La Compilation: il biglietto da visita per l'azienda che investe in Usa

E' fondamentale per presentarsi agli interlocutori (istituzionali e non) che compongono lo scenario del mercato americano

Come abbiamo visto nei precedenti articoli, è consigliabile che un’impresa straniera interessata a investire negli Usa abbia non solo un quadro generale del mercato americano ma anche un’adeguata conoscenza di quei criteri operativi che, in inglese, vengono denominati best practices.

Tra questi, vorrei descriverne uno che, per una società straniera operante in America, costituisce una vera e propria necessità: la messa a punto di una cosiddetta compilation. Non si tratta, ovviamente, di un prodotto discografico di pessimo gusto. Una compilation è una tipologia di Attest Services, ossia di “Servizi di Certificazione”. Essi rientrano nel cosiddetto “universo dei servizi di preparazione dei bilanci”. I Servizi di Certificazione includono, oltre alla Compilation, anche le Agreed-upon Procedures; vi è poi un sottoinsieme di servizi chiamati Assurance Services che si riferiscono ai servizi di Audit e Review. Dell’universo dei servizi di preparazione dei bilanci fanno poi parte anche i “Servizi di non- certificazione”, tra cui il Bookkeeping (contabilità), il Payroll (libro paga) e i servizi di Tax (fisco).

Una compilation è composta di vari elementi, tra cui lo stato patrimoniale, il conto economico, lo Statement of changes of stockholders’s equity (dichiarazione delle variazioni del patrimonio netto), il Cash Flow (flusso di cassa) e le Note di bilancio. Le ragioni per cui una compilation è di fondamentale importanza negli Stati Uniti sono presto dette.

Innanzitutto, essa funge da vero e proprio biglietto da visita nei confronti dei moltissimi interlocutori (istituzionali e non) che compongono lo scenario del mercato americano. Primo tra tutti, l’ufficio Immigrazione, che deve indagare e valutare le motivazioni sottostanti l’ingresso negli Stati Uniti di una qualsiasi società straniera. Una compilation consente, infatti, di valutare la tipologia di investimento e attestare che la società stia effettivamente conducendo un business legittimo.

Una compilation è inoltre fondamentale anche nei confronti di una qualsiasi autorità finanziaria, sia statunitense che italiana. A queste bisogna aggiungere tutti gli operatori e le istituzioni finanziarie con cui una società si trova a interagire per le più svariate ragioni e che operano nel settore privato, come le banche.

La lista non si esaurisce qui: una compilation è importante anche nei rapporti con i fornitori e gli shareholders, nonché di estrema utilità nei casi in cui si renda necessaria la redazione di un bilancio consolidato in Italia.

L’importanza di avere una compilation non può nemmeno essere intaccata dalla possibilità di utilizzare la dichiarazione dei redditi come alternativa: nonostante sia un documento ufficiale, le informazioni confidenziali e i dati sensibili in essa contenuti la rendono un documento non idoneo alla condivisione con un così alto e svariato numero di interlocutori.

Avere una compilation è soltanto una delle varie best practices che è opportuno non solo conoscere ma adottare sin dall’inizio. Essendo, tuttavia, di capitale importanza, mi sembra utile approfondire ulteriormente il tema.

Per questo, nel prossimo articolo, mi propongo di mostrarvi un esempio pratico di compilation. Stay tuned per le prossime puntate. A presto.

Shutterstock
Altri Servizi
AP

Le due più grandi comunità ebraiche al mondo sono profondamente divise. Tra gli ebrei americani e gli israeliani c'è un divario, specialmente in relazione al presidente americano Donald Trump. E' quanto emerso da un sondaggio dell'American Jewish Committee (AJC).

Usa impongono dazi su 50 miliardi di dollari di importazioni cinesi

Camera di Commercio americana: "Non è il giusto approccio". Pechino promette risposta "immediata" e della stessa portata. Guerra tra le due potenze mondiali sempre più vicina

La guerra commerciale tra Usa e Cina è sempre più vicina. Il presidente americano Donald Trump ha dato il via libera a dazi del 25% contro prodotti tecnologici cinesi per 50 miliardi di dollari e ha messo in guardia la nazione asiatica: eviti di reagire altrimenti Washington farà scattare altre tariffe doganali. Pechino ha ignorato l'avvertimento e ha promesso una risposta "immediata" e di pari portata alla mossa americana. Tutti i "risultati" delle consultazioni che le due nazioni hanno avuto fino ad ora non sono più validi, ha aggiunto il ministero cinese del Commercio.

Le letture di Obama: c'è anche 'La nuova geografia del lavoro' di Moretti

Post su Facebook, l'ex presidente condivide la sua lista, "un tantino più pesante di quella per l'estate"

L'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha condiviso le sue letture su un post di Facebook, dicendo che "c'è così tanta buona scrittura, e arte, e una varietà di pensieri di questi tempi". "Spesso mi chiedono cosa leggo, guardo e ascolto, così ho pensato che potrei condividere una breve lista, di tanto in tanto [...] Questa è una lista di quello che ho letto recentemente. Ammetto che è una lista un tantino più pesante di quella per l'estate".

Russiagate, Trump contro le indagini: "Il periodo più buio e pericoloso nella storia americana"

Il presidente ancora contro l'ex direttore dell'Fbi, dopo il rapporto dell'ispettore generale del dipartimento di Giustizia sul caso Clinton

Contrordine: Trump appoggia la proposta di legge sull'immigrazione dei repubblicani moderati

La Casa Bianca chiarisce la posizione del presidente, dopo le sue affermazioni a Fox News. La proposta proteggerà dall'espulsione i Dreamers
iStock

Europa e Usa insieme per discutere del piano di pace in Medio Oriente di Trump

Londra sta organizzando un incontro tra i ministri degli Esteri delle potenze europee (e arabe) e gli uomini del presidente Usa che si occupano del dossier, ovvero Kushner e Greenblatt, che nei prossimi giorni saranno in Israele, Egitto e Arabia Saudita
iStock

Apple annuncia partnership sui contenuti con Oprah Winfrey

La regina dei talk show americana creerà "programmi originali"
AP

Trump: "Il report della Giustizia è un disastro totale per Comey e l'Fbi"

Il presidente all'attacco su Twitter dopo il rapporto dell'ispettore generale sulla gestione delle indagini sul 'caso e-mail' di Clinton

Wall Street, nuovi timori di guerre commerciali

I dazi di Trump alla Cina pesano sui mercati
iStock

Fmi mette in guardia gli Usa e cita il rischio di recessione

L'istituto guidato da Christine Lagarde ha ottime prospettive nel breve termine per l'America ma le politiche commerciali e fiscali non convincono. E nel 2023 stime di crescita del Pil pari alla metà di quella della Casa Bianca