La Fed segnala un taglio dei tassi, ma non nel 2019

Come previsto, la Federal Reserve ha lasciato invariati i tassi al 2,25-2,5%, il livello a cui furono portati lo scorso dicembre quando la banca centrale Usa realizzò la quarta stretta del 2018, la nona da quando nel dicembre 2015 l'allora governatrice Janet Yellen annunciò il primo rialzo del costo del denaro dal giugno del 2006. La decisione è stata annunciata dal Federal Open Market Committee (FOMC), il braccio di politica monetaria della Fed, nel comunicato pubblicato al termine della quarta riunione del 2019, iniziata ieri.

Dal documento la Fed ha rimosso l'aggettivo "paziente" per indicare il suo approccio sui tassi. Cos" facendo la banca centrale americana guidata da Jerome Powell segnala un possibile taglio dei tassi futuro. Tuttavia, stando alla stima mediana delle previsioni fatti dai 17 membri dell'Fomc, una riduzione del costo del denaro ci sarà ma nel 2020, più tardi rispetto al consenso che aveva messo in conto una riduzione già a luglio o a settembre.

La parola "paziente" fu usata per la prima volta nel comunicato pubblicato alla fine del meeting dello scorso gennaio ed è stata poi usata anche a marzo e maggio per ribadire che la banca centrale "sarà paziente nel determinare quali aggiustamenti futuri del range dei tassi potrebbero essere appropriati" per garantire l'espansione "sostenuta" dell'economia, condizioni del mercato del lavoro "solide" e l'avvicinamento dell'inflazione al target di crescita annua del 2%.

Come aveva detto in un discorso da Chicago il 4 giugno scorso il suo governatore, la Fed ha promesso che "agirà in modo appropriato per sostenere l'espansione, con un mercato del lavoro forte e un'inflazione vicina all'obiettivo simmetrico del 2%". Alla luce di incertezze e pressioni inflative assenti, la Fed ha anche detto che "monitorerà attentamente le implicazioni dei dati in arrivo per l'outlook economico".

Sui 10 membri con potere di voto nel Federal Open Market Committee, solo uno ha votato contro la decisione di lasciare i tassi al 2,25-2,5%. Si tratta di James Bullard, il presidente "colomba" della Fed di St. Louis che "avrebbe preferito tagliare i tassi in questa riunione di 25 punti base". E' quanto si legge nel comunicato diffuso dalla Fed.

La Federal Reserve continua ad aspettarsi che negli Stati Uniti l'espansione "sostenuta" dell'attività economica continui con condizioni del mercato del lavoro "forti" e un'inflazione vicina al target pari a una crescita annuale del 2%. Tuttavia, "le incertezze per questo outlook sono aumentate". E la Fed ha parlato di una attività economica che "sta crescendo a un tasso moderato", ossia meno del "tasso solido" fotografato al termine della riunione dell'1 maggio. Identica invece la frase in merito a un "mercato del lavoro che resta solido" nonostante a maggio in Usa siano stati creati solo 75mila posti di lavoro contro i 180mila attesi; il tasso di disoccupazione però era rimasto al 3,6%, vicino ai minimi di mezzo secolo. L'inflazione, ha aggiunto la Fed, continua a restare sotto il target del 2%.

Altri Servizi

Per la difesa, Trump non ha fatto nulla di male

Democratici: vogliono sovvertire esito elezioni 2016
Ap

Gli avvocati del presidente statunitense, Donald Trump, sostengono che gli avversari democratici non sono riusciti a dimostrare la fondatezza delle accuse di abuso di potere e intralcio al Congresso mosse contro l’inquilino della Casa Bianca dalla Camera dei Rappresentanti nel processo di  impeachment.

Terzo caso di coronavirus in Usa; i morti in Cina salgono a 56

Oltre 2.000 i casi accertati in tutto il mondo
U.S. Department of Defense

Gli Stati Uniti hanno confermato la presenza di una terza persona infetta dal coronavirus proveniente dalla Cina e che continua a diffondersi pericolosamente in tutto il mondo. Si tratterebbe di una persona in California che e’ stato a Wuhan, la citta’ della Cina centrale da dove si crede abbia origine il virus.

Inizia la difesa di Trump nel processo di impeachment al Senato

Difesa avra' 3 giorni a disposizione per presentare i propri argomenti
AP

Dopo i tre giorni concessi all’accusa per le argomentazioni iniziali nel processo di impeachment contro il presidente statunitense Donald Trump, oggi e’ il turno della difesa. Ad inaugurare i tre giorni a disposizione della difesa ci ha pensato il consigliere della Casa Bianca, Pat Cipollone.

Ambiente, Trump cancella norma di Obama a difesa dei fiumi

 Accontentati agricoltori e costruttori

L'amministrazione Trump ha messo a punto una norma che eliminerà le protezioni ambientali per corsi d'acqua, paludi e altri corpi idrici, consegnando un'importante vittoria ad agricoltori, produttori di combustibili fossili e grandi costruttori, contrari alle regole imposte dalla presidenza Obama. Dal primo giorno alla Casa Bianca, scrive il New York Times, il presidente Donald Trump diceva di voler abrogare il "Waters of the United States" di Obama, inviso ai proprietari terrieri rurali. La nuova norma, che entrerà in vigore nelle prossime settimane, è solo l'ultimo passo compiuto dall'amministrazione attuale per eliminare o indebolire le leggi o i regolamenti a difesa dell'ambiente voluti da Obama, un pacchetto di regole "orribile", "distruttivo", "uno dei peggiori esempi dell'eccessivo intervento federale", secondo Trump. 

Bolton accusa Trump: aiuti a Kiev bloccati per avere indagini su Biden

L'accusa contenuta nella bozza del suo libro
AP

Wall Street preoccupata dal coronavirus

Dati in programma: vendite di case nuove, indice manifatturiero Fed di Dallas
AP

Sanders stacca tutti in Iowa

Il senatore del Vermont ha il 25% delle preferenze secondo l’ultimo sondaggio
Ap

Trump: "I palestinesi reagiranno male, ma l'accordo di pace è positivo per loro"

Il presidente Usa svelerà nei prossimi giorni il suo piano
Ap

Wall Street, l'Oms rassicura sul coronavirus

Lo considera un'emergenza sanitaria in Cina, non nel. mondo
AP

New York vuole obbligare i negozi ad accettare i contanti

Il proponente della legge: "Diritto di scelta per i consumatori"