La Corporate America delude Wall Street, outlook cupi

Grandi blue chip come Microsoft e Caterpillar soffrono. Quella del quarto trimestre 2014 doveva essere la crescita degli utili più lenta per le aziende parte dell'S&P 500 ma ora il quadro peggiora. Colpa di un dollaro forte

La Corporate America delude Wall Street. Complice un dollaro forte, molte aziende americane hanno pubblicato conti e outlook deludenti tanto che le prospettive sulla crescita degli utili delle società quotate sull'S&P 500 si fanno più deludenti di quanto già non lo fossero. E sale la pressione per un taglio dei costi.

In vista della pioggia di trimestrali relative agli ultimi tre mesi del 2014, gli analisti sentiti da FactSet avevano anticipato un aumento annuale dei profitti dell'1,1%, il tasso di crescita più lento dal terzo trimestre del 2012. Ma ora quel dato è sulla strada giusta per risultare pari a un mero +0,1%. La convinzione è che le aziende dovranno fare i conti con venti contrari

A trascinare al ribasso le stime sono blue chip come Microsoft (-9,25%), che ha visto gli utili trimestrali scendere di oltre il 10% a causa di costi legati all'integrazione e ristrutturazione del business di telefonia mobile acquisito l'anno scorso da Nokia. E come se non bastasse le prospettive per i software per pc sembrano poco brillanti tanto che il gruppo ha tagliato le previsioni di questo business.

Il colosso dei beni al consumo Procter & Gamble (-3,45%) ha diffuso un bilancio inferiore al consensus. Non solo. Il produttore dei pannolini Pampers e dello shampoo Pantene ha spiegato che i suoi sforzi per accelerare le vendite cedendo brand non core sono stati offuscati da "svalutazioni valutarie senza precedenti".

Tra i gruppi che hanno preannunciato un futuro difficile c'è Lockheed Martin (-2,65%): il produttore del famoso F-35 ha registrato utili e ricavi trimestrali in aumento ma i profitti hanno tuttavia deluso.

Anche Caterpillar (-7,18%) ha fornito un outlook deludente: la metà del calo del 9% nelle vendite atteso per quest'anno è legato alla contrazione del greggio, che ha iniziato a pesare sulla domanda di macchinari e motori legati al settore energetico. Il produttore di macchine movimento terra ha registrato una trimestrale sotto il consensus e si aspetta debolezza anche nel comparto dell'attrezzatura mineraria, delle locomotive ferroviarie e delle costruzioni in Cina.

Musica simile da parte di Pfizer (-0,61% a 32,60 dollari): il calo delle vendite trimestrali ha portato il gruppo farmaceutico a fornire stime per il futuro poco incoraggianti. E gli analisti di S&P Capital IQ ora consigliano di "vendere" il titolo in borsa e non più di "tenerlo" anche se l'obiettivo di prezzo è rimasto a 37 dollari.

Pure United Technologies (+0,35%) ha tagliato le stime per il 2015 dopo che il rafforzamento del dollaro ha pesato sui ricavi all'estero derivanti dalla vendita di motori, ascensori e altre attrezzature pesanti.

Bristol-Myers Squibb (-0,75%) ha messo a segno ricavi nel quarto trimestre migliori delle stime grazie alla robusta crescita di farmaci anti-cancro chiave. Il gruppo che si prepara ad essere guidato da Giovanni Caforio - attuale direttore operativo, che sostituirà Lamberto Andreotti - ha tuttavia fornito stime sotto il consensus: gli utili per azione sono visti a 1,55-1,7 dollari contro attese per 1,71 dollari mentre i ricavi sono attesi a 14,4-15 miliardi rispetto a un consensus da 15,61 miliardi.

Altri Servizi

Impeachment, Trump sfida i democratici: "Voglio il processo in Senato"

Il presidente all'attacco su Fox News. La Camera potrebbe votare la sua messa in stato d'accusa prima di Natale

"Voglio il processo in Senato". Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha confermato, durante un'intervista a Fox News, di volere l'impeachment e il processo, come dichiarato ieri da un suo portavoce.

Impeachment Trump, i repubblicani studiano l'opzione del processo lampo

Incontro tra funzionari della Casa Bianca e senatori sulla strategia da adottare, dopo due settimane di audizioni pubbliche alla Camera
Ap

Un processo 'lampo' di due settimane, per ottenere un'assoluzione che rilanci l'immagine di Donald Trump senza rischiare di trascinare il presidente statunitense in un lungo e pericoloso procedimento. È una delle opzioni al vaglio di senatori repubblicani e funzionari della Casa Bianca, che ieri si sono incontrati per fare un punto sulla strategia da adottare per il possibile impeachment, secondo quanto riportato dal Washington Post.

Wall Street, i negoziati Usa-Cina nell'incertezza

Non è chiaro se le due potenze arriveranno a un accordo entro la fine dell'anno
AP

Buttigieg balza in avanti tra i democratici in Iowa

Stando a un sondaggio, il sindaco di South Bend ha il 25% delle preferenze. Seguono Warren, Biden e Sanders. Staccati gli altri candidati.
Ap

Continua l’ascesa di Pete Buttigieg in Iowa. Nell’ultimo sondaggio condotto dal The Des Moines Register e Cnn tra coloro che andranno a votare alle primarie democratiche nello stato del Midwest, il 37enne sindaco di South Bend, Indiana, ha superato la senatrice Elizabeth Warren e l’ex vice presidente Joe Biden. Con il 25 per cento delle preferenze, Buttigieg si piazza al primo gradino del podio che viene completato da Warren (16%), Biden e il senatore del Vermont, Bernie Sanders (entrambi con il 15%).

Fed, Trump: incontro "molto buono e cordiale" con Powell

Presidente Usa e governatore Fed hanno parlato alla Casa Bianca
AP

Si è appena concluso, alla Casa Bianca, un incontro tra Donald Trump e il governatore della Fed, Jerome Powell, definito dal presidente degli Stati Uniti "molto buono e cordiale". Su Twitter, Trump ha scritto che al centro del dialogo ci sono stati "i tassi d'interesse, la bassa inflazione, la forza del dollaro, il commercio con la Cina e l'Unione europea".

Impeachment Trump, telefonata con Zelensky "inopportuna"

Terza audizione pubblica davanti alla commissione Intelligence della Camera Usa, che indaga sul presidente. Ascoltati due testimoni di 'prima mano': il colonnello Vindman e Williams, consigliera del vicepresidente Pence
Ap

Seconda settimana e terza audizione pubblica davanti alla commissione Intelligence della Camera statunitense, che indaga per il possibile impeachment del presidente Donald Trump. Dopo una prima settimana di testimonianze di diplomatici che hanno descritto la politica statunitense sull'Ucraina come dominata dagli obiettivi politici personali di Trump, oggi i membri della commissione si sono concentrati sulla telefonata del 25 luglio tra il capo di Stato e il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, da cui è scaturita l'indagine per abuso di potere. Oggi, soprattutto, sono stati ascoltati due testimonianze di 'prima mano', come sottolineato da un deputato democratico per smontare la difesa dei repubblicani, che lamentavano la presenza di soli testimoni di seconda o terza mano per indebolire la sussistenza delle indagini.

Usa2020, Obama avvisa i Democratici: "Attenti a non spostarci troppo a sinistra"

Messaggio dell’ex presidente americano ai candidati durante il suo intervento alla Democracy Alliance, potente network di finanziatori liberal
Ap

Barack Obama ha voluto dare un consiglio ai candidati per le primarie democratiche in vista delle presidenziali 2020. "Attenti a non spostarci troppo a sinistra", ha dichiarato l’ex presidente americano durante il suo intervento alla Democracy Alliance, potente network di finanziatori liberali.

Altra sconfitta per Trump: rieletto il governatore democratico della Louisiana

John Bel Edwards batte lo sfidante repubblicano, Eddie Rispone.
AP

Dopo il Kentucky, un altro stato tradizionalmente repubblicano ha voltato le spalle al presidente Usa Donald Trump. Il Louisiana ha infatti preferito rieleggere il governatore democratico John Bel Edwards piuttosto che Eddie Rispone, il candidato sostenuto dall’attuale inquilino della Casa Bianca.

Wall Street, si guarda sempre ai rapporti Usa-Cina

Oggi atteso il dato sui sussidi di disoccupazione
AP

Wall Street, incertezze sull'accordo Usa-Cina

I negoziati tra le due potenze restano al centro delle preoccupazioni degli investitori
AP