra Specialty Food Association, l'Agenzia ICE e la Universal Marketing, oltre che della collaborazione con Federalimentare, Cibus, Tuttofood e Vinitaly. Secondo Varricchio, "il settore alimentare italiano è sinonimo di eccellenza. Lo conferma il successo della partecipazione italiana all’edizione 2019 del Winter Fancy Food di San Francisco. Grazie a qualità, tradizione, passione e innovazione, l’Italia e le sue aziende hanno sbaragliato la concorrenza più agguerrita e conquistato fette di mercato sempre più ampie negli Usa".

Per Maurizio Forte, direttore dell’Agenzia ICE di New York e xoordinatore della rete Usa "il 2019 sarà davvero importante per il sistema italia negli Stati Uniti. Nei primi 10 mesi del 2018, secondo i dati diffusi dal dipartimento americano del Commercio, le esportazioni complessive italiane del settore agroalimentare e bevande hanno raggiunto quota 4,274 miliardi di dollari con una variazione del 9,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’Italia ha confermato la sua leadership nell’olio d’oliva, nella pasta, nei formaggi, nell’aceto balsamico e nelle acque minerali. Decendosi "molto lieto" della presenza dell’ambasciatore d’Italia in Usa, Forte ha aggiunto che il Winter Fancy Food "è il nostro annuale 'kick-off' con il mondo del trade negli Usa, siamo molto soddisfatti della nostra collaborazione con la Specialty Food Association".

Phil Kafarakis, presidente della Specialty Food Association nonché proprietario e produttore della fiera, ha parlato di "adesioni record" per l'edizione 2019 dell'evento. "La grande popolarità della dieta mediterranea – ha continuato Kafarakis - e il grande successo che questa ha tra i consumatori, incoraggia tutti i produttori alimentari italiani a mostrare i loro nuovi prodotti e a essere pronti per tanti buoni affari in questo Winter Fancy Food Show 2019".

Donato Cinelli, amministratore delegato di Universal Marketing, agente esclusivo italiano della Specialty Food Association, ha aggiunto che "anno dopo anno lavoriamo per migliorare la presenza delle aziende italiane all’interno del Padiglione Italia. Abbiamo rivisto tutto il design degli stand, abbiamo migliorato la logistica e le infrastrutture e le work station, abbiamo reso gli spazi piu idonei al networking e al lavoro quotidiano. In questo 2019 continueremo a lavorare per creare sempre più opportunità di 'deal' per le aziende italiane che con il nostro aiuto arrivano negli Usa per la promozione dei propri prodotti".

Altri Servizi

Procter & Gamble ha chiuso un trimestre con utili superiori alle stime e vendite organiche forti, cosa che ha spinto il colosso dei beni al consumo ad alzare il suo outlook.

Shutdown: Pelosi blocca il discorso sullo stato dell'unione, Trump pensa a evento "alternativo"

Continua il duello tra la leader della maggioranza democratica al Congresso e il presidente americano
Ap

Il duello a colpi di lettere tra la speaker democratica alla Camera Usa e il presidente americano non sembra terminare. Nancy Pelosi ha nuovamente scritto a Donald Trump spiegando che non autorizzerà il discorso sullo stato dell'unione che lo stesso Trump vuole tenere il prossimo 29 gennaio.

Shutdown e Russia, sempre più americani bocciano Trump

Sondaggio di Politico: il 57% disapprova il suo operato (record)
White House /Shealah Craighead

Il tasso di disapprovazione per l'operato del presidente statunitense, Donald Trump, ha raggiunto un nuovo record, a causa dello shutdown più lungo nella storia del Paese e delle preoccupazioni per i rapporti con l'omologo russo Vladimir Putin. Questo il risultato dell'ultimo sondaggio di Politico/Morning Consult, secondo cui il 57% degli elettori disapprova il lavoro di Trump, mentre il 40% lo approva.

Trump riconosce Guaido come leader del Venezuela, sfida a Maduro

"Tutte le opzioni sono sul tavolo" se il regime reagirà con violenze. "Ha i giorni contati". Meglio una "exit pacifica" per consentire nuove elezioni. Caracas taglia le relazioni diplomatiche con Washington
AP

Il presidente americano, Donald Trump, ha ufficialmente riconosciuto come nuovo presidente ad interim del Venezuela l'attuale presidente dell'Assemblea nazionale e leader dell'opposizione nel Paese, Juan Guaido. E ha lanciato un messaggio al regime di Nicolas Maduro: se reagirà con violenza "tutte le opzioni sono sul tavolo". I suoi giorni sono comunque "contati". Lui ha reagito tagliando le relazioni diplomatiche con Washington, che ha 72 ore di tempo per riportare a casa il suo personale nella nazione.

Wall Street, giornata di trimestrali

Restano le preoccupazioni per il più lungo shutdown nella storia degli Stati Uniti
AP

Shutdown, idea Kushner: Green Card per i Dreamers in cambio del muro

La Casa Bianca cerca una soluzione per mettere fine alla paralisi

Un permesso di soggiorno permanente per i 'Dreamers' in cambio dei fondi per il muro con il Messico. Sarebbe questa l'ultima idea in circolazione alla Casa Bianca per un compromesso con i democratici che faccia terminare lo shutdown, secondo tre fonti del sito Axios.

Casa Bianca smentisce: nessuna trattativa è stata cancellata con la Cina

Secondo l'FT, saltati incontri in questa settimana in vista di quello che secondo Larry Kudlow conta più di tutti: quello con il vice premier cinese
AP

"Il Buffett di Boston" preoccupa i leader riuniti a Davos

Seth Klarman, a capo di Baupost Group (uno degli hedge fund più grandi al mondo), non esclude una crisi che si manifesterà con disordini sociali e non solo con sell-off dei mercati

La Corte Suprema Usa respinge Trump: resta la tutela per i Dreamers (per ora)

Il massimo tribunale ha deciso di non pronunciarsi sulla fine del programma Daca, cercata dal presidente anche per avere un'arma in più nei negoziati con i democratici su immigrazione e muro
Ap