Old & New media

La CNN compra Mashable?

Si è diffusa in queste ore la voce che la celebre emittente televisiva stia per comprare il più potente aggregatore di notizie sul web
Alessandro Tapparini
12 Marzo 2012, 05:15

Per ora è solo un'indiscrezione non confermata, lanciata dal celebre blogger Felix Salmon sul sito della Reuters: la celeberrima emittente televisiva CNN sarebbe in procinto di comprare il sito Mashable pagandolo oltre 200 milioni di dollari.

Se la notizia venisse confermata, si tratterebbe del secondo evento in pochi giorni di clamorosa fusione tra grandi e vecchi media, dopo che venerdì scorso si è appreso che Chris Hughes, il biondino 29enne che nel 2004 era al fianco di Marc Zuckerberg nel creare Facebook e nel 2008 aveva ideato l'innovativo sito web per la candidatura alla Casa Bianca di Barack Obama, ha acquistato la prestigiosa ma un po' obsoleta rivista The New Republic, mensile (un tempo settimanale) di attualità politica nato nel lontano 1914.

Nel caso CNN-Mashable la dinamica sarebbe inversa, ossia sarebbe la "vecchia" testata ad assorbire la "nuova"; ma questo è tutto sommatom un dettaglio, la costante rimane la strategia di rivitalizzare un media vecchio e ormai zoppicante tramite l'innesto della linfa vitale proveniente dai nuovi media telematici. la CNN, che quando venne creata nel 1980 da Ted Turner fu il primo canale televisivo all-news della storia e rivoluzionò in pochi anni il giornalismo televisivo americano (e di conseguenza, nel decennio successivo, quello di tutto il mondo), vive infatti ormai da diversi anni una grave crisi, essendo stata sorpassata da emittenti concorrenti che ne hanno imitato e rilanciato il format. Che il suo rilancio da parte del gruppo Time-Warner, che la controlla dal 1995, si voglia giocare sulla fusione con i nuovi media si era già capito l'anno scorso, quando l'emittente di Atlanta aveva comprato (ad un prezzo tra i venti e i venticinque milioni) Zite, una applicazione per iPad che (analogamente al prodotto concorrente FlipBoard) consente a ciascun utente di crearsi un social magazine, una sorta di rivista digitale personalizzata, attingendo notizie ed articoli da un elenco di siti web stilato in base alle proprie preferenze. 

Mashable è invece un sito di social news, cioé una sorta di superblog che raccoglie, raggruppa e segnala indicizzandole notizie, articoli e filmati pescati da una miriade di altri siti, sfruttanto prevalentemente i social media e quindi tenendo in maggiore evidenza gli articoli più condivisi (o più graditi usando il pulsante "mi piace"), i viedo più visti, le notizie più cliccate e così via. Il sito, oggi uno dei più visitati al mondo, venne creato nel 2005 dallo scozzese Pete Cashmore, allora appena ventenne (!), e già da una paio d'anni ha intessuto una partnership con CNN (sul cui sito Cashmore scrive come opinionista): la fusione sarebbe quindi un esito naturale.

Ultimo aggiornamento: 2 anni, 8 mesi fa