La Nba vuole una squadra della sua lega minore a Città del Messico

La lega professionistica vuole continuare a espandersi e guarda al maggior mercato dell'America Latina. La nuova squadra della G League potrebbe giocare già dalla prossima stagione
Ap

La Nba vuole una squadra della sua G League a Città del Messico, forse già dalla prossima stagione. Lo ha affermato il Commissioner della lega di basket professionistico del Nordamerica, Adam Silver.

"Il Messico è un mercato fiorente con un interesse crescente dei fan e una partecipazione giovanile in aumento" ha detto Silver. "Siamo attivamente impegnati nei colloqui per stabilire una franchigia della G League a Città del Messico". La nuova squadra della G League, ovvero la Development League, la lega professionistica di sviluppo della Nba, sarebbe di proprietà messicana; a questo proposito, Silver ha incontrato diversi imprenditori interessati alla proprietà della squadra durante il suo soggiorno a Città del Messico, in occasione di due partite della stagione regolare della Nba giocate nella capitale messicana.

La creazione di una squadra messicana per la G League sarebbe solo l'ultimo di una serie di passi intrapresi dalla Nba per affermarsi in Messico, il maggior mercato dell'America Latina. Anche se, al momento, la lega non sta lavorando a un'espansione del numero di franchigie o allo spostamento di una delle 30 squadre in un'altra città, Silver ha descritto Città del Messico, in più di un'occasione, come una naturale pretendente per diventare sede di una squadra della Nba.

Come ormai tutte le maggiori leghe professionistiche statunitensi, la Nba sta cercando di allargare i propri confini, attirando fan e capitali da tutto il mondo. La Nfl e l'Mlb, ovvero le leghe professionistiche di football americano e baseball, hanno già tenuto delle partite di campionato all'estero e da tempo pensano alla possibilità di avere delle squadre al di fuori di Stati Uniti e Canada. Naturalmente, il Messico sembra essere la scelta naturale per l'espansione: una squadra in Europa, per esempio, creerebbe problemi di calendario e costi.

La G League è programmata per avere 27 squadre di proprietà o direttamente affiliate a 27 franchigie della Nba, il prossimo anno, per poi espandersi a 30, in modo che ogni team della Nba abbia una diretta affiliata nella lega minore. La franchigia di Città del Messico dovrebbe essere inaugurata prima che la G League raggiunga l'obiettivo di una squadra minore per ogni franchigia della Nba, ma sarebbe controllata e gestita separatamente.

Altri Servizi

Le letture di Obama: c'è anche 'La nuova geografia del lavoro' di Moretti

Post su Facebook, l'ex presidente condivide la sua lista, "un tantino più pesante di quella per l'estate"

L'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha condiviso le sue letture su un post di Facebook, dicendo che "c'è così tanta buona scrittura, e arte, e una varietà di pensieri di questi tempi". "Spesso mi chiedono cosa leggo, guardo e ascolto, così ho pensato che potrei condividere una breve lista, di tanto in tanto [...] Questa è una lista di quello che ho letto recentemente. Ammetto che è una lista un tantino più pesante di quella per l'estate".

Wsj, Trump a Macron al G7: "Tutti i terroristi sono a Parigi"

Il giornale newyorchese svela alcuni dietro le quinte del vertice canadese in cui il presidente americano avrebbe criticato l’operato dei suoi colleghi su diversi temi
©AP

"Caro Emmanuel, dovresti conoscere bene l’argomento (terrorismo ndr) dal momento che tutti i terroristi sono a Parigi". Donald Trump si sarebbe rivolto con queste parole, parlando della sfida dell’occidente al terrorismo, al suo omologo francese, Macron, durante il G7 canadese tenutosi a La Malbaie l’8 e il 9 giugno scorsi. A ricostruire il dietro le quinte è un articolo del Wall Street Journal che cita fonti diplomatiche europee.

Migranti, Trump cambia idea ma migliaia di famiglie resteranno separate

Dopo un forte pressing, il presidente Usa ha firmato un ordine per tenere uniti i bambini ai loro genitori

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha firmato un ordine esecutivo per non dividere più i bambini dai genitori, con cui sono entrati irregolarmente nel Paese. "Firmerò qualcosa a questo proposito" aveva anticipato nella mattinata Usa ai giornalisti presenti alla Casa Bianca confermando le indiscrezioni. Nel pomeriggio, al fianco del vicepresidente Mike Pence e del segretario per la Sicurezza nazionale Kirstjen Nielsen ha messo la sua firma sul documento "per tenere unite le famiglie" al confine tra Usa e Messico. Il leader americano ha tuttavia ribadito "tolleranza zero" nel perseguire gli adulti che mettono illegalmente piede su suolo Usa.

La guerra tra Walt Disney e Comcast per aggiudicarsi gli asset che 21st Century Fox vuole cedere è ufficialmente iniziata. Il colosso dell'intrattenimento guidato da Bob Iger ha alzato a 71,3 miliardi di dollari o 38 dollari ad azione la sua offerta per asset che comprendono la britannica Sky, Star India, studi cinematografici e televisivi, reti via cavo dedicate all'intrattenimento e la quota nel servizio di video in streaming Hulu.

Ge: dopo oltre un secolo cacciato dal Dow, al suo posto entra Walgreens

Il cambio di guardia tra i due titoli sarà effettivo dal 26 giugno
Walgreens

A partire dal 26 giugno prossimo, General Electric lascerà il Dow Jones Industrial Average e al suo posto arriverà Walgreens Boots Alliance. Lo ha annunciatoamercati Usa chiusi S&P Dow Jones Indices, società che gestisce vari indici. Ge era parte dell'indice delle 30 blue chip dal suo lancio nel 1896 e ne è stato parte in modo continuativo dal 1907.

Usa pronti a fare scattare dazi contro la Cina

Attese ritorsioni da Pechino. Guerra commerciale più vicina

Nel giro di qualche giorno gli Stati Uniti si preparano a imporre dazi del 25% - già preannunciati - su prodotti tecnologici cinesi per 50 miliardi di dollari. Il mese scorso l'amministrazione Trump aveva detto che il 15 giugno, domani, avrebbe diffuso un elenco di articoli importati dalla seconda economia al mondo sui cui verranno imposte tariffe doganali in risposta a quelli che Washington considera continui furti di proprietà intellettuale da parte di Pechino.

New Jersey, sparatoria dopo una lite: 1 morto e 20 feriti

L'episodio è avvenuto al Festival di Trenton. La polizia ha ucciso uno dei due assalitori mentre l’altro è stato arrestato
©AP

Ennesima sparatoria negli Stati Uniti. Questa volta è accaduto a Trenton, in New Jersey, durante l’Art all Night festival, una manifestazione culturale locale, iniziata ieri e in procinto di finire oggi, in cui ci sono mostre d’arte e concerti.

Trump vuole una legge sull'immigrazione. E vuole il muro

Il presidente ha incontrato i deputati repubblicani: "Sono al 1000% con voi", a patto che sostengano le sue misure. Due proposte presentate, ma entrambe rischiano di non essere approvate. Nessun passo indietro sulla separazione genitori/figli
AP

Wall Street prova a mettere da parte le tensioni Usa-Cina

Tra i dati in programma oggi, le vendite di case esistenti
iStock