Joseph Perella: Presto un film su Giovanni Palatucci, lo 'Schindler' italiano

Il banchiere d'affari parla di politica: l'America sta meglio di prima? No

“Tutti conoscono Schindler, grazie al film. Ma nessuno sa chi sia Giovanni Palatucci”. Joseph Perella, premiato con il 'Friendship Award' per i suoi successi in campo finanziario e filantropico dal Gei (Gruppo esponenti italiani), ha approfittato del pranzo in suo onore al ‘Le Cirque Restaurant’ di New York per svelare un progetto a cui tiene molto: un film sulla storia dello “Schindler italiano”, Giovanni Palatucci, il funzionario di polizia che salvò circa 5.000 ebrei a Fiume, riuscendo a impedirne l’arresto e la deportazione; Palatucci, accusato di tradimento dai tedeschi, morirà poi nel campo di concentramento di Dachau, all’età di 35 anni.

Perella, presidente e amministratore delegato di Perella Weinberg Partners (società di servizi finanziari), ex vicepresidente di Morgan Stanley, ha ricordato - ritirando il premio - le sue origini italiane, dei sacrifici della sua famiglia, e del progetto su Palatucci: “Le riprese sono cominciate, speriamo di finire il film il prossimo anno”.

La cerimonia, cui hanno partecipato esponenti del mondo della finanza e del corpo diplomatico italiano, tra cui il console generale d’Italia a New York Natalia Quintavalle, è stata l’occasione anche per parlare di economia e politica, delle polemiche sulle dichiarazioni di Romney e delle elezioni del 6 novembre. “L’America sta meglio di quattro anni fa?” gli è stato chiesto. “No” è stata la risposta senza giri di parole “e vale da tutti i punti di vista”. Questo, però, non significa che il presidente Barack Obama perderà. “Tutto lo farebbe pensare, ma i sondaggi non dicono questo”. E sulla ‘gaffe’ di Romney sul 47% di americani che “non paga le tasse”, Perella ha avuto una reazione ‘di pancia’: “Anche Obama fa tante gaffe, solo che i media non ne parlano. Ma queste sono solo cose che servono a distrarre la gente dai veri problemi” ha dichiarato, suscitando qualche commento di approvazione in sala. “Non so chi vincerà e a prescindere da chi lo farà, le cose non possono andare avanti così. Ma ci vorrà un po’ di tempo per tornare alla vita normale, per fare in modo che la gente abbia di nuovo fiducia”.

Altri Servizi

Wall Street sotto pressione per Boeing

Il dipartimento dei Trasporti ha aperto un'indagine sull'approvazione della Faa al Boeing 737 Max
AP

Wall Street, speranze su accordo Usa-Cina

Atteso il dato sulla fiducia dei consumatori di marzo
AP

Lyft lancia il road show per la sua Ipo da 2 miliardi di dollari

Sarà la prima del settore dei trasporti on-demand a quotarsi a Wall Street, ma sarà presto seguita da Uber

Kirsten Gillibrand ha ufficialmente lanciato la sua campagna presidenziale

La senatrice è la sesta donna in campo per le primarie democratiche
Ap

Amazon, via libera dalla contea di Arlington agli incentivi diretti da 23 milioni di dollari per la nuova sede

Le autorità li hanno approvati all'unanimità. Proteste di molti residenti. Amazon riceverà 481 milioni di incentivi dalla contea e 750 milioni dallo Stato
AP

Lo staff di Sanders è il primo sindacalizzato nella storia delle presidenziali

"Ci aspettiamo che questo significhi parità di salario e trasparenza durante la campagna, trattamento equo per ogni lavoratore, che sia a Washington D.C. o in Iowa, senza differenze di genere" ha commentato il presidente dello UFCW Local 400
Ap

Due voti in Congresso contro Trump, ma non c'è una rivolta dei repubblicani

Approvate due risoluzioni contro la dichiarazione d'emergenza e il sostegno alla guerra saudita in Yemen, ma i ribelli sono solo il 10%. Il presidente costretto al primo veto (e presto al secondo)

Federcalcio Usa sorpresa dalla causa per discriminazione intentata dalle giocatrici della nazionale

Carlos Cordeiro ha detto che le atlete non si erano mai lamentate del contratto collettivo. Le campionesse del mondo chiedono di essere pagate (e trattate) come gli uomini
Ap

Riconquistare la Casa Bianca: i soldi dei donatori democratici in quattro Stati decisivi

Wisconsin, Michigan, Pennsylvania e Florida: qui si sono decise le elezioni del 2016, qui si decideranno, probabilmente, quelle del 2020

Vino italiano: export in Usa al top di cinque anni nel 2018

Rialzo del 6,8% a quasi due miliardi di dollari. Francia in testa per secondo anno di fila grazie al vantaggio nei rosati. Il nostro Paese resta primo fornitore di rossi e bianchi. Forte (Agenzia ICE NY): serve migliorare nostro posizionamento