La leadership americana (e rosa) di Deloitte traballa

Il cda non vuole affidare a Cathy Engelbert un secondo mandato. Partner stupiti chiedono chiarimenti

La leadership americana (rosa) di Deloitte traballa. Cathy Engelbert, la prima donna alla guida di una delle Big Four della revisione contabile in Usa, è arrivata al suo terzo anno di un mandato di quattro anni da Ceo di Deloitte. Tuttavia, i partner americani del gruppo si sono sentiti dire che a lei non verrà affidato un secondo mandato: il consiglio di amministrazione della società non ha appoggiato la sua conferma.

Gli stessi partner, scrive il Wall Street Journal, sono rimasti stupiti e delusi dall'assenza di spiegazioni anche perché raramente per le Big Four le dispute sulla leadership vengono pubblicamente a galla. Per questo, hanno scritto una lettera al cda chiedendo delucidazioni ed esigendo una maggiore trasparenza. Pur non avendo comunicato alcun cambiamento dell'incarico di Engelbert - quello assunto nel 2015 e che ricoprirà fino alla prossima primavera - Deloitte ha detto in una nota che si trova "nella fase iniziale" dell'iter che porterà all'inizio del 2019 all'elezione della nuova leadership. "Forniremo un aggiornameno in quel momento", ha aggiunto il gruppo.

Engelbert potrebbe comunque essere rielletta se la disputa interna a Deloitte verrà risolta, scrive il Wsj. L'azienda ha negato che la maretta sia legata alla sua strategia volta a spingere la società oltre le attività di revisione contabile, attualmente pari a meno di un terzo del fatturato Usa contro il 48,5% generato dalle attività di consulenza. Deloitte nel 2017 ha generato vendite nel mondo per quasi 40 miliardi di dollari e circa la metà è giunta dall'azienda che Engelbert gestisce.

Resta da vedere se il vertice Usa di Deloitte resterà rosa. Altre due delle Big Four hanno seguito i passi di Deloitte nominando numeri uno donna. KPMG ha scelto Lynne Doughtie nel 2015 ed Ernst & Young a dicembre scelse Kelly Grier come sua presidente e managing partner, ruoli che assumerà dal primo luglio.

Altri Servizi

Sanzioni Usa all'Iran, l'Iraq rischia la paralisi

Baghdad chiede all'amministrazione Trump di essere esentata dal rispetto dei provvedimenti che scatteranno contro Teheran il 5 novembre, perché dipende ormai troppo dal Paese vicino (a causa degli Stati Uniti)
iStock

I politici iracheni, ancora incapaci di formare un nuovo governo dopo le elezioni di maggio, hanno davanti un problema ancora più pressante: persuadere il presidente statunitense, Donald Trump, a concedere l'esenzione dal rispetto delle sanzioni contro l'Iran, perché in caso contrario Baghdad dovrebbe rinunciare - per non essere sanzionata da Washington - al 40% della sua energia elettrica, già insufficiente a soddisfare la domanda, perché dipendente dal gas iraniano.

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap

Caso Kavanaugh, Christine Blasey Ford ha accettato di testimoniare la prossima settimana

La donna che ha accusato di tentato stupro il giudice nominato da Trump per la Corte Suprema parlerà davanti alla commissione Giustizia del Senato
Ap

Cresce la fiducia nell'economia in Usa, forte pessimismo in Italia. In Europa, prevale la nostalgia per il passato

Sono i dati dell'ultimo studio del Pew Research Center, a dieci anni da quella che Bernanke ha definito "la peggiore crisi della Storia"
Ap

Dazi, la Cina cancella la ripresa dei negoziati commerciali con gli Usa

Washington e Pechino continuano a fronteggiarsi a colpi di imposte, ma la Cina "ha finito i proiettili". Colpire le aziende statunitensi nel Paese sarebbe un rischio troppo grande per la Repubblica popolare, che tiene aperta la porta a futuri colloqui
Ap

Ciberspazio, la strategia all'attacco di Trump promossa (con riserva) dagli esperti

In attesa dei dettagli, il documento sembra prendere ampiamente spunto dalle raccomandazioni dell'amministrazione Obama. Non a caso, due alti responsabili della cibersicurezza con il precedente presidente hanno dato la loro approvazione
Ap

Trump mette in dubbio le accuse di Ford, difende Kavanaugh e attacca la sinistra

Il presidente statunitense, piuttosto moderato nei commenti degli ultimi giorni, è 'esploso' venerdì mattina per difendere il giudice che ha nominato alla Corte Suprema
Ap

Wall Street: nel giorno delle "quattro streghe" solo il Dow da record

Scaduti future e opzioni. Per gli indici S&P, la maggiore riclassificazione dal 1999. Fed verso il terzo rialzo dei tassi del 2018. Nafta in bilico
AP

Airbnb sogna di premiare padroni di casa migliori con titoli del gruppo

Chiede all'autorità di borsa Usa un cambiamento delle regole sullo stock-sharing

Wall Street, i dazi non fanno paura

Record di S&P e Dow nonostante le tensioni tra Usa e Cina
iStock