La Cina tende la mano a Trump, promette maxi acquisti di beni Usa

Il mercato spera in vista delle prossime trattative previste a fine mese a Washington. Gli scettici non mancano
iStock

La Cina sembra avere teso la mano all'America di Donald Trump, che sin dai tempi della campagna elettorale si lamenta del deficit commerciale che la sua nazione ha nei confronti di quella asiatica. E il mercato ci crede con Wall Street in rally.

Di ufficiale non c'è nulla ma l'ottimismo degli investitori è gonfiato da un susseguirsi di indiscrezioni. L'ultima è che Pechino sia pronta a fare esplodere le importazioni di prodotti Made in Usa nei prossimi sei anni. L'obiettivo è azzerare l'avanzo commerciale che la Cina ha sugli Usa comprando beni con un valore che in quell'arco temporale supererà complessivamente i mille miliardi di dollari.

Il ramo d'ulivo è stato consegnato ai negoziatori americani tra il 7 al 9 gennaio scorso, quando volarono a Pechino per trattare. Le discussioni di allora durarono un giorno in più, cosa giudicata positivamente dal mercato.

Gli ultimi rumor riferiti da Bloomberg alimentano ulteriormente le speranze in vista del prossimo round di negoziati, previsto a Washington il 30 e 31 gennaio. D'altra parte la fiducia degli investitori è direttamente proporzionale al timore che tra le due maggiori economie al mondo si riaccenda una guerra a colpi di dazi che peserebbe sull'intera economia mondiale. La esclation è in stand-by dal primo dicembre scorso, quando il presidente americano, Donald Trump, e quello cinese, Xi Jinping, cenarono insieme a Buenos Aires (Argentina) alla fine del G20. I due optarono per una tregua che scadrà il primo marzo. Nell'ambito di quell'accordo, Trump decise di congelare il rialzo, previsto dal primo gennaio scorso, dei dazi adottati a settembre su importazioni cinesi aventi un valore di 200 miliardi di dollari. Quelle tariffe doganali aumenteranno al 25% dal 10% senza un accordo, che per altro deve risolvere anche le preoccupazioni maggiori di Washington: trasferimenti forzati di tecnologia, furti di proprietà intellettuale, intrusioni informatiche, controlli regolari dei progressi della Cina.

Gli osservatori più scettici temono che non sia così facile azzerare l'avanzo commerciale cinese sugli Usa, vista la dipendenza della nazione americana dai prodotti Made in China. Inoltre, non è la prima volta che la Cina promette di comprare più beni americani. A dicembre ha tuttavia ripreso gli acquisti di semi di soia su cui a luglio ha imposto dazi del 25%. Tuttavia, lo shutdown iniziato il 22 dicembre non permette ai trader di sapere se la soia americana ha continuato a essere ordinata dalla Cina, che della materia prima è il principale importatore al mondo.

Altri Servizi

BlackRock diventerà socio di maggioranza nel proprietario di Sport Illustrated

Si tratta di Authentic Brands, che controlla anche i diritti legati a Marilyn Monroe e Muhammad Ali

Il più grane asset manager al mondo scommette sul private equity. BlackRock sta per prendere la quota di controllo di Authentic Brands, gruppo con sede a New York che ha le licenze di 50 marchi tra l'intrattenimento e il lifestyle che generano ogni anno 9,3 miliardi di dollari. 

Tsai (Alibaba) compra Brooklyn Nets e Barclays Arena per 3,5 mld $

Finisce l'era del russo Mikhail Prokhorov, artefice dello spostamento dal New Jersey a New York
Ap

I Brooklyn Nets hanno un nuovo proprietario. Il vicepresidente esecutivo di Alibaba Group, Joe Tsai, ha esercitato l'opzione di acquisto per le quote della società non ancora in suo possesso (il 51%), mettendo fine all'era di Mikhail Prokhorov, il magnate russo che aveva spostato la franchigia Nba - il massimo campionato professionistico di pallacanestro di Stati Uniti e Canada - dal New Jersey a New York.

Usa verso proroga di 3 mesi per permettere a Huawei di acquistare da fornitori Usa

La Casa Bianca ha subito le pressioni delle società tecnologiche Usa, preoccupate dalla possibilità di perdere diversi miliardi di dollari
AP

Afghanistan, Trump stringe i tempi per un accordo con i talebani

Il presidente, contrario alla presenza di soldati Usa nel Paese, vuole trovare una soluzione prima delle presidenziali del prossimo anno
AP

GE rimbalza: Ceo compra 2 mln $ di azioni dopo accusa di frode in stile Enron

Ieri il tonfo maggiore da 11 anni dopo la diffusione di un rapporto redatto da colui che aveva avvertito sullo schema Ponzi creato da Bernie Madoff

La Fda rilancia la lotta per mettere immagini choc sui pacchetti di sigarette

L'agenzia federale perse la battaglia legale contro le multinazionali nel 2012

Wall Street, focus sul commercio e sui segnali di recessione

Dati in programma: avvio di nuovi cantieri e fiducia dei consumatori
AP

Huawei ha aiutato i governi di Uganda e Zambia a spiare oppositori politici (Wsj)

Il colosso cinese, che domina i mercati africani, ha respinto ogni accusa
AP